Home page Planetmountain.com

arrowRock arrowVie arrowEscalador Selvatico

Escalador Selvatico - Akopan Tepui

Primi salitori: Rolando Larcher, Luca Giupponi, Maurizio Oviglia tra la fine di gennaio e inizio febbraio 2014, in 7 giorni di apertura, due bivacchi. Prima rotpunkt Rolando Larcher e Luca Giupponi, 8/2/2014
Scheda via a cura di: Maurizio Oviglia
Area: Venezuela Gruppo: Akopan Tepui Cima: Akopan Tepui Stato: Venezuela Regione: Bolivàr

Arrampicata fantastica in ambiente unico, molto continua sino in cima. Richiede notevole resistenza per essere superata in giornata. Tiro chiave quasi alla fine della via. Cengia ottima per bivacco a metà del dodicesimo tiro. Roccia ottima e ripulita dagli apritori su tutta la via, compreso i tiri "jungle", eccetto gli ultimi metri in cui ci si arrangia un po’ alla "tarzan".

ACCESSO GENERALE

Raggiungere Yunek. Da Yunek 3 ore e 30 tra savana e giungla. Da un campo avanzato 1,30.

ACCESSO

Attaccare alla base dell’immensa parete strapiombante, caratterizzata da due enormi tetti triangolari. Alla base, a sinistra di una zona bagnata, c’è un grosso albero sorretto da un pilastrino fessurato. Qui è l’attacco della via americana Gravity Inversion. Attaccare dieci metri più a sinistra su un pilastrino con spit.

ITINERARIO

Salire su un albero, affrontare il passaggio difficile protetto dallo spit e continuare per fessure sino alla S1, 35m, 6b+ (1 spit). 
Salire una bellissima parete verticale che subito strapiomba. Superare una fascia di tetti sino alla S2, 35m, 7b (2 spit e una clessidra). 
Superare un tettino quindi una bella placca in diagonale a destra sostando in una erosione, S3, 40m, 7a, 3 spit. 
Traversare il diedro e salire sulla faccia destra strapiombante superando un difficile tetto. Verso destra alla S4 sospesa, 25m, 7b+, 4 spit. 
Superare un diedrino difficile, quindi un bellissimo pilastro strapiombante sino al limite destro del primo grande tetto, S5, 40m, 7a+/7b, 1 spit e uno stopper lasciato. Superare un passo in verticale, quindi verso sinistra per fessure orizzontali sino ad un’erosione, S6, 35m, 6b, 1 spit. 
A sinistra sul limite dell’erosione, quindi traversare un muro difficile uscendo su un buon terrazzino tra curiosi ciuffi di palme, S7, 25m, 7a+/7b, 1 spit. 
Ritornare a destra in un diedrino, quindi superare un difficile muro bianco. Dall’ultimo spit traversare decisamente a destra arrivando su una splendida sosta comoda per una fessura ad incastro, S8, 25m, 7b+, 4 spit. 
Un passo nel diedro sopra la sosta poi traversare orizzontalmente per un fessurino molto esposto. Continuare per arrampicata di resistenza bellissima con un ultimo passaggio difficile, S9, 35m, 7b, 2 spit. 
A sinistra e poi a destra su muri levigati ma splendidi, sostando infine sotto un tetto gocciolante, S10, 40m, 7b, 2 spit. 
Traversare la colata bagnata o, se troppo bagnata, passare il primo spit e scalare in libera traversandola tre metri sotto, uscendo su una cengetta, S11, 20m, 6c, 3 spit.
Salire in una galleria ripulita dalla vegetazione sino alla cengia (bivacco possibile). Continuare sulla destra per fessure sino alla S12, 30m, 6a+, 1 chiodo e uno spit. 
Portarsi a destra per ciuffi in un diedrino chiuso da un tetto, uscirne a sinistra a braccia e continuare con un difficile passo obbligatorio su tacche. Più facilmente sino ad un altro diedro da cui si esce a destra alla S13 con altri difficili passaggi, S13, 40m, 7b, nessun spit. 
Verso destra per una fessura diagonale di roccia delicata, quindi per un bel muro con un boulder difficile protetto da uno spit. Ancora verso sinistra ristabilirsi difficilmente alla sosta, S14, 40m, 7b. 
Traversare decisamente a destra verso uno spit non visibile, scalare una serie di diedri lisci sino sotto gli strapiombi finali, S15, 35m, 4 spit. 
Superare una prua strapiombante, traversare delicatamente a destra in una svasatura più facile. Tornare a destra quindi verso un tetto dalla base del quale si evita un muro liscio traversando a destra su micro liste protetti da friend. Ritornale in verticale afferrando una prua con becco, al limite della grande parete strapiombante. Si prosegue per pance lisce da proteggere sino alla S16, 50m, 7c+, 5 spit. 
Un passo a sinistra per superare un muretto di roccia nera, quindi per comoda cengia a destra. Ritornare a salire diritti sino ad uno strapiombo. Una provvidenziale fessura a sinistra permette un lunghissimo traverso orizzontale protetto da friend sino alla S17, 40m, 6c, nessun spit. Traversare a sinistra e per vegetazione uscire in cima, S18, 40m, 6a/J1

DISCESA

La parete strapiomba di almeno 50 metri, le doppie sono complicate (seguire il disegno) e vanno passati dei friend durante la discesa per rimanere attaccati. Le ultime due doppie sono fuori linea.

MATERIALE

In parete 36 spit di protezione + le soste. Necessarie 2 serie di totem cams o BD sino al 2BD, triplicando le taglie piccole. Utili microfriends e piccoli stopper, fettucce

Condividi questo articolo

COMMENTI per l'itinerario "Escalador Selvatico"

Nessun commento per l'itinerario Escalador Selvatico

Scheda / itinerario
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

DIFFICOLTÀ

7c+

DIFFICOLTÀ OBBLIGATORIA

7a+

VERSANTE

Nord

LUNGHEZZA DISLIVELLO

630m

LINK ZONA

Vai all'articolo

RICERCA vie d'arrampicata

GRUPPO

Cima

Nome itinerario

Altri itinerari pubblicati
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Vino e cioccolato
    Il 16/05/2021 con Diego Toigo abbiamo ripetuto la via, siamo ...
    2021-05-17 / Santiago Padrós
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra
  • Vento di passioni
    Una salita dal carattere alpinistico, dove bisogna protegger ...
    2021-03-08 / Francesco Salvaterra