Home page Planetmountain.com

arrowRock arrowVie arrowLa strategia del ragno

La strategia del ragno

Primi salitori: Giovanni Bosio, Antonio Cotta, Isidoro Meneghin (maggio 1980). 1/05/1981 I. Meghin e Ugo Manera aprono l'uscita diretta per il
Scheda a cura di: Adriano Trombetta
Area: Alpi Graie, Gruppo: Gran Paradiso2, Cima: Ancesieu, Vallone di Forzo, Quota: 1885m, Stato: Italia, Regione: Piemonte

Si tratta di una via mitica, la prima via dell'Ancesieu aperta da Giovanni Bosio, Antonio Cotta e dal grande Isidoro Meneghin e poi raddrizzata con l'apertura del Diedro della Sveglia dallo stesso Meneghin insieme ad Ugo Manera. Non era mai stata ripetuta forse perchè immaginata scomoda o considerata poco scalabile. Con Aziz e Michele Amadio l'ho pulita e liberata, mettendo le soste a spit e solo qualche super chiodo lungo i tiri. E' bellissima ed interamente da proteggere ed incredibilmernte non è estrema: tutta 6b/6c e giusto un tiro di 7b.  Un omaggio alla scalata tradizionale.

ACCESSO GENERALE

Da Torino prendere la Tangeziale Nord / raccordo per Caselle. Uscire a Ceresole/Gran Paradiso. Quindi imboccare la SS 460 per Rivarolo, Cuorgnè, Pont Canavese. Da Pont Canavese a destra per la SP 47 verso Val Soana / Ronco Canavese: 2 km. prima di Ronco girare a sinistra direzione Forzo.

ACCESSO

Dalla cima del Combetto degli Embornei costeggiare la parete, dal suo centro seguire un ripido canale erboso (passi di I° e II°) che obliqua a sinistra. Giunti sotto la verticale del limite sinistro dell’enorme tetto si è alla sosta zero (spit).

ITINERARIO

L1- Si comincia su una corta fessura nerastra e poi diedrino (5c); si traversa a ds circa 4 metri fin contro uno strapiombetto che si supera tornando a sinistra con un difficile ribaltamento su gradino; ora in sosta per il difficile diedrino svasato: S1 6b+ 30m 3 ch. Materiale: tutti C3 camalot, 1-2-3 C4, nuts

L2- Direttamente per fessure superficiali salire circa 15m di difficile “friendaggio” (6b+); dopo il buon chiodo, in corrispondenza di appoggi per i piedi, traversare a sinistra in placca 5m (6a,piazzare buon 0,4 prima); dritti per fessura erbosetta (6a+ camalot 3 e ..) fino ad un gradino che riporta a ds in: S2 6b+ 40m un ch.  Utilizzare una sola corda fino al traverso per poi usare l’altra! Materiale: circa tutto…

L3- Sovrastante tettino con duro blocco (6c) ben protetto da camalot 3. Pochi metri di placca, poi su una scaglia (chiodo), traversare e scavalcare lo strapiombo a destra (6a). Ancora a destra sotto una stele appoggiata per circa 10m (5b) fino a tornare a sinistra su gradini. Giunti in cengia erbosa non sostare ma continuare a sinistra; importante proteggere a circa metà traverso erboso, se no il secondo non riesce a spostare la corda. OCCHIO AGLI ATTRITI! Usa solo una corda fino al chiodo con cordone. S3 6c 45m di sviluppo, 20 verticali, 3 ch. Materiale: una serie camalot.

L4- Siete ora sotto la “variante del regista”, un magnifica fessura di mano per una ventina di metri. Dove essa muore magicamente ne parte una orizzontale a destra fino in: S4 6b+ 30m. Materiale: una serie e raddoppia lo: 0,75 – 1 - 2

L5- Seguire la rampa 25m a sinistra fino ad un pratino. S5 da attrezzare su evidente spuntone; 25m III°.

L6- Diedro leggermente strapiombate, blocco di partenza su scaglie poco rassicuranti ma che per ora tengono (6b+ chiodo bomba). Seguire all’incirca tutto l’arco che vi porta verso destra; poi per lame marce fino in: S6 6b/ 6b+ 40m 4 ch. Materiale: una serie fino al 2.

L7- Fessure e lame verso destra. Se gestite bene gli attriti potete unirlo al precedente. S7 5c 10m  

L8- La seconda variante del “Regista”. Perfetta fessura dulfer per 15 metri, dove questa continua sotto un tetto uscire dritti su un bellissimo muro a tacche che porta in: S8 6b 25m.
Materiale: da 0,4 a 3; doppio il 2; nuts per il muro a tacche.

L9- Dalla sosta obliquare a destra dove per tacche si guadagna il diedro svasato (5c). Seguire tutto il diedro, il quale presenta una prima sezione (6c+) difficile da proteggere mentre si scala. Il chiodo (da 3cm) presente in questa non è affidabile, BISOGNA proteggere nel buco prima con un camalot 0,3 (come uno spit!). S9 6c+ 30m, 3 ch.
Oppure continuare fino a S10 se l’attrito ve lo concede!
Materiale: doppia serie fino allo 0,75; un 1 e nuts.

L10- Dall’appesissima sosta continuare l’esile fessura e dopo un complesso ribaltamento un facile diedro conduce in S10 la quale però va saltata in quanto solo di calata. Si continua altri 10 metri fino in S11 (comodissima) 6a+ 30m 1ch.
Materiale: una serie fino al 2 e nuts.

L11- 10 metri di pannelo strapiombante solcato da una fessura ad incastro di dita (7a+); movimenti veramente tamarri difficili da proteggere mentre si scala. Friends da 0,4 a 1 fino al chiodo, poi un 3 se uscite in artif. Se invece siete ancora in libera un difficile incastro di pugno vi porta a tirare il fiato su un gradino. Un “bomba chiodo” vi protegge il difficile muro che obliqua a destra (6b-6b+) fin contro un’altra fessura, ovviamente ancora atletica e strapiombate (6c), che si protegge con 0,5 – 1 e 2. Come sempre occorre fare moltissima attenzione agli attriti!
S12 7b nel complesso 30m 2ch.

L12 – Dalla sosta un poco a destra e per risalti, fra rododendri e gradini di roccia, si arriva in: S13 IV° 30m.

VETTA – Entrate nella grotta davanti a voi e per un curioso buco nel soffitto uscite all’omino di Vetta!

DISCESA

Dall’ometto di vetta si ritorna in S13 disarrampicando; da qui farne una da 30m fino a S12 (se non la fai si incastrano). Dopo le calate sono sostanzialmente dritte e accorpano molti tiri. La calata in cui bisogna porre molta attenzione e quella che parte da S10, trattasi di 60 metri che portano a sosta indipendente posta 10 metri a destra di S7.

MATERIALE

Corde da 60 non raccorciate nel tempo; martello leggero per verificare i chiodi; Camalot: C3: tutti, C4: uno 0,3 – doppi da 0,4 a 2 – un 3. Nuts: non i micro, misure medie.

NOTE

* Pur essendo l’undicesimo il tiro più duro esso è ben superabile in artif. I più impegnativi restano il secondo in quanto aleatorio e lungo e il nono che presenta il 6b obbligatorio della via. Seguono a ruota il primo, di difficile lettura e decisamente obbligatorio anche lui, e il sesto in quanto su roccia a volte pericolosa.
* Il nono tiro ha una sosta appesa (presente nella relazione di Manera e Meneghin), la quale spezza la continuità del tiro; per essere fedeli alla libera quindi, bisogna continuare fino in S10. In questo caso la difficoltà del tiro sale a 6c+/7a, inoltre dovete esser parchi nel proteggere il diedro per non aver il solito problema degli attriti!

Condividi questo articolo

COMMENTI per l'itinerario "La strategia del ragno"

07-10-2011, oscar meloni
Si svolge sulla parete dell’ Ancesieu non frequentata, quella a cui si accede dal culmine del combetto degli Embornei attraversando a dx. Via dal fascino storico e avventuroso, molto logica. Spit solo alle soste e qualche chiodo sui tiri, ben proteggibile a friends (micro indispensabili) e dadi. L’obbligatorio si aggira intorno al 6C, il tiro di 7b è una difficile fessura ma azzerabile. Tutte le fessure sono molto belle e impegnative anche per via di un pò di lichene che a volte rende delicato l’appoggio. La roccia è buona a parte qualche raro tratto che richiede attenzione. Le lunghezze meno proteggibili sono L1, L2 dove c’è un po’ di pepe, L9 una bella dulfer di dita di 6C+ è abbastanza ben proteggibile con micro anche arrampicando in libera, L6 partenza difficile forse 6b+ è poco. Anche se non è la via più bella dell’Ancesieu è sicuramente di soddisfazione e da ripetere. L’avvicinamento è almeno 75 min a meno che non si è fatto 8 volte il bianco in stagione come Trombetta , relazione dettagliata e discesa in doppia (filante) seguire alla lettera le precise indicazioni di Trombetta. Dalla sosta zero (spit con maillon) è meglio fare una doppia da 60 m. che evita di percorrere in discesa la rampa erbosa di accesso che è poco simpatica, è meglio affrontare il ritorno dal combetto con il chiaro.
Scheda / itinerario
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

DIFFICOLTÀ

R2+ 7b max (5c e A2)

DIFFICOLTÀ OBBLIGATORIA

6b

VERSANTE

Sud Ovest

LUNGHEZZA DISLIVELLO

350m

LINK

www.planetmountain.com/News/shownews1.lasso?l=1&keyid=38543

VOTA / itinerario
VOTO MEDIO UTENTI:
stella stella stella stella stella
Aggiungi la tua valutazione
COMMENTA / itinerario
Ti invitiamo a leggere ed accettare per continuare a usufruire dei nostri Servizi.

Condizioni utilizzo

Gentile utente,

ti informiamo che registrandoti al sito potrai usufruire di una sezione a te dedicata intitolata “Mercatino dell’usato”. Tale sezione si propone di mettere in contatto gli utenti che desiderano vendere, comprare o scambiare beni. Gli accordi stipulati tra gli utenti sono negoziati e conclusi privatamente e Mountain Network Srl (titolare del sito) non interviene in alcun modo nelle trattative. Mountain Network Srl offre la possibilità di effettuare le stesse tramite la propria piattaforma informatica, ma non ne è parte nè si assume alcuna responsabilità sugli oggetti venduti (es. prodotti danneggiati, smarriti, non consegnati, ecc).
L'utente, con la registrazione e con l’utilizzo del Servizio, dichiara di sollevare da ogni responsabilità la Mountain Network Srl per qualsiasi danno subito dall’utilizzazione dello stesso.
L’utente è consapevole che Mountain Network Srl non controlla la veridicità delle informazioni né ha un obbligo di sorveglianza in tal senso.

Qualora decidi di caricare testi, immagini ed ogni altro materiale coperto da copyright sul presente sito, ti impegna ad avere i relativi diritti da parte dell’autore degli stessi ed a manlevare Mountain Network Srl da eventuali pretese di risarcimento danni. Tutti gli altri segni distintivi utilizzati all’interno del sito appartengono ai rispettivi proprietari o licenziatari.
Nessuna parte del sito (compresi testi, immagini ed ogni altro contenuto multimediale) può essere riprodotta o ritrasmessa senza specifica autorizzazione scritta, se non per uso personale non trasferibile. L’utilizzo per qualsiasi fine non autorizzato è espressamente vietato dalla legge.

Ti ricordiamo che tutte le informazioni che potrai trovare all’interno del sito sono di natura puramente descrittiva e non devono essere intese come aventi carattere scientifico o strettamente tecnico (es. itinerari, trekking, consigli e tecniche, ecc ecc). Esse sono frutto di esperienze personali che gli utenti hanno avuto e che hanno deciso di condividere su tale piattaforma, essendo la condivisione lo spirito che anima gli utenti e che ispira il nostro lavoro. Per tale ragione, ogni utente che prosegue la navigazione all’interno del sito, dichiara di manlevare la Mountain Network S.r.l. in caso di danni a persone e/o cose derivanti dalle informazioni ricavate dallo stesso.

In ogni momento Mountain Network S.r.l. si riserva il diritto di sospendere tale servizio senza darne specifico avviso e senza che ciò costituisca violazione di obblighi.

                
 
            


AREA PERSONALE

Inserite email e password scelte al momento della registrazione:

Username:

Password:


RICERCA vie d'arrampicata

GRUPPO

Cima

Nome itinerario

Altri itinerari pubblicati
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • L'uomo Volante
    Il 10 giugno 2017, insieme all'amico Michele, decidiamo di r ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • Gallo George
    Il 16 luglio 2016, invogliati dalla relazione, ci siamo avve ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra