Home page Planetmountain.com

arrowRock arrowVie arrowStelle e Tempeste

Stelle e Tempeste - Petit Clocher du Tacul - satelliti Mont Blanc du Tacul

Primi salitori: Andrea Giorda e Maurizio Oviglia 24 e 28/08/2011
Scheda via a cura di: Andrea Giorda CAAI
Area: Alpi Graie Gruppo: Monte Bianco Cima: Petit Clocher du Tacul - satelliti Mont Blanc du Tacul Quota: 3682m Stato: Francia

Itinerario logico, lineare e divertente che segue un sistema di diedri e fessure dalla base alla cima , interrotto centralmente da una breve placca compatta di raccordo. La via si percorre bene, in sicurezza, tutta con protezioni veloci, utilizzando friend e nut, anche molto  piccoli per un breve tratto. Sulla bellissima placca compatta, alla terza lunghezza, vi sono gli unici spit con un obbligatorio che non supera il 6b, in linea con il resto delle difficoltà della via.
Dalla cima vista su Gran Capucin e satelliti , inusuale e straordinaria.
Tutte le soste e le calate in doppia sono attrezzate. Dopo nevicate attendere un giorno caldo, il primo tiro è in ombra e potrebbe essere sporco.
La via è dedicata al ricordo di Gaston Rebuffat, un modesto omaggio all’alpinista e divulgatore.

ACCESSO GENERALE

Da Courmayeur in funivia al rifugio Torino.

ACCESSO

Dal Rifugio Torino al canale che separa la Chandelle dal Trident du Tacul. Risalire il canale di neve, non difficile, per un po’ più di due lunghezze stando sulla sinistra salendo. A circa metà c’è uno spit per far sosta.

ITINERARIO

L1 Seguire il diedro sopra la sosta attrezzata fino in cima ad un comodo terrazzo, divertente. 5c.  30 metri.
L2 Proseguire sempre linearmente sulla fessura dritta che porta dentro ad un bellissimo diedro fessurato, dal quale si esce, quando termina, con un traverso su placca a ds per raggiungere la sosta 2. 6b .  30 metri
L3 Salire la delicata e spettacolare placca compatta, ben protetta con alcuni spit e uscire su un fessurino dove servono i nut e i friend piccoli. 7a + ( 6b obbligatorio). 40 metri.
L4 Dalla cengia prendere il sistema di fessure a sin della sosta, roccia notevole e scalata piacevole, protezioni veloci ottime 6b+. 25 metri.
L5 dalla sosta 4 proseguire dritto per facili fessure, raggiunto un camino, percorrerlo e in breve si è alla sosta 5. 6a . 25 metri.
L6 Sopra la sosta, due fessure parallele dall’aspetto più difficile della realtà si salgono con tecnica a camino e si arriva alla sosta 6. 6b . 25 metri.
L7 Si prosegue per fessure , qui la guglia si stringe e  verso la vetta si trovano le tracce della vecchia via in artificiale che finiscono 15 metri prima della punta dove c’è la sosta 7. 6b+.  Guglia aerea e vista magnifica. 50 metri.

DISCESA

In doppia dalla via. Fare attenzione alla prima, ricupere la corda  molto sin per evitare le fessure dove si potrebbe incastrare.
Per scendere il canale, dalla sosta a spit dove parte il primo tiro della via, calarsi in doppia  tenendosi sulla destra scendendo, aderenti alla parete della Chandelle. Si trova uno spuntone con cordino e moschettone. Da questo si scende in doppia allo spit sottostante da cui si attrezza l’ultima doppia.

MATERIALE

Due serie complete di Friend fino al 3 BD. Nut e micronut. Piccozza e ramponi per il canale.

Condividi questo articolo

COMMENTI per l'itinerario "Stelle e Tempeste"

Nessun commento per l'itinerario Stelle e Tempeste

Scheda / itinerario
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

DIFFICOLTÀ

ED. 7a+/RS2/ III

DIFFICOLTÀ OBBLIGATORIA

6b

VERSANTE

Sud Est

LUNGHEZZA DISLIVELLO

220m più 130m di canale di neve

LINK ZONA

Vai all'articolo

RICERCA vie d'arrampicata

GRUPPO

Cima

Nome itinerario

Altri itinerari pubblicati
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós
  • Vino e cioccolato
    Il 16/05/2021 con Diego Toigo abbiamo ripetuto la via, siamo ...
    2021-05-17 / Santiago Padrós
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra