dot
TREKKING HOME
ITALIA - EUROPA

Itinerari

EXTRAEUROPEO

Trekking nel mondo

FERRATE

Dolomiti

CIASPE

Itinerari
 

Spedizioni

Libri, Guide, Video

Interviste

Panorami a 360°

Forum

Posta

Weblink

Search
Himalaya, Nepal, Valle del Rolwaling, trekking

Himalaya, Nepal, Valle del Rolwaling, Beding trekking
Beding e la sua valle (guardando verso Na Gaon)





Salendo di quota la valle comincia ad aprirsi, la foresta a diradarsi e lo sguardo comincia a spaziare scoprendo impressionanti vedute del Gauri Shankar.




Himalaya, Nepal, Valle del Rolwaling, Simigaon, trekking
piccolo guado tra Simigaon e Gyalche





Una splendida opportunità per ammirare panorami grandiosi verso il Ripimo Glacier, il Gauri Shankar ed il Tibet




Himalaya, Nepal, Valle del Rolwaling, Gauri Shankar, trekking
Parchamo con il Gauri Shankar




Tsho Rolpa è un lago glaciale formato da una diga naturale di ghiacciaio e morena. Il continuo sciogliersi dei ghiacci a monte sta creando una situazione di grande pericolo per le valli sottostanti.



Himalaya, Nepal, Valle del Rolwaling, Tsho Rolpa, trekking

sul ghiacciaio a monte dello Tsho Rolpa

Itinerario 2

Seconda parte
La Valle del Rolwaling


5° giorno
Simagaon - Gyalche
(3050m)., 7 h.

La valle del Rolwaling precipita con una forra ciclopica nel Bhote Kosi e questa tappa insieme alla precedente aggirano l'ostacolo. Da Simigaon si scavalca uno sperone e si entra a mezza costa nella parte inferiore del Rolwaling vero e proprio, disabitato e coperto di dense foreste. Una lunga costa tra i rododendri, un sentiero a volte distrutto dai corsi d'acqua che obbligano ad acrobatiche manovre, ci portano ad una sorta di stazione di posta del Far West sulla riva del fiume in una spettacolare strozzatura della già stretta valle.

home
introduzione
itinerario  1  2  3
notizie utili
mappa                      
6° giorno
Gyalche - Beding
(3640m), 7 h.

Salendo di quota la valle comincia ad aprirsi, la foresta a diradarsi e lo sguardo comincia a spaziare scoprendo impressionanti vedute del Gauri Shankar. Un tratto alpestre tra conifere e acque spumeggianti precede le praterie d'alta quota in cui attraversiamo i piccoli insediamenti di Nyimare, Ramding e Gyabrug Yersa prima di arrivare a Beding, il maggior insediamento del Rolwaling.


7° giorno
Beding
giornata di riposo e acclimatazione.

Beding è un tipico villaggio sherpa, appoggiato sul costone tra piana del fiume e pendici della montagna, raccolto intorno al suo "gompa" e circondato da muretti a secco che delimitano i piccoli campi di patate. Poche le persone rimaste al villaggio, donne e bambini soprattutto, gli uomini sono fuori con le bestie o con i trekking e le spedizioni. Giornata dedicata all'acclimatazione ottima occasione per lavarsi, scattare foto, far prendere aria ai piedi, ma soprattutto respirare l'aria del posto in senso fisico e metaforico…


8° giorno
Beding - Na Gaon
(4200m), 3 h

Breve tappa che ci porta all'insediamento di Na, una sorta di alpeggio utilizzato stagionalmente in un'area pianeggiante e coronata dalla bastionata del Kang Nachugo (6735 m). Offre uno splendido posto da campeggio che occhieggia verso la bella vetta del Chobutse (6689 m)


9° giorno
Escursione allo Yalung La
(5310m), 5/6 h.

Escursione di acclimatazione verso questo passo sul versante meridionale della valle che oltre ad offrire una splendida opportunità per ammirare panorami grandiosi verso il Ripimo Glacier, il Gauri Shankar ed il Tibet ci migliora l'acclimatazione in vista degli impegnativi giorni a venire.


10° giorno
Na - Omai Tsho (4800 m) - Tsho Rolpa
(4500m), 5 h.

Tsho Rolpa è un lago glaciale formato da una diga naturale di ghiacciaio e morena. Il continuo sciogliersi dei ghiacci a monte sta creando una situazione di grande pericolo per le valli sottostanti. Per evitare una catastrofica tracimazione delle acque è in opera un cantiere, con tanto di ruspe e un centinaio di operai, realizzato grazie a un progetto di cooperazione internazionale. Un canale artificiale di deflusso della acqua del lago abbasserà il livello mettendo al sicuro le popolazioni del Rolwaling e del Bhote Kosi. Il cantiere è inoltre l'unico punto di possibile contatto con la "civiltà" in caso di emergenza. La tappa di per sé sarebbe breve ma un detour panoramico verso l’Omai Tsho (4800 m) sulla morena del Ghiacciaio Ripimo Shar è un’altra occasione per gironzolare e migliorare l’acclimatazione.


| Home | | Rock | Expeditions | Ice | Snow | TrekkingNews | Special | Forum | Mountaininfo | Expo | Lab
| Info | Newsletter
| English version |
Per suggerimenti, aggiornamenti e notizie: Planetmountain.composta
Copyright© Mountain Network s.r.l.
[include:'/incl/analytics.lasso',Encodenone]