TREKKING HOME
ITALIA - EUROPA

Itinerari

EXTRAEUROPEO

Trekking nel mondo

FERRATE

Dolomiti

CIASPE

Itinerari
 

Spedizioni

Libri, Guide, Video

Interviste

Panorami a 360°

Forum

Posta

Weblink

Search
Mongolia titolo
prev next
Block Notes

Come arrivare
E' possibile raggiungere Ulaanbaatar in aereo da Mosca con le compagnie aeree mongola (MIAT) e russa (Aeroflot), o da Pechino con la compagnia cinese (Air China). Chi non ha problemi di tempo può sperimentare il treno. Vi è una linea ferroviaria che collega Mosca a Pechino attraversando le regioni settentrionali della Mongolia e passando per la capitale. Si tratta dell'unico tratto ferroviario presente all'interno della Repubblica Popolare Mongola. Ci vogliono circa quattro giorni per raggiungere Ulaanbaatar da Mosca e un altro giorno e mezzo almeno da qui a Pechino.

Fino a poco tempo fa il treno era il principale mezzo di trasporto utilizzato anche dai mongoli per raggiungere i paesi dell'est europeo, dove andavano per affari o studio. Oggi pare che questa linea non sia più così sfruttata come un tempo perchè nel tratto russo si sono verificati numerosi atti malavitosi.




Intro
     Intro
     Storia
     La gente

Itinerari
     Mongolia Map
     Attraverso il deserto dei Gobi
     Tra steppe e forete dell'Arkhangai

Blocco notes
  Block notes 1
     Block notes 2

Portfolio
     Portfolio




Periodo consigliato
La Mongolia è bellissima sempre, tuttavia il periodo in cui è più semplice viaggiare va dall'inizio di maggio a fine estate. In questo periodo è possibile ammirare stupendi prati fioriti che si perdono tra le colline. Per visitare il deserto del Gobi è consigliabile optare per i periodi meno caldi, perchè in estate vi si registrano temperature che superano i 40°C. La Mongolia è bellissima anche d'inverno e il deserto coperto di neve, su cui vagano indifferenti al vento e al freddo sparsi gruppi di cammelli, ha un fascino indescrivibile. Tuttavia non è consigliabile a tutti: la temperatura di notte può scendere a -30°C, e di giorno non sale mai sopra lo zero. Il freddo non dà tregua e i venti spazzano la neve e sollevano polvere, sferzando incessantemente sul viso che in breve si trasforma in un blocco di ghiaccio insensibile. Se avete comunque intenzione di tentare un viaggio invernale non lasciate nulla al caso: partite ben attrezzati!

Abbigliamento
In estate è sempre bene portare con sè un maglione pesante ed una giacca impermeabile, utile non solo in caso di pioggia ma anche per ripararsi dal vento. Ricordatevi che nel deserto vi sono forti escursioni termiche tra il giorno e la notte.

Salute
Non ci sono vaccinazioni obbligatorie. Sono consigliabili l'antitetanica e l'antitifica. In Mongolia l'epatite A colpisce numerose persone, ed è bene quindi prendere alcune precauzioni sul posto o fare il vaccino. Complessivamente tuttavia il viaggiatore non dovrebbe avere grossi problemi sanitari, poichè il clima secco e freddo unito alla bassa densità di popolazione riduce i problemi di diffusione delle infezioni.

Mezzi di trasporto
Ogni capoluogo di regione, eccetto quelli più prossimi a Ulaanbaatar, ha un aeroporto e vi sono voli settimanali o bisettimanali per tutte le destinazioni interne. Tuttavia, data la scarsità di carburante, non sempre gli aerei partono. I biglietti possono essere acquistati agli uffici della Miat (Baga Toyruu Str.- Ulaanbaatar, tel. 20221 / 25633). Gli stranieri li devono pagare in dollari. Senz'altro più economico dell'aereo è affittare una jeep. Generalmente la jeep viene fornita con l'autista e il costo non dovrebbe superare 0.5 $ al chilometro. Non vi sono agenzie di noleggio: ci si può rivolgere alle numerose compagnie che organizzano viaggi per turisti o chiedere a qualcuno ( in Mongolia il passa-parola funziona meglio del telefono!). Nella steppa o nelle montagne ci si può anche spostare a cavallo, nel deserto del Gobi si utilizzano i cammelli. Ci si può rivolgere alla popolazione locale, sul posto. Cavalli e cammelli generalmente vengono forniti assieme ad una guida che conosce i luoghi e sa come trattare gli animali.

Dove dormire
E' possibile trovare alberghi quasi esclusivamente nei capoluoghi di regione e generalmente non vi è molta scelta. Solo nella capitale gli alberghi sono numerosi: il più rinomato è l'Ulaanbaatar Hotel (Baga Toyruu Str. 37, tel: 20237 / 25368 / 20230, telex UB-321) dov'è possibile prenotare camere singole o doppie, con bagno privato o comune, a prezzi che vanno da un minimo di 40$ a 80$; l'albergo utilizzato dall'agenzia turistica statale Zuulchin è il Bayangol, che ha prezzi simili (Genghis Avenue 7, tel: 26781 / 26774). Sistemazioni più a buon mercato, variabili tra gli 8 e i 15$, si possono trovare presso l'Altai Hotel (Khukh tenger Str. 13/3, tel: 51968) e il Zul Hotel (tel: 51438). Molti turisti, soprattutto i gruppi numerosi, vengono dirottati nel campo turisti di Ondordov, dove si pernotta all'interno di ger adibite a stanze.

Dove mangiare
A Ulaanbaatar ci sono numerosi ristoranti, mentre nel resto del territorio è assai improbabile trovarne e l'unica alternativa è viaggiare forniti o chiedere ospitalità alle tende che si incontrano lungo il percorso. Uno dei ristoranti più sfruttati dai turisti e dai ceti più abbienti della popolazione della capitale, e dove viene servita anche cucina internazionale, è quello dell'Ulaanbaatar Hotel. Anche gli altri alberghi hanno generalmente un ristorante; un'alternativa possono essere i ristoranti cinesi Bogd Khangay (Natsagdorj Str. 9, tel: 26111) e Mandukhay (Enk Tayvan Av. 19/2, tel: 21578).















Cosa comprare
Non aspettatevi di trovare negozi molto forniti. Nei grandi magazzini statali (State store house, Enkh Tayvan Av.) è possibile trovare i vestiti tradizionali, gli stivali in pelle o feltro, i cappelli in feltro, seta o, durante la stagione fredda, pelliccia. Sebbene vedrete i mongoli indossare dei capi molto belli, non sperate di trovare cose simili nei negozi, a meno che non siate molto fortunati. Generalmente i mongoli si confezionano da soli i capi d'abbigliamento e, se volete qualcosa in particolare, potete acquistare i materiali e contattare un sarto. Capi in cashmere si possono trovare ai grandi magazzini e vengono venduti in dollari. Nei negozi d'arte si possono acquistare suppellettili e pezzi d'artigianato, come statuette in legno, pipe, coppe in argento e, soprattutto, acquerelli. Ve n'è uno, piuttosto caro, di fianco all'Ulaanbaatar Hotel e un altro nella piazza dedicata a Sukhbaatar. I collezionisti possono trovarte bellissime serie di francobolli, acquistabili alla posta centrale o all'interno dei grandi alberghi.
E' vietato esportare oggetti d'antiquariato e pelli di animali protetti.

Cosa vedere
A Ulaanbaatar meritano di essere visitati il museo d'arte, dov'è esposta una discreta collezione di dipinti dei più importanti artisti locali, il museo di Choijin Lama, detto anche museo della religione, il palazzo reale di Bogd Khan, e il templio buddista di Gandan. Gli appasionati delle scienze naturali non possono mancare di visitare il Museo di Storia Naturale, noto come "State Central Museum", dove sono allestite numerose vetrine con animali impagliati rappresentanti la fauna mongola, e alcune ricostruzioni dei dinosauri ritrovati nel deserto del Gobi, e il Museo della Caccia. Da non perdere, avendo un pò di tempo a disposizione, lo spettacolo del circo nazionale, conosciuto in tutto il mondo soprattutto per le esibizioni delle contorsioniste. Belle anche le danze Tsam, che talvolta vengono organizzate nei teatri.

Feste e manifestazioni
La più importante festa è il Naadam, che si svolge ogni anno dall' 11 al 13 luglio a Ulaanbaatar. Contemporaneamente in tutte le principali città della Mongolia si svolgono manifestazioni simili.

Fuso orario
Sette ore in più rispetto all'Italia. Anche in Mongolia dall'ultima domenica di marzo all'ultima di settembre è in vigore l'ora legale.

| Home | | Rock | Expeditions | Ice | Snow | TrekkingNews | Special | Forum | Mountaininfo | Expo | Lab
| Info | Newsletter
| English version |
Per suggerimenti, aggiornamenti e notizie: Planetmountain.composta
Copyright© Mountain Network s.r.l.
[include:'/incl/analytics.lasso',Encodenone]