TREKKING HOME
ITALIA - EUROPA

Itinerari

EXTRAEUROPEO

Trekking nel mondo

FERRATE

Dolomiti

CIASPE

Itinerari
 

Spedizioni

Libri, Guide, Video

Interviste

Panorami a 360°

Forum

Posta

Weblink

Search
introduzione
Trekking
Tre Colli
scheda
mappa
 
Nepal, Himalaya, trekking Makalu
Testi e foto di Manuel Lugli
Focusworldexpeditions


Introduzione

Nel lungo tragitto verso il campo base del Grande Nero, il Makalu
(8475 m), in dieci giorni si passa dalle calde colline di Tumlingtar, Kandbhari, Bothe Bash, poste tra i 400 e i 1000 metri di altitudine, ai passi nevosi dello Shipton La e del Tutu La, ad oltre 4000 metri di quota.

Si attraversano le tipiche colline terrazzate cosparse di risaie del Nepal, coltivazioni d’orzo e di banani per arrivare alle foreste piene di rododendri himalayani e magnolie giganti, fino ad incontrare una vera foresta tropicale nella lunga discesa sul fiume Arun.





E poi su di nuovo verso Tashigaon e lo Shipton La (4.170 m) ad incontrare le prime nevi, mentre man mano la vegetazione si dirada. Il passaggio oltre lo Shipton La e la discesa nella Valle di Barun, quella che conduce al campo base, segna un vero e proprio ingresso nella wilderness.

Nonostante un paio di piccoli punti di ristoro lungo il percorso - non sempre aperti - qui il cammino è lungo e abbastanza faticoso, ma sicuramente appagante per la grandiosità della natura che ci circonda. L’arrivo al campo base, posto sotto l’enorme morena del ghiacciaio Barun, è indimenticabile: Il Makalu è straordinariamente imponente, vicino, con la sua parete sud incombente e massiccia.

Insomma un’esperienza magnifica, lontano dai soliti, ultra affollati itinerari del Khumbu o dell’Annapurna. Qui si incontrano solo le spedizioni alpinistiche e pochi, determinati, trekkers.

Certo è richiesto un po’ più di impegno e spirito d’adattamento, talvolta bisogna sopportare pioggia e neve alle quote più alte, ma state certi che la Valle dell’Arun ed il Makalu rimarranno nella vostra mente e nei vostri cuori molto a lungo.


Estensione “Tre Colli”

Per i più preparati tecnicamente e fisicamente è possibile - tempo e neve permettendo - chiudere il trekking con una delle traversate più belle di tutto l’Himalaya, quella che dal campo base del Makalu, attraverso i Tre Colli: Sherpani Col, West Col ed Amphu Laptsa, conduce in circa sei giorni a Chukung, sotto l’Island Peak, e quindi nel Khumbu.

E’ un itinerario molto impegnativo – i passi sono all’incirca a 6.180, 6.150 e 5.800 metri di quota - che va affrontato con condizioni sicure di neve, con l’ausilio di alcuni portatori/guide, e richiede inoltre dimestichezza con alcune tecniche alpinistiche di base: uso di piccozza e ramponi, nodi e calate in corda doppia.

E' possibile, infatti, avere condizioni molto variabili, dalla neve alta fino al ghiaccio vivo nelle parti più esposte, questo a seconda ovviamente del stagioni. (Vedi programma alla fine dell’articolo).





Nepal, Himalaya, Makalu

Alba su Makalu



Si attraversano le tipiche colline terrazzate cosparse di risaie del Nepal, coltivazioni d’orzo e di banani per arrivare alle foreste piene di rododendri himalayani e magnolie giganti, fino ad incontrare una vera foresta tropicale nella lunga discesa sul fiume Arun.



Nepal, Himalaya, trekking Makalu

Incontri


L’arrivo al campo base, posto sotto l’enorme morena del ghiacciaio Barun, è indimenticabile: Il Makalu è straordinariamente imponente, vicino, con la sua parete sud incombente e massiccia.



Focus World Expeditions

| Home | | Rock | Expeditions | Ice | Snow | TrekkingNews | Special | Forum | Mountaininfo | Expo | Lab
| Info | Newsletter
| English version |
Per suggerimenti, aggiornamenti e notizie: Planetmountain.composta
Copyright© Mountain Network s.r.l.
[include:'/incl/analytics.lasso',Encodenone]