TREKKING HOME
ITALIA - EUROPA

Itinerari

EXTRAEUROPEO

Trekking nel mondo

FERRATE

Dolomiti

CIASPE

Itinerari
 

Spedizioni

Libri, Guide, Video

Interviste

Panorami a 360°

Forum

Posta

Weblink

Search
Annapurna trekking in Nepal
Ritorno

Il ritorno può essere effettuato(in caso di necessità) percorrendo, a ritroso, il percorso d’avvicinamento che in 3 o 4 giorni riporta a Pokhara
Oppure, volendo variare l’itinerario di rientro, sussiste la possibilità, una volta giunti a Gorepani,di collegarsi alla famosa valle del Kali Gandaki, chiudendo cosi ad anello il trekking, toccando delle altre località molto suggestive

home
introduzione
itinerario  1  2
Kathmandu
scheda tecnica
mappa                      
Il Machapuchare al tramonto
Il Machapuchare al tramonto


Salendo di quota la valle comincia ad aprirsi, la foresta a diradarsi e lo sguardo comincia a spaziare scoprendo impressionanti vedute del Gauri Shankar.


 Modi Khola

Tipico sentiero della valle del Modi Khola


Il villaggio di Bamboo
Il villaggio di Bamboo


Annapurna
L'Annapurna al tramonto visto da Tarapani




Rientro dall’Annapurna B.C.

1° giorno
Annapurna Base Camp – Chomrong
6/7 ore circa

Nel primo giorno del trekking di rientro si percorre a ritroso la parte alta dell’affascinante valle del Modi Kola, allontanandosi sempre più dai giganti che, solo poche ore prima, sovrastavano la nostra piccola presenza .
Durante la marcia si apprezza il ritrovato contatto con la lussureggiante vegetazione delle quote “basse “, che rende l’aria meno rarefatta e quindi più respirabile.

2° giorno
Chomrong – Ghorapani
7/8 ore circa

In questa lunga tappa del rientro dal grosso centro abitato di Chomrong ci si inoltra in una zona molto meno frequentata rispetto la valle che si è appena abbandonata; con centri abitati meno frequenti ed poco attrezzati, questa zona affascina proprio per la sua natura selvaggia che, specie vicino al paese di Tarapani (2720 m circa) impressiona con una stupenda foresta di rododendri alti più di 25 metri.
La tappa può interrompersi qui, ma consigliamo di proseguire fino a Ghorapani, sicuramente più accogliente rispetto a Tarapani.

3°giorno
Ghorapani – Tatopani
6 ore circa


A Ghorapani non si può mancare un escursione che, con il bel tempo, vi regalerà dei bei ricordi ed anche delle belle foto (se ne siete appassionati); si tratta dell’escursione a Poon Hill;
questo promontorio di circa 3200 metri è un esclusivo balcone naturale sullo spettacolo che ogni giorno all’alba si ripete.
Qui infatti molti escursionisti si recano per assistere al sorgere del sole, che con i suoi raggi colora la parete sud del Dhalaughiri ed anche quelle delle vicine Annapurna e Machapuchare, regalando una visione spettacolare ed insolita di queste montagne.
Subito dopo questa “mattutina ” escursione, si prosegue la tappa verso il paese di Tatopani, famoso per le acque termali raccolte in alcune pozze (Tatopani letteralmente significa acqua calda) poco lontane dal fiume che da il nome alla valle, il Kali Gandaki.
Le pozze, purtroppo, sono state distrutte da una recente frana dal monte antistante il paese, sfuma cosi la possibilità di un bel bagno caldo prima della fine del trekking.
Entrati in questa valle ,anch’essa molto frequentata dai trekker, si nota subito una maggiore densità abitativa, che ci fa sentire vicina la fine del trekking.

4°giorno
Tatopani – Galesawar
7 ore circa

Il lungo e faticoso, tratto in discesa ci porta, percorrendo la riva occidentale del Kali Gandaki, nel paese di Galesawar; dove si può trascorrere la notte nel comodo “River Side Lodge ” .
Molto interessante, ed accogliente per l pernotto, è il lodge che sorge a destra, subito dopo il ponte sul torrente.
Sono sconsigliati, durante il rientro a Pokhara, i lodge intermedi che si trovano lungo le tappe di discesa, data la loro scarsa accoglienza.

5°giorno
Galesawar – Beni
2 ore circa


Il trekking si conclude con, con una breve tappa a piedi che ci conduce fino al paese di Beni, dove a seconda delle finanze (e del coraggio!) si porta optare per un rientro in jeep od in autobus fino a Pokhara.

6° giorno
Pokhara

Consigliamo di trascorrere un giorno a Pokhara, prima del rientro a Kathmandu;
questo per poter assistere allo spettacolo che l’alba regala ogni giorno ai turisti più mattinieri, i quali si spingono sulla riva meridionale del lago Phewa per ammirare un indimenticabile scorcio dell’Himalaya che si specchia nelle limpide acque del lago di Pokhara.

| Home | | Rock | Expeditions | Ice | Snow | TrekkingNews | Special | Forum | Mountaininfo | Expo | Lab
| Info | Newsletter
| English version |
Per suggerimenti, aggiornamenti e notizie: Planetmountain.composta
Copyright© Mountain Network s.r.l.
[include:'/incl/analytics.lasso',Encodenone]