TREKKING HOME
ITALIA - EUROPA

Itinerari

EXTRAEUROPEO

Trekking nel mondo

FERRATE

Dolomiti

CIASPE

Itinerari
 

Spedizioni

Libri, Guide, Video

Interviste

Panorami a 360°

Forum

Posta

Weblink

Search
Annapurna trekking in Nepal
Annapurna trekking
Il versante est dell'Annapurna visto da una tappa del trekking di ritorno.



I Trekking,le spedizioni, i viaggi avventura… tutte cose molto eccitanti;
eppure non poche volte mi sono chiesto perché non cerco delle vacanze più “normali”, piuttosto che queste “fughe ”, sempre piuttosto impegnative per poter essere considerate delle semplici vacanze.




Annapurna trekking
La mole dell'Annapurna (8091 m.) vista dall'omonimo campo base



Qualcuno di mia conoscenza catalogherebbe me, e molti altri come me, nella cerchia dei “curiosi”;
identificando l’alpinista ,il camminatore ed il semplice viaggiatore come un incurabile “curiosus” di senechiana memoria



Annapurna trekking

Particolare dell'abitato di Kumron al tramonto





Annapurna trekking
Tipiche coltivazioni presenti nell'area della valle del Modi Khola


Il Machapuchare

Il Machapuchare (6993 m)


Il trekking giorno per giorno

Le tappe qui proposte, sono del tutto indicative,
e possono essere variate a proprio piacimento a seconda dell’allenamento e del tempo a disposizione.

Un'unica avvertenza per i frettolosi, non accorciate troppo le tappe, il tristemente famoso “mal di montagna “ è sempre in agguato.

home
introduzione
itinerario  1  2
Kathmandu
scheda tecnica
mappa                      

1° giorno
Kathmandu - Pokhara

Da Kathmandu a Pokhara in aereo o autobus (un’ora per l’aereo e 7/8, o più, per l’autobus).
Tra i due è da preferire il primo, data la qualità delle strade del Nepal.


2° giorno
Pokhara – Birethanti
20 minuti

Da Pokhara a Lumle in autobus (circa 4 ore d’autobus)
Da Lumle inizia il trekking vero e proprio che con una breve tappa d’ambientamento porta fino all’abitato di Birethanti, dove si trascorre la prima notte in uno dei lodge presenti in paese.

3° giorno
Birethanti – Kumron
6 ore circa

Da Birethanti, in leggera salita, si prosegue fino ad arrivare al centro del paese di Ghandrung (2000m circa), un paese dalla particolare architettura abitato dall’etnia Gurung.
Da qui, si prosegue in salita verso il passo di Kumron (2230 m circa), dove si può pernottare,godendo al mattino di una bellissima vista sulla valle.

4°giorno
Kumron - Sherpa lodge
6 ore circa

Questa breve, ma piuttosto faticosa, tappa ci porta a compiere un marcato saliscendi per attraversare una valle che sul versante orientale ospita lo Sherpa lodge, dove consigliamo di pernottare. Durante l’avvicinamento al posto tappa, si attraversa l’abitato di Chomrong, l’ultimo centro d’una certa importanza della valle del Modi Khola.
Presso l’accogliente punto tappa(gestito da tibetani), è possibile godere d’una stupenda vista sulla verdissima valle sottostante.

5° giorno
Sherpa lodge – Himalaya Hotel
6 ore circa

Da Sherpa lodge si prosegue, per salita dolce ma continua, verso nord costeggiando l’alveo del Modi Kola, attraversando i pendii terrazzati che ospitano le coltivazioni tipiche della zona: il riso ed il miglio.
Il percorso, in questa parte, attraversa delle zone molto belle di foresta equatoriale, con presenza di rododendri ad alto fusto, particolarmente belli durante la fioritura ad Aprile.
Lungo tutto il percorso sono dislocate innumerevoli case da tè presso le quali è possibile (e consigliabile) interrompere la tappa .Si prosegue passando l’abitato di Bamboo (2500m circa), posto molto vicino al fiume, cosi chiamato per la caratteristica vegetazione che lo circonda; dopo poco si giunge in vista del “Himalaya Hotel” (3000m circa) il famoso ,e solitamente affollatissimo, lodge della valle.
Una soluzione per ovviare ai problemi d’affollamento è quella di pernottare al Bamboo Lodge, oppure al Tomo Camping area attrezzata che sorge poco lontano dal lodge; altra soluzione da non scartare a priori è quella di portare con se una tenda da poter utilizzare nei momenti di necessità.

6°giorno
Himalaya Hotel – Machapuchare Base Camp
4/5 ore

Dall’ Himalaya Hotel si prosegue, muovendosi su di un terreno sempre più arido, verso il Machapuchare Base Camp posto a 3720 m di quota;
il lodge più accogliente sorge nei pressi della vecchia stazione metereologica tedesca.
Giunti a questo punto, siamo sotto l’ala protettrice del grande colosso del Machapuchare (6993m), indubbiamente una delle montagne più belle di tutto l’Himalaya, che con il suo profilo affilato ricorda molto il “nostro ” Cervino.
E’ per antonomasia la montagna sacra della zona, tant’è che non è neppure concesso scalarla, e a chi volesse provarci malgrado il divieto …beh chiedete alla gente del posto cosa vi aspetta come punizione.

7° giorno
Machapuchare Base Camp - Annapurna Base Camp
2 ore circa

Per la tappa finale del trekking che porta al cospetto di una delle montagne più alte della terra non servono molte ore d’avvicinamento, ma la tappa comporta comunque un certo impegno, data la quota alla quale si svolge.
Dal lodge si segue il sentiero ben segnalato che, attraversando un arida vallata, porta al campo base dell’Annapurna meta del trekking.
Il campo base dell’Annapurna è costituito da alcune costruzioni in mattoni, presso le quali è possibile pernottare; questo permette d’di risparmiare la levataccia necessaria per ammirare uno spettacolo unico,l’alba che indora l’Annapurna.

| Home | | Rock | Expeditions | Ice | Snow | TrekkingNews | Special | Forum | Mountaininfo | Expo | Lab
| Info | Newsletter
| English version |
Per suggerimenti, aggiornamenti e notizie: Planetmountain.composta
Copyright© Mountain Network s.r.l.
[include:'/incl/analytics.lasso',Encodenone]