TREKKING HOME
ITALIA - EUROPA

Itinerari

EXTRAEUROPEO

Trekking nel mondo

FERRATE

Dolomiti

CIASPE

Itinerari
 

Spedizioni

Libri, Guide, Video

Interviste

Panorami a 360°

Forum

Posta

Weblink

Search
BarcaTrek
5° giorno
Cala Luna - Cala Sisine
lasciata la barca, ci si dirige in direzione di Punta Onamarra attraverso la Badde Lopiru dove ovili in ginepro ed un superbo arco naturale nella roccia richiamano l’attenzione. Giunti al colle di Sa edda e eranu a 600 m. di quota si scende, sempre su ottimo sentiero, su Cala Sisine attraverso un fitto bosco di corbezzoli che, via via, lasciano il posto a contorti ginepri secolari.
A Cala Sisine, bellissima spiaggia di sabbia bianca incastonata tra pareti rocciose spettacolari, nel frattempo raggiunta anche dalla nostra barca, si ritorna a bordo.
Per la notte, sempre a Gonone, valgono le medesime considerazioni fatte per il giorno precedente.


dal 1° al 4° giorno
dal 5° all' 8° giorno

nel Bacu Sonnuli
6° giorno
Mudaloru - Cala Goloritze
si approda alla bell’è meglio nell’ansa di Mudaloru e, zaino in spalla, si risale il monumentale Bacu Madaloru una valle misteriosa percorsa nei secoli da pastori (molti gli ovili antichi) e carbonai che qui producevano, grazie all’ottimo legname reperibile, carbone che poi veniva imbarcato. Tracce di queste attività sono un po’ ovunque: un ponte sospeso in ginepro che attraversa una parete scoscesa o una vecchia “carbonaia” (uno spazio perfettamente piano e circolare dove per giorni e notti l’uomo addetto sorvegliava la lenta combustione del legname ricoperto di terra, che nei dintorni è, infatti, annerita ma fertilissima tanto da presentare le carbonaie come piccoli giardini fioriti ordinatamente inseriti nel primordiale disordine di questi luoghi).
Al sommo della valle del Bacu Mudaloru si valica la Serra e Molimentu a 410 m. di altitudine per calare lungo la valle di Boladina percorrendo a ritroso un tratto del difficile itinerario Sentiero blu.
Dove la valle s’inserisce nel Bacu Goloritzé un salto roccioso sbarra il cammino ed una breve calata a corda doppia rende tutto più sicuro in luogo di una spericolata arrampicata in discesa. Dopo 5 minuti si giunge a Cala Goloritzé ai piedi del Monte Caroddi o Aguglia, magnifico obelisco di 150 m. conficcato nel terreno di un luogo magico: andate a vederlo e non lasciate traccia del vostro passaggio.
Da Cala Goloritzé la barca consente di visitare il suggestivo tratto di costa fino a Porto Quau, un lungo fiordo naturale dove l’uomo non ha toccato nulla. Qui si può trovare riparo per dare l’ancora che veglierà sul nostro sonno.


Bacu Mudaloru
Ovile
7° giorno
Portu Quau - Pedralonga
si naviga alla volta della poco distante Cala Goloritzé da dove ha inizio una nuova interessante escursione lungo il Bacu Canale Bacu Canale dove si trova uno dei piu` inaccessibili ovili di tutto il territorio di Baunei.
Ci si arrampica sulla punta Salinas, 466 m., per accedere a quello che sicuramente è uno dei più suggestivi balconi panoramici della costa. Da qui si guadagna la sella di Pissu ’e Serra per dirigersi, con percorso suggestivo, verso Cuile Duspiggius, un ovile abitato che gode di una superba vista sul golfo di Arbatax. Si scende poi, con percorso incredibile lungo la cengia di Punta Giradili, fino alla piana di Forrola al cospetto della guglia di Pedralongo dove il ventre materno della nostra barca ci aspetta per l’ultimo tratto di navigazione. Raggiunta S. Maria Navarrese il suo porticciolo si propone per la notte. L’escursione è terminata e questo dispiacerà a tutti.



Portu Quatu
8° giorno
S. Maria Navarrese - Arbatax
si fanno i bagagli mentre si naviga verso il porto di Arbatax magari non senza avere consumato un piatto di spaghetti alle vongole e qualche dolce locale. Nel porto poco distante il ventre spalancato del traghetto ci riporta in continente dove potremo passare altre notti a sognare altre isole… questa compresa.


pranzo sul Brichetto
| Home | | Rock | Expeditions | Ice | Snow | TrekkingNews | Special | Forum | Mountaininfo | Expo | Lab
| Info | Newsletter
| English version |
Per suggerimenti, aggiornamenti e notizie: Planetmountain.composta
Copyright© Mountain Network s.r.l.
[include:'/incl/analytics.lasso',Encodenone]