Home page Planetmountain.com

arrowSpecialarrowBooksarrowDeserti

Deserti
Deserti
di Carla Perotti
SCHEDA LIBRO / info:
  • EDITORE: Corbaccio
  • PREZZO: 26.000
  • PAGINE: 206
  • ANNO: 1998
  • LINGUA: Italiano
  • TIPOLOGIA: Narrativa
  • ATTIVITÀ: Avventura
  • ISBN: 88-7972-281-6

Deserti

di Carla Perotti / Corbaccio

Tenéré, Salar de Uyuni, Kalahari, tre zone desertiche, ognuna con una sua particolarità. Carla Perotti le ha attraversate tutte, compiendo delle vere imprese.

RECENSIONE a cura di Vinicio Stefanello

Deserti, luoghi aridi ed isolati. Queste terre inospitali da sempre rappresentano la difficoltà del vivere, il silenzio e la meditazione. Come ideali transiti, per una qualche "terra promessa" materiale o spirituale, sono da secoli immutati testimoni della storia della terra e degli uomini. Forse per tutto questo, o nonostante tutto questo, i deserti, come il mare e la montagna (in qualche modo "deserti" anch'essi), popolano i sogni di molti uomini e donne che ne sono irresistibilmente attratti. Un’attrazione che l’autrice di questo libro, esploratrice e documentarista, ha sicuramente avvertito come desideri a lungo covati e irrinunciabili, divenuti realtà con l'attraversamento dei deserti del Tenéré, dello Shalar de Uyuni e del Kalahari. Tre storie, tre avventure eccezionali e diverse come i territori che ne sono protagonisti, a ciascuna Carla Perotti ha dedicato uno dei capitoli di questo suo primo libro. L’autrice, come in un diario, racconta gli avvenimenti, le difficoltà ed i sentimenti che hanno caratterizzato di volta in volta l’attraversamento a dorso di dromedario del Tenéré al seguito di una carovana del sale dei mitici Tuareg, la solitaria traversata a piedi dello Shalar de Uyuni il più alto lago salato della terra, l’incontro con il popolo boscimane e l’attraversamento con il loro aiuto e sempre a piedi del Kalahari. Dal racconto traspare, quasi con una certa monotonia, la caparbietà e la forza di volontà richieste alla protagonista da queste imprese, la sua capacità di concentrarsi verso la meta ma anche - come dei lampi che squarciano il testo - irrompe l’essenza stessa del deserto attraverso lo stupore per i cromatismi delle sabbie allo scambiarsi del sole con la luna, la naturalezza ed il fascino delle genti del deserto compagne d’avventura della protagonista, l’atavica paura scatenata dal ruggito del leone o l’incredibile solitudine provata nello Shalar de Uyuni. E’ soprattutto per quest’ultimo aspetto che Deserti, già dal titolo e al di là delle imprese che racconta, ha il potere di esercitare quella particolare malia che solo i territori selvaggi e carichi di storia e mistero evocano da sempre.

Condividi questo articolo

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • La beffa
    Portare Camalot dal 0.3 fino al #1, anche qualche stopper. L ...
    2014-07-18 / Luciano Calvelo
  • Spigolo Ovest - Wiessner - Kees
    Percorsa nel 1978, ma la ricordo perfettamente. Via all'alte ...
    2014-07-13 / renzo%20 Bragantini
  • Spigolo Nord Ovest
    Ripetuta qualche anno fa. Salita magnifica in ambiente stupe ...
    2014-07-12 / renzo%20 Bragantini
  • Spitagoras
    Bella via su roccia da buona ad ottima. Chiodatura da via al ...
    2014-07-07 / Niccol%C3%B2 Antonello