Home page Planetmountain.com

arrowRock arrowVie arrowFuga dal Guado

Fuga dal Guado

Primi salitori: Marco Dellanoce e Simon Grosjean, agosto 2012
Scheda a cura di: Simon Grosjean
Area: Alpi Graie, Gruppo: Cogne, Cima: Torre di Vincenzo, Quota: 1984m, Stato: Italia, Regione: Valle d'Aosta

Fuga dal Guado si sviluppa in ambiente decisamente selvaggio e isolato, complessivamente la via segue la linea più logica della Torre percorrendo una fessura che, salvo qualche pezzo, è continua dalla base alla cima. La roccia è di più che buona qualità e le difficoltà continue e mai banali. Arrampicata piuttosto esposta e l'ascensione nel complesso richiede un certo ingaggio. La via è stata aperta interamente dal basso mettendo un solo spit al terzo tiro in un passaggio chiave (6c).

ACCESSO GENERALE

La Torre di Cento si trova sulla destra orografica della Valle di Cogne all'altezza della presa dell'acqua della CVA, al quattordicesimo km della strada regionale SR47. Salendo da Aymavilles per la strada regionale, dopo il paravalanghe “l'Oursa”, in concomitanza della presa dell'acqua della CVA sulla sinistra, prendere la stradina che scende prima della curva e parcheggiare (parcheggio privato della compagnia) di fronte all'edificio.

Per chi arriva da Cogne, dopo il paravalanghe "Sisoret", scendere per circa 1 km e subito dopo una curva a gomito verso sinistra, imboccare la stradina sulla destra che porta alla centrale della CVA, a valle della strada.

ACCESSO

Attraversare il torrente (vd. nota 1) nel punto più comodo. La Torre rocciosa si vede sopra in linea d'aria. Risalire direttamente il canale erboso per 20 min circa, fin quando si incontra una traccia di animali in bosco di conifere che taglia in orizzontale. Seguirla a sinistra per uscire dal canalino e portarsi su di una dorsale erbosa. Risalire il pendio (qualche decina di metri) fino ad una pietraia posta alla sinistra. Attraversarla puntando verso la parte alta. Alla fine di questa rientrare nel bosco e salire per la linea della massima pendenza fino ad arrivare alla base della Torre. A questo punto, seguendo una traccia sulla sinistra in qualche decina di metri si arriva alla base della via su di un'ampia cengia erbosa.
Dalla cengia sono visibili 2 fessure che si incontrano a circa due terzi della prima lunghezza. La via parte dalla fessura di sx, più piccola e quasi sotto la verticale della sosta. (la fessura di dx è una variante).

ITINERARIO

L1: (tirocinio): (6b+) Fessura abbastanza lineare fino ad un tetto un po' atletico. Dopo la parete si appoggia leggermente fino ad arrivare ad alcuni blocchi dove la roccia si fa leggermente più friabile. Seguire il diedro-fessura che sale a sinistra fino alla comoda sosta a spit su cengetta.
L2:(blocco psicologico): (6b) Risalire il diedro un po' sporco fino al tetto che si supera con buone prese, verso dx. Continuare lungo la fessura in diagonale con piedi delicati.
L3: (un anno dopo): (6c) Partenza un po' da valutare, delicata di piedi. Riprendere un diedro con buone e piccole fessure fino ad arrivare ad un bordo obliquo (con uno spit, unico nella via) che porta verso destra. Passaggio chiave tecnico. Risalire i piccoli strapiombi portandosi poi a destra. Infine tagliando a sinistra si risale una fessura che in breve tempo conduce alla sosta finale.
Da qui si può poi raggiungere la vetta della Torre di Cento in facile arrampicata (III) di qualche metro.

DISCESA

Due doppie su S3 e S2 con sosta a spit. Per il rientro seguire l'itinerario di salita.

MATERIALE

Mezze corde da 50 m, serie di friend (tricam, fino al 3 camalot, raddoppiare le misure medio-piccole), nut

NOTE

L'attraversamento del fiume può risultare assai complesso soprattutto in primavera e inizio estate per l'abbondanza di acqua. In caso di molta acqua suggeriamo di passare sopra il ponte della presa dell'acqua e di calarsi dall'altro lato, usando la staccionata come sosta, lasciando poi la corda fissa da riutilizzare per il ritorno. Fate attenzione perché durante la giornata il livello dell'acqua può aumentare anche di molto e può dunque risultare indispensabile la corda di cui sopra per la risalita del muro della presa.
PS: Stiamo valutando un nuovo avvicinamento, appena disponibile ve lo comunicheremo. Al momento si suggerisce di percorrere la via da fine Agosto-Autunno causa acqua nella Grand Eyvia. Tempo necessario: 45 min.

Condividi questo articolo

COMMENTI per l'itinerario "Fuga dal Guado"

Nessun commento per l'itinerario Fuga dal Guado

Scheda / itinerario
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

DIFFICOLTÀ

6c

DIFFICOLTÀ OBBLIGATORIA

VII obbligatorio

VERSANTE

Sud-Est

LUNGHEZZA DISLIVELLO

90m

VOTA / itinerario
VOTO MEDIO UTENTI:
stella stella stella stella stella
Aggiungi la tua valutazione
COMMENTA / itinerario

AREA PERSONALE

Inserite email e password scelte al momento della registrazione:

Username:

Password:


RICERCA vie d'arrampicata

GRUPPO

Cima

Nome itinerario

Altri itinerari pubblicati
EXPO / Prodotti
Lizard # Kross Evo
Kross Evo
Icebreaker # Atom LS Zip Hood
Atom LS Zip Hood
AKU # Bellamont MID GTX
Bellamont MID GTX
Ortovox # Tour 32+7 ABS
Tour 32+7 ABS
Climbing Technology # RollNlock
RollNlock
Ferrino # Radical 30
Radical 30
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Campanile di Val Montanaia - Via Normale
    Per precisazione:"la sosta a spit" si incontra sul secondo t ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Evergreen
    Ho salito la via questa estate e naturalmente ci siamo conge ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Rataplan
    Ripetizione del 20.09.2014L1 6c bella fessura non banale pe ...
    2014-09-23 / oscar meloni
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello
COVER
The Rectory e Castelton Tower
arch. Desert Sandstone Climbing Trip 2014