Home page Planetmountain.com

arrowRock arrowVie arrowLe Feu Sacrè

Le Feu Sacrè

Primi salitori: Cambon-Fiaschi, 1987
Scheda a cura di: Alessandro Superti
Area: Brianconnais, Gruppo: Massif des Cerces, Cima: Tour Termier, Stato: Francia

Continuità e costante esposizione rendono questo itinerario uno dei più validi di tutta la zona. La Tour Termier è abbastanza appartata e distante dalla strada; questo fattore, unitamente alla quota, ne determina il carattere prettamente alpino. L’arrampicata è tecnica, raramente faticosa, ed è costituita da una successione entusiasmante di passaggi esterni, che seguono le conformazioni naturali di una roccia rugosissima e lavorata.

ACCESSO GENERALE

Dal nord Italia si raggiunge Torino e la Val di Susa (indicazioni Frejus) con autostrada fino a Oulx. Dopo l'ultimo casello si prende il bivio per il Monginevro/Sestriere; a Cesana Torinese si imbocca a destra la strada che con pochi tornanti porta a Claviere e al passo del Monginevro (1854 m); la discesa sul versante francese è più tormentosa. A Briançon si giunge ad una rotonda, dove si svolta a destra, in direzione Col du Lautaret - Grenoble (RN91); dopo pochi chilometri si attraversa il paese di Chantemerle (deviazione per il Col du Granon e Col de Buffère); successivamente quello di Monetier les Bains (ultimo centro importante della Val de la Guisane).Il paesino di Le Lauzet, costituito da poche case, è su una stradina parallela alla RN91 e si raggiunge svoltando a sinistra poco prima di Pont de l'Alpe, dove parte il sentiero per la Aiguillette du Lauzet.In rapida successione si trovano i parcheggi per La Lauziere e l'Eperon de la Route, la Tete Colombe e la Tour Termier.Da Torino circa 130 Km.

ACCESSO

Superato Pont de l'Alpe si continua verso il Col du Lautaret. Poco prima della galleria paravalanghe, denominata "La Marionnaise", si stacca sulla destra una piccola strada sterrata, che si può percorrere solo per qualche centinaio di metri perché in pessime condizioni. Conviene parcheggiare sulla RN91, ad una quota di 1998 m. Seguendo la sterrata dopo due tornanti si imbocca a destra una traccia pianeggiante che si segue fino ad un torrente. Salendo per pascoli e pietraie su sentiero incerto e facile da smarrire si perviene al pianoro detritico sottostante la parete; attraversata una zona di blocchi si giunge alla base. La via attacca a sinistra dell'evidente spaccatura che caratterizza la Tour Termier, nei pressi di un diedro verticale ad una quota indicativa di 2700 m. Recentemente dovrebbe essere stato attrezzato un accesso veloce (’50) direttamente dalla strada che sale al Col du Galibier (informazioni presso l’ufficio guide di Villeneuve la Salle).

DISCESA

Con otto calate lungo la via.

MATERIALE

Ottima attrezzatura a fix e spit.12 rinvii, eventualmente qualche dado e friend piccolo, casco.10 lunghezze.

Condividi questo articolo

COMMENTI per l'itinerario "Le Feu Sacrè"

20-09-2005, Andrea Verlicchi
Via su roccia fantastica.Chiodatura perfetta e abbondante.Attenzione alla S3:meglio non fermarsi alla prima sosta che si incontra e che può indurre a salire subito, dietro una grossa scaglia staccata, lungo un tratto molto duro di roccia rossastra seguendo una fila di spit che però si interrompe al quarto (con anello di calata).Spostarsi invece facilmente a sinistra sulla cengia di circa 8-10m. per raggiungere la S3bis (sosta con cordino di giunzione tra 2 spit). Da qui parte il bel tiro di 6b+ subito identificabile.La temperatura era ideale con sole tutto il giorno.Fantastica la vista sulla Meije alle spalle. Via da non perdere. Non sottovalutare la continuità dei tiri! Forse non 7a pieno il settimo tiro.
21-09-2004, Matteo Matteo
La via è molto bella e merita sicuramente una ripetizione.La roccia è sempre ottima e la linea seguita è bella peccato che a questa via manchi un po' di ingaggio.....gli spit sono a distanza da falesia.I gradi li ho trovati piuttosto larghi il tiro più duro sarà 6c/6c+.
04-10-2002, Alberto Tomasi
Via molto bella con chiodatura ottima tranne il tiro di 6c in alto malchiodato e sottovalutato. In assenza di neve è molto bella la discesa a piedi fattibile in scarpe da ginnastica in 40 min.Sole dopo le 11.00
22-07-2002, marco
via continua, verticale,ben protetta, su roccia unica; in generale entusiasmante. Si arrampica dall'inizio alla fine su difficoltà mai banali. Discesa in doppia logica e veloce soprattutto se si utilizzano gli ancoraggi a sinistra della via
10-07-2002, Alessio Chiappino
Bella e continua, stupende la 4^-5^ e la 9^ lunghezza. Casco obbligatorio, è preferibile calarsi sulla via se non ci sono cordate al seguito.
09-07-2002, Marco
Se evitate la domenica, potrete gustare a pieno la bellezza di questa via, altrimenti preparatevi ad attese snervanti e a scariche di sassi.
31-08-2001, Elvio Lagomarsino
Assolutamente consigliabile,il 7a è chiodato benissimo, incompenso il penultimo tiroè lunghissimo e secondo me un pòsottovalutato...
28-08-2001, guido tacchini
via bellissima. la discesa e meglio farla a piedi scendendo a destra. seguire una traccia ed è molto veloce. 45m circa.prendete scarponi e lasciate lo zanio all'inizio dello zoccolo prendere a dx un sentiero che porta alla via sotto la parete
27-08-2001, Silvia Labozzetta
Dal tornante sotto il Colle del Galibier c'e' il sentiero che in quota porta quasi alla torre. E' MOOOOLTO meglio che salire dal tunnel sotto, come indicato nella guida "vecchia"!!!!(A meno che non ci si voglia dare una sferzata alle gambe)
17-07-2001, Alessandro Superti
Nel suo genere una delle più belle salite dell'arco alpino
17-07-2001, Christian K.
Roccia senza pari, continuita' nei gradi e nell'esposizione e buone protezioni fanno di questa via un itenerario immancabile, memorabile e di grandissima soddisfazione.
Scheda / itinerario
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

DIFFICOLTÀ

7a o 6b+/A1

DIFFICOLTÀ OBBLIGATORIA

6b

VERSANTE

Sud-Ovest

LUNGHEZZA DISLIVELLO

350m

LINK ZONA

Vai all'articolo

VOTA / itinerario
VOTO MEDIO UTENTI:
stella stella stella stella stella
Aggiungi la tua valutazione
COMMENTA / itinerario

AREA PERSONALE

Inserite email e password scelte al momento della registrazione:

Username:

Password:


RICERCA vie d'arrampicata

GRUPPO

Cima

Nome itinerario

Altri itinerari pubblicati
EXPO / Prodotti
Lizard # Fin Leather 3S
Fin Leather 3S
adidas # Giacca Terrex Hybrid Soft Shell Uomo
Giacca Terrex Hybrid Soft Shell Uomo
Petzl # Luna
Luna
Salewa # Pantalone Salewa Capsico
Pantalone Salewa Capsico
Icebreaker # Atom LS Zip Hood
Atom LS Zip Hood
Wild Climb # Dadu's Plus
Dadu's Plus
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello
  • Chimera Verticale
    Ripetuta il 29 agosto 2014 con Martin Dejori. Bellissima via ...
    2014-08-30 / Alex Walpoth
  • Costantini - Apollonio
    Caro Checco, gli spit sono rispuntati, qualcuno in sosta, qu ...
    2014-08-29 / Angelo Bon
  • Diretta Consiglio
    Salita tanti anni fa, nel 1969, ovviamente senza friend (che ...
    2014-08-18 / renzo%20 Bragantini