ROCK HOME
VIE IN DOLOMITI

Itinerari

VIE DI PIÙ TIRI

Itinerari

FALESIE

Italia

Europa - mondo

BOULDER

Luoghi - Interviste

Competizioni

COMPETIZIONI

Articoli - Interviste

Risultati e calendario

MURI

Strutture artificiali
 

Spedizioni

Libri, Guide, Video

Interviste

Posta

Forum

Weblink

Search

Climbing in USA 2008
Viaggio arrampicata in Colorado, Utah e Wyoming

di Elio Bonfanti

Avevo già promesso alla mia compagna che avremmo trascorso le vacanze in Perù andando su e giù per la Cordillera Blanca quando, una domenica, mi sorprendo a rispondere di sì a Riccardo Olliveri che mi proponeva di seguirlo negli Stati Uniti. Accidenti a me, ora come lo spiego alla padrona di casa? Il viaggio di ritorno a casa l'ho passato studiando il modo migliore per giustificarle il fatto che in quattro e quattr'otto ma soprattutto senza interpellarla le avevo sfilato di sotto al sedere l'aereo per Lima dirottandolo su Denver. Alla fine il cambio favorevole mi sembrava la giustificazione su cui puntare e così mi giocai tutto su questo. Bingo: si parte.

Al ricordo di una via che feci a Toulomne Meadows nella notte dei tempi ora si sovrappongono i nuovi obiettivi di questo viaggio, così il Diamond e la Devil’s Tower diventano i protagonisti delle mie giornate. Purtroppo la ricerca delle relazioni, neanche si trattasse di una sperduta vallata dell'Afghanistan, è incredibilmente più difficile del previsto e quindi partiamo allenatissimi ma armati di poca documentazione e nonostante una meticolosa preparazione, durante i primi giorni di vacanza ci troviamo spesso a ripetere il seguente ritornello: "Però quanto sono bravi 'sti Americani".

Quindi dopo essermi ripetutamente appeso su alcuni tiri di 5.9, che tradotto in scala francese risulta essere un umiliante 5b, decido di sospendere la lettura delle guide comperate in loco dove su alcune vie il grado 5.10 scary (pauroso) la faceva da padrone, e mi abbandono ai voleri di Riccardo che padroneggiando gradi ben superiori ai miei mi permette di fare salite insperate e mi evita di fare troppe brutte figure. Uno degli obiettivi della vacanza era il Diamond, ma una bella nevicata estiva… di 40 cm ce l'ha precluso. Peccato dovremo tornarci!

Le tappe del viaggio
Il nostro viaggio si è sviluppato tra Colorado, Utah e Wyoming che abbiamo unito con un anello di circa 4000 km percorsi tra la fine di Luglio e l'inizio di Settembre. Queste le nostre principali tappe:

Eldorado Canyon / Colorado. Dato che per l'arrampicata è considerato uno dei posti più importanti al mondo ed è la più famosa area di scalata della zona, l'Eldorado Canyon necessita di un po' di introduzione. Le pareti sono costituite da un porfido ripido e bello e le pareti sono alte sino a 300 m. La parete più importante è la Redgarden wall che oltre ad essere la più alta è quella che vanta il maggior numero di itinerari classici. Molte di queste vie sono state salite negli anni 60 da Layton Kor, insieme a scalatori, come Pat Ament e Larry Dalke. Gli anni 70 hanno visto poi le prime ascensioni in libera di questi itinerari da parte di scalatori, come Steve Wunsch, Roger Briggs, Jim Erickson, e Duncan Ferguson. Negli anni 80 poi, sono ancora stati aperti alcuni nuovi itinerari di pregio ma non più importanti come i precedenti. L'arrampicata nell' Eldorado Canyon è generalmente difficile e richiede una certa abitudine al vuoto che unito ad una diversa qualità della roccia può a prima vista creare qualche imbarazzo. Il poco materiale in posto non è sempre di prima qualità ed anche questa componente non potrà che aggiungere pepe alla vostra salita ed una eventuale caduta su alcuni itinerari tipo la Naked edge è poco consigliabile. Tra gli itinerari più gettonati sicuramente la Bastille crack è uno di quelli da non perdere unitamente alla già menzionata Naked edge ed alla bella Calypso con variante Reggae ( consigliata per i principianti… ) provare per credere.

Climbing in Usa, El Matador, Devil's Tower

Lumpy Ridge / Colorado. La Lumpy ridge è costituita da una serie di strutture rocciose poste in sequenza e ben visibili dalla cittadina di Estes park dove si possono trovare sistemazioni per ogni tipo di tasca. Dal camping Koa agli hotel di lusso. Nel centro commerciale è possibile approvvigionarsi di quanto serve per un soggiorno confortevole in questa località molto carina che è posta all' ingresso del parco delle Rocky mountain. Le pareti non sono molto alte ed offrono itinerari che vanno dalle due alle cinque o sei lunghezze e data la quota è possibile fare delle piacevoli arrampicate anche in piena estate. Il granito di cui sono composte è di ottima grana,le fessure sono lineari e perfette e nella parte alta il dilavamento dell' acqua ha contribuito al loro arrotondamento. La storia arrampicatoria inizia attorno agli anni 60 e negli anni 70 avranno luogo alcune bellissime realizzazioni tra le quali proprio J crack e Osiris che vengono presentate in questa raccolta. Si può arrampicare tutto l'anno ed il meglio lo si può avere nei mesi tra Aprile e ottobre. Prestare attenzione ai temporali estivi. La struttura che nell'opinione di molti è la più interessante e quella chiamata the Book che ha, oltre a molte fessure ad incastro di mano e di dita, qualche itinerario di muro piuttosto selettivo liberato addirittura da Tommy Caldwell. Alcuni itinerari raggiungono i 250 metri ma se il tempo non promette meraviglie è possibile dedicarsi ai monotiri che sono anche numerosi.

Mount Evans / Colorado. Questa è una bella zona di montagna con un avvicinamento minimo, dove è possibile fare sia stupende salite lunghe sino a 450 m risolvibili in tempo per il pranzo, che lanciarsi in una avventura di arrampicata artificiale a 4000 m di altitudine il tutto su un granito perfetto. Nella zona troviamo itinerari in arrampicata libera come Jabba the Hut, Cheap Data, Road Warrior, Good Evans (talvolta un po' trafficata ) Nei dintorni ci sono altre strutture con numerosi itinerari dei quali si possono trovare documentazioni in zona. Data l'altitudine si raccomanda di fare attenzione ai temporali.

Devil's Tower /Wyoming . A riguardo della sua caratteristica forma, una delle varie ipotesi dei geologi, insiste sul fatto che la Devil's Tower possa essere un batolide di roccia derivante da un' intrusione di magma fra rocce fratturate e che proprio queste ultime unitamente a pressioni e temperature particolari abbiano contribuito alla sua modellazione.. Il minerale (Phonolite) è particolarmente ricco di cristalli e di feldspati ed è quindi molto abrasivo. La presenza poi di molte fessure unitamente alla perfezione delle linee della torre, fa sì che ogni anno, giungano da ogni parte del mondo, migliaia di arrampicatori per cimentarsi su di essa. Le fessure, (che sono belle ed uniformi), offrono un arrampicata sostenuta e tecnica ed essendo tutte parallele e rettilinee permettono di arrampicare quasi senza l'attrito delle corde; talvolta però, sono necessari più friends della stessa misura per proteggersi adeguatamente. La via più facile per raggiungere la cima della torre è la Durrance che è valutata ( 5.7 ) ma che anch' essa per non smentire i gradi americani risulta essere ben più difficile di ciò, il tiro chiave noi lo valuteremmo un bel 6a+ e non un umiliante 5a come dicono loro…!. Normalmente gli itinerari gradati attorno al ( 5.8 ) percorrono fessure fuori misura, quelli gradati ( 5.9 ) sono da riferirsi a vie ad incastro di mano e quelli oltre il ( 5.10 ) sono generalmente ad incastro di dita. Ci sono molte vie classiche che meritano di essere ripetute e tra queste la Walt Bailey memorial e One way Sunset sono tra le più gettonate. Purtroppo in alcuni settori la qualità della roccia della parte superiore non è delle migliori pertanto molti itinerari sono attrezzati per le calate in doppia in modo di poter essere percorsi solo parzialmente. Dalla cima esistono ormai molti punti di calata attrezzati per i quali sono necessarie due corde da 60 metri ma è necessario prestare molta attenzione in quanto è facile che le doppie si incastrino.

[loop:$tot] [/loop]
ITINERARIO DIFF. BELLEZZA
[loopcount]. [var:'nome_itinerario'+(loopcount)] [var:'diff_itinerario'+(loopcount)]


Portfolio
Introduzione
Climbing in Usa, El Matador, Devil's Tower
Sopra: Wodawoo 5.11d
A sx: Elio Bonfanti su L2 di El matador - Devil's Tower (ph arch. Riccardo Ollivero)
logistica
Il noleggio dell'auto suggeriamo di farlo direttamente dall'Italia tramite internet; noi ad esempio abbiamo noleggiato una vettura di piccola cilindrata e per tutto il periodo abbiamo speso circa 550 dollari. Per quanto riguarda i pernottamenti è facile trovare ottime sistemazioni in Motel per due persone in Queen bed a partire da 45 dollari ed è comunque consigliabile trattare il prezzo. Data poi la tradizionale usanza del Barbecue in quasi tutti gli alberghi è possibile cucinarsi qualcosa per conto proprio salvaguardando sia portafogli che stomaco in modo impeccabile. Alcuni campeggi poi dispongono anche di Cabin o noleggiano le tende.

Negozi attrezzature
In questi negozi è possibile trovare tutte le guide di arrampicata, il materiale, avere info dettagliate e talvolta trovare compagni di cordata
- Neptune Table mesa shopping Center - 633 South Broadway - Boulder. neptunemountaineering.com - Mountain equipment Ouray


Rocky mountain info
Per quanto riguarda le salite da effettuare nel parco delle Rocky mountain raccomandiamo di fare attenzione ai temporali pomeridiani che sono piuttosto cattivi. Per il resto divertitevi a scalare e a piazzare friends e nuts ma non dimenticatevi che: “sti Americani sono proprio bravi”…!
Naked edge
Riccardo Olliveri su L5 di Naked edge (ph E. Bonfanti).
Alcune salite effettuate
- Black canyon of the Gunnison river (Leisure Climb 5.10d)
- Taylor Creek, Gunnison (tra le altre 5.11d)
- Lumpy Ridge (fat city, j crack, outlander 5.11d, Romulean route 5.8)
- Eldorado Canyon (Naked Edge 5.11b, Calypso + Reggae 5.8)
- Boulder Creek (5.12a)
- Devil's Tower (tra le altre, Matador, One way sunset, New wave 5.11a, Durrance 5.7)
- Vedawoo (Friday the 13th, … 5.11b)
- Indipendence Pass (… 5.13a)
- Mt Evans (good evans 5.11a)
- Indipendence Monument (via Otto 5.9)
- Cob Rock (North face center 5.7)
- The Dome (prelude to King Kong 5.9+)
- Ouray (Pool wall 5.10 )
| Home | | Rock | Expeditions | Ice | Snow | TrekkingNews | Special | Forum | Mountaininfo | Vetrina | Lab
| Info | Site map | Newsletter
| English version |
Per suggerimenti, aggiornamenti e notizie: Planetmountain.composta
Copyright© Mountain Network s.r.l.