LAB HOME
TECNICHE

Consigli e tecniche

MATERIALI

Attrezzatura e materiali
 

EXPO

Search

Spedizioni

Libri, Guide, Video

Panorami a 360°

Forum

Posta

Weblink
Freni per l'assicurazione in arrampicata
- Introduzione
- coll. in serie
- coll. in parallelo
- altri collegamenti
- discesa in doppie
- materiali
SOSTA CON DUE SPIT NON COLLEGATI FRA LORO
Possiamo collegare i due spit in serie o in parallelo, a seconda che la nostra cordata proceda a comando alternato oppure no. Per semplicità consideriamo sempre una cordata formata da due persone, con corda singola.

COLLEGAMENTO IN PARALLELO
Gli spit sono collegati tra loro con un cordino o fettuccia.
Questo sistema è più comodo se non si procede a comando alternato (è molto utilizzato anche su terreno tradizionale perchè consente di ripartire il carico tra i due punti della sosta).

manovre del primo di cordata quando raggiunge la sosta
(la cordata non procede a comando alternato):

posiziona un rinvio (B) nello spit più alto e si autoassicura con un barcaiolo sulla propria corda nel moschettone più basso, prima di effettuare le altre operazioni (foto 5).

passa nel secondo spit un moschettone (C) e collega questo con il moschettone alto del rinvio (B) grazie ad un cordino o una fettuccia (foto 6)

posiziona poi un moschettone a ghiera (A) al centro della sosta. Il moschettone deve passare nell’asola ottenuta girando uno solo dei due rami di cordino o fettuccia, prendendo contemporaneamente il secondo ramo del collegamento, in questo modo il moschettone non fuoriesce dal collegamento nel caso di rottura di uno dei due ancoraggi di sosta. Quindi si autoassicura effettuando un barcaiolo sulla propria corda (può ora rimuovere l’autoassicurazione preparata provvisoriamente sul rinvio B) (foto 6 e 7)

posiziona la placchetta autobloccante nel moschettone a ghiera (A) per recuperare il compagno. Il moschettone della placchetta autobloccante dovrebbe lavorare sul lato chiuso del moschettone a ghiera (A), ovvero quello senza la leva di apertura
(foto 3).

manovre del secondo di cordata quando raggiunge la sosta:

si autoassicura con un moschettone a ghiera (D) posizionato al centro della sosta esattamente come il moschettone (A) del compagno
consegna il materiale e si prepara nuovamente a fare sicura in vita
chi parte per il tiro sucessivo deve subito passare il rinvio (B) prima di togliere la propria autoassicurazione




COLLEGAMENTO IN PARALLELO
Pro
Con questo tipo di collegamento, è possibile scegliere ad ogni sosta chi effettuerà la lunghezza di corda sucessiva. È un sistema abbastanza semplice e molto diffuso, utilizzabile in molti casi anche su terreno tradizionale, perchè la mobilità del collegamento consente di ripartire i carichi sui singoli punti della sosta.
Contro
Questo collegamento richiede una maggiore attenzione:
- l’angolo formato dai rami di collegamento della sosta deve essere acuto! (foto 7)
Prevedete un cordino o fettuccia ad alto carico di rottura, abbastanza lungo, in ottime condizioni e correttamente annodato. Si consigliano gli anelli di fettuccia chiusi con cuciture testate.
- un ramo del collegamento deve essere “girato” prima di posizionare il moschettone a ghiera (A); in questo modo il moschettone non fuoriesce dal collegamento nel caso di rottura di uno dei due ancoraggi di sosta (foto 6).

| Home | | Rock | Expeditions | Ice | Snow | TrekkingNews | Special | Forum | Mountaininfo | Expo | Lab
| Info | Newsletter
| English version |
Per suggerimenti, aggiornamenti e notizie: Planetmountain.composta
Copyright© Mountain Network s.r.l.