LAB HOME
TECNICHE

Consigli e tecniche

MATERIALI

Attrezzatura e materiali
 

EXPO

Search

Spedizioni

Libri, Guide, Video

Panorami a 360°

Forum

Posta

Weblink
- Introduzione
- Preparazione in sosta
- Discesa e arrivo in sosta
- Riassunto operazioni
Autossicurarsi alla sosta

La prima operazione da effettuare per iniziare la fase di discesa è autoassicurarsi alla sosta con una "longe", ovvero con una fettuccia cucita da 3 m e un moschettone a ghiera ad essa collegato.
La longe va collegata all'imbragatura con un nodo "bocca di lupo" o "bulino", dopo aver preparato su di essa due nodi semplici in modo da creare un asola centrale "sfalsata" in cui andrà poi posizionato il discensore (se l'asola non è sfalsata si fatica a introdurre il moschettone con le fettucce in tensione).

- Molto comodo utilizzare le longe tipo "Daisychain" con più asole già predisposte. Per la regolazione della lunghezza si usa un moschettone da rinvio che si collega dall'anello di servizio dell'imbragatura ad una delle asole della Daisychain. L'assicurazione avviene con un moschettone a ghiera posto all'estremità della longe. Questo servirà anche per formare un anello con la dasychain e poterla portare a tracolla in salita.
- Il moschettone a ghiera per l'autoassicurazione potrà essere bloccato all'estremità della longe con un barcaiolo o con un elastico, per impedirne la rotazione.
- In sosta, soprattutto con altre persone, cercare di avere il massimo ordine: non incrociare le longe e prestare attenzione all'ordine di partenza nell'autoassicurarsi.

Preparare le corde

Una volta autoassicurati, uno dei due componenti della cordata può slegarsi, il secondo arrampicatore aspetta, prima di slegarsi a sua volta, che il primo abbia collegato tra loro le corde (si evita così di perdere per errore).
Passare una corda nell'ancoraggio di calata della sosta. Questa va infilata in modo che il nodo di giunzione e la corda da tirare siano “sotto” nel caso di un punto di ancoraggio orizzontale appoggiato alla roccia (maillon sullo spit o punto di ancoraggio con cordino).
In questo modo la corda da tirare si trova sotto l'altra e non la "schiaccia" contro la roccia durante il recupero, cosa che a volte ne impedisce l'effettuazione.
Il collegamento delle corde avverà con un nodo di giunzione "galleggiante" per superare eventuali spigoli durante la fase di recupero. Consigliati il nodo semplice (con capi lunghi più di 30 cm e tirati uno per uno), oppure il nodo semplice con due giri (migliore perché si srotola meno e si snoda più facilmente).
Si preparano quindi le corde per il lancio raccogliendole separatamente e posizionando un nodo di sicurezza per ciascun capo a circa 40 cm dall'estremità (nodo semplice con due giri o nodo ad 8).
Prima di lanciare la corda, si lanciano una alla volta, tenere ferma l'altra in sosta in modo che non scorra con la sollecitazione del lancio. Per far questo si può già posizionare il proprio bloccante di autoassicurazione sulle corde.

- In caso di terreno complesso (piante, pilastrini sporgenti, ecc..) conviene scendere con le corde appese all'imbragatura, evitando che con il lancio queste vadano ad incastrarsi.
- Prima di partire controllare il colore della corda da tirare (si può anche inserire la corda da tirare in un rinvio collegato alla longe, cosi non ci si dimentica qual'è quella giusta da tirare).

corda doppiacorda doppia

- A sinistra la longe di autoassicurazione con l'asola sfalsata.
- A destra il particolare di come si realizza il bulino con la daisy chain: infilare l'asola all'estremità della fettuccia nell'anello di servizio dell'imbragatura e infilarla poi in una delle asole sfalsate; infilare quindi il moschettone (fissato all'altra estremità della longe) nell'asola d'estremità e far scorrere tutta la fettuccia fino al serraggio del nodo.




corda doppiacorda doppia

- A sinistra il nodo semplice con due giri, consigliato per la giunzione delle corde.
- A destra un particolare della sosta che evidenzia la corretta posizione del nodo e della corda da tirare: la corda da tirare si trova sotto l'altra e non la "schiaccia" contro la roccia durante il recupero.



corda doppiacorda doppia


-
A sinistra le corde posizionate sulla sosta di calata realizzata con cordino.
- A destra un particolare di come si raccoglie in sosta la corda per il lancio; un nodo di sicurezza viene collocato a circa 40 cm dall'estremità.

| Home | | Rock | Expeditions | Ice | Snow | TrekkingNews | Special | Forum | Mountaininfo | Expo | Lab
| Info | Newsletter
| English version |
Per suggerimenti, aggiornamenti e notizie: Planetmountain.composta
Copyright© Mountain Network s.r.l.