Home page Planetmountain.com
Camminando lungo il Chemin de Stevenson in Francia
Fotografia di Association Stevenson
Camminando lungo il Chemin de Stevenson in Francia
Fotografia di Association Stevenson
Camminando lungo il Chemin de Stevenson in Francia
Fotografia di Association Stevenson
Camminando lungo il Chemin de Stevenson in Francia
Fotografia di Association Stevenson

Il Chemin de Stevenson, il cammino attraverso le Cévennes nel centro-sud della Francia

di

Diego Salvi presenta il cammino di Stevenson, denominato anche GR70, nel centro sud della Francia. Camminare prevalentemente su mulattiere e strade campestri per 280 km, suddivisi in 12 tappe

Bisogna riconoscere ai cugini francesi la capacità e l’inventiva di trarre, da uno scritto giovanile di Robert Louis Stevenson, l’organizzazione e la promozione di un interessante trekking di oltre 200 chilometri: le Chemin de Stevenson.

“Viaggio nelle Cévennes in compagnia di un asino” è il titolo del diario di viaggio di Stevenson e di Modestine, che nell’autunno del 1878, in una dozzina di giorni ha attraversato, da Le Monastiere a San Jean du Garde, il territorio dove vivevano i Camisard, i gruppi di Ugonotti protestanti che agli inizi del 1700 insorsero contro il governo di re Luigi XIV.

Nonostante la sua lunghezza, il percorso non è mai faticoso, anzi, è molto piacevole, meditativo, rilassante, con la possibilità di programmarlo nei tempi e modalità più consoni. Il tragitto, che parte dalla regione dell’Haute Loire fino ad arrivare alle Cévennes, si svolge quasi interamente su mulattiere o strade campestri, con pendenze mai eccessive: attraversa paesaggi aperti di ampio respiro, passa da graziosi villaggi, incontrando un susseguirsi di boschi, campi, prati, ruscelli. È un percorso che si snoda tutt’attorno a 1.000 mt. di altitudine con l’attraversamento del Mont Lozere a 1.700 mt., degradando poi dolcemente verso sud.

Ogni giorno si incontra almeno un villaggio dove poter fare rifornimento di viveri, un campeggio dove accamparsi e fare una doccia calda, una gite d’étape, un ristorante o un bar. Ma al di là della logistica, fattore comunque non secondario che permette di poterlo organizzare “su misura”, cioè secondo le proprie esigenze e risorse, il cammino è un’opportunità per staccare la spina e poter trascorrere qualche giorno in un ambiente naturale a misura d’uomo.

Il ritmo quotidiano della camminata, nei primi giorni più faticoso anche dal peso dello zaino, diventa via via un esercizio tonificante per il corpo che libera la mente di preoccupazioni, lasciando più spazio ai paesaggi attraversati, agli alberi suonati dal vento, alle macchie gialle di narcisi, agli odori della campagna, al sovrapporsi dei canti degli uccelli, ai villaggi carichi di storia, alle piazze dove sostare, alle fontane e ai ruscelli per dissetarsi e bagnarsi.

Il sole sulla pelle, l’aria frizzante del mattino, l’umidità dell’alba, preziosi brandelli di vitalità che si raccolgono durante una giornata intera passata all’aria aperta, prosegue anche nelle notti accampate sotto la tenda, dove il telo lascia passare la luna, il canto dell’usignolo, il rumore della pioggia, il fruscio degli alberi.

L’ultima notte, a Saint German de Colbere, ci concediamo una comoda stanza d’albergo con l’esigenza di lasciare la finestra sempre spalancata per riuscire a mantenere ancora un po’ quel respiro con la natura che ci ha accompagnato finora. Come spesso accade, alla fine di un’esperienza come questa, per certi versi intima, di condivisione con la compagna di viaggio oltre che personalmente introspettiva, vivo per qualche giorno quel sentimento confuso e contrastante tra la gioia di aver raggiunto il traguardo dopo una settimana di cammino e l’amarezza di aver concluso un’esperienza intensa, a mio modo di vedere, spirituale.

Diego Salvi

Chemin de Stevenson - GR 70
Il cammino di Stevenson che, con l’aggiunta di due tappe all’inizio e alla fine viene denominato anche GR70, si trova nel massiccio centrale, vasta regione centro sud della Francia a origine vulcanica. Parte dalla cittadina di Le Puy en Velay per concludersi ad Alès attraversando diverse regioni: Puy, Haute Loire, Gèvaudan, Auvergne, Cévennes, Lozère, Ardèche e Gard.

Il tragitto, che parte dalla regione dell’Haute Loire fino ad arrivare alle Cévennes, si svolge prevalentemente su mulattiere e strade campestri. È un percorso che si snoda attorno a 1.000 mt. di altitudine con l’attraversamento del Mont Lozere a 1.697 mt. Ha una lunghezza complessiva di 274 km con un dislivello cumulativo in salita di 8.477 mt;. generalmente la percorrenza viene suddivisa in 12 tappe.

È un percorso perfettamente segnalato che incrocia diversi villaggi e paesi tra cui: Le Monastier, Goudet, Le Bouchet St Nicolas, Landos, Pradelles, Langogne, Le Cheylard l'Evêque, Luc, La Bastide-Puylaurent, Chasseradès, Le Bleymard, Le Pont de Montvert, Florac, Cassagnas, St Germain de Calberte, St Jean du Gard.

Il periodo migliore per percorrerlo va da maggio ad ottobre, evitando se possibile i mesi più caldi. Lungo tutto il tragitto si trovano diverse strutture ricettive - gite d’etape, camping, alberghi - adatta ad ogni esigenza.

Link: www.chemin-stevenson.org


SCHEDA: Chemin de Stevenson, Francia

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Continental Divide Trail, l'affascinate trekking USA lungo la cresta delle Rocky Mountains
04.10.2017
Continental Divide Trail, l'affascinate trekking USA lungo la cresta delle Rocky Mountains
Diego Salvi presenta il Continental Divide Trail, il trekking più lungo degli USA, dal Messico fino al Canada. Circa 5000 km seguendo la remota e irregolare cresta delle Rocky Mountains, conosciuta più semplicemente come CDT. Salvi, in 20 giorni, ha percorso insieme a Benigno Carrara gli ultimi 500 km dal Montana fino al confine con il Canada.
John Muir Trail - California dreaming
22.09.2016
John Muir Trail - California dreaming
Il John Muir Trail è uno dei più famosi trekking degli USA. Diego Salvi racconta le 21 tappe ed i quasi 350 km percorsi a piedi nella catena montuosa della Sierra Nevada (California) attraverso gli splendidi parchi nazionali di Yosemite, Kings Canyon e Sequoia.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra
  • Una via per te fatta in tre
    Prima ripetizione effettuata il 3/11. Da rettificare la diff ...
    2015-11-13 / maurizio piller%20hoffer
  • Via Hruschka
    Salita il 18 marzo 2015 con Alice, Federico e Stefano. Via v ...
    2015-03-20 / Giovanni Zaccaria