Home page Planetmountain.com
Attraversando glia Alpi in inverno: alba sulla Cima Bina in Valgrande
Fotografia di Alberto Paleari
L'attraversamento invernale delle Alpi. Dal Lago Maggiore al Lago dei Quattro Cantoni di Alberto Paleari, Monterosa Edizioni
Fotografia di Monterosa Edizioni
Monte Rosa dalla Bocchetta di Campo (Valgrande)
Fotografia di archivio Alberto Paleari
Nella valle di Wenden
Fotografia di archivio Alberto Paleari

L'attraversamento invernale delle Alpi di Alberto Paleari

di

Un grande viaggio e un’avventura quasi d’altri tempi: L'attraversamento invernale delle Alpi. Dal lago Maggiore al lago dei Quattro Cantoni, l’ultimo libro dello scrittore, guida alpina e alpinista Alberto Paleari per Edizioni Monterosa, ci porta nella dimensione senza fine e senza confini della scoperta che esplora il mondo che c’è attorno e dentro di noi. La recensione di Simonetta Radice.

Un’avventura in punta di piedi: verrebbe da definirlo così il viaggio che Alberto Paleari racconta nel suo ultimo libro “L’attraversamento invernale delle Alpi”: una traversata dell’arco alpino da Sud a Nord in pieno inverno, facendo tappa quasi sempre in bivacchi non custoditi o locali invernali, in pressoché piena autosufficienza. Alberto Paleari è partito in compagnia degli amici alpinisti Luigi Ranzani e Alberto Rigo dalle montagne di casa, dalla selvaggia Valgrande, per arrivare fino a Engelberg, in Svizzera, attraverso alcune tra le valli più remote delle Alpi.

“Non ho mai capito né condiviso la moderna smania di viaggiare, di sorvolare oceani per scoprire terre di cui ormai si sa tutto”, afferma l’autore nelle prime pagine del libro e, citando lo storico Matteo Melchiorre ne “La Via di Schener”, continua: “Oggi abbattere l’orizzonte comune non può che significare l’astensione dal movimento a oltranza, scoprire il Borneo non dico dentro di noi ma in quegli infiniti spazi dimenticati che ci stanno accanto e da cui la vita umana, per effetto della storia, si è ritratta come una marea.” Se a tutto questo aggiungiamo la solitudine e i silenzi che solo l’inverno sa regalare, il gioco è quasi fatto e le distanze che separano la Valle Isorno dal Tibet di colpo rimpiccioliscono fin quasi a sparire.

Come sempre, i libri di Alberto Paleari non sono semplici guide. Il racconto dello spazio è anche un viaggio nel tempo a cui si affacciano gli (anti)eroi di oggi e di ieri: dai partigiani rifugiatisi in Valgrande per combattere il fascismo e un modello di eroismo imposto falso e ipocrita, alla figura mitica di Guglielmo Tell raccontata nel dramma di Schiller, una specie di eroe western ante litteram, costretto dalle circostanze più che da vera vocazione. Anche i protagonisti stessi della traversata sono abbastanza lontani dallo stereotipo del cavaliere senza macchia e senza paura: “La nostra non è un’impresa sportiva, nessuno dei partecipanti è un atleta”. Così, nel corso del viaggio, in cui gli unici strumenti di orientamento sono cartina e bussola - si scoprirà che anche le guide alpine cadono, che fare un fuoco non è sempre facilissimo, che se il tempo è troppo brutto ci si può concedere una pausa e – incredibile a dirsi – che le previsioni meteo svizzere non sono sempre all’altezza della loro fama. C’è qualcosa infine che lega tutte queste vicende, di ieri, di oggi e, si spera, anche di domani: la ricerca della libertà, la voglia di non lasciar mai spegnere quel fuoco che cova sotto la cenere delle nostre quotidianità spesso ingrigite e che è il motore ultimo di quanto di nobile e vero rimane di noi, “erranti che per non sbagliare vanno”.

recensione di Simonetta Radice

L'attraversamento invernale delle Alpi
di Alberto Paleari
Monterosa Edizioni

Condividi questo articolo

NEWS / News correlate:
I 3900 delle Alpi, alla ricerca di montagne e di un alpinismo spesso ignorati
10.05.2016
I 3900 delle Alpi, alla ricerca di montagne e di un alpinismo spesso ignorati
I 3900 delle Alpi: nel nuovo libro di MonteRosa edizioni, Alberto Paleari, Erminio Ferrari e Marco Volken raccontano le cime di... quasi quattromila metri, un mondo di vette bellissime per un alpinismo altrettanto bello e ricco di storie spesso non conosciuto se non ignorato. La recensione di Simonetta Radice.
L'incanto dei passi: con Alberto Sciamplicotti alla scoperta dell'Appennino più selvaggio
29.11.2017
L'incanto dei passi: con Alberto Sciamplicotti alla scoperta dell'Appennino più selvaggio
L'incanto dei passi. Le terre selvagge degli Appennini. Alberto Sciamplicotti nel suo ultimo libro, edito da Alpine Studio, vaga tra le pieghe del Gran Sasso, della Laga, dei Sibillini, dei Monti Sabini per scoprire, e anche ritrovare, ciò che ci siamo dimenticati di essere e quella bellezza che da sempre ci sta attorno. La recensione di Simonetta Radice.
Alex Honnold, l'arrampicata e la migliore versione di sé stessi
17.10.2017
Alex Honnold, l'arrampicata e la migliore versione di sé stessi
Incontro con il 32enne climber statunitense Alex Honnold a Barzanò (Lecco) per la serata di DF Sport Specialist. Di Simonetta Radice
Tra angeli e demoni: Bernard Amy e La Scala di Giacobbe
29.06.2017
Tra angeli e demoni: Bernard Amy e La Scala di Giacobbe
Una breve chiacchierata con l'alpinista e scrittore francese Bernard Amy sul suo ultimo libro La Scala di Giacobbe. Di Simonetta Radice.
Il mio Everest di T. Howard Somervel
06.08.2016
Il mio Everest di T. Howard Somervel
Il mio Everest di T. Howard Somervell, l'autobiografia e il racconto delle prime epiche spedizioni sulla montagna più alta da parte di uno dei pionieri dell'alpinismo himalayano. Erano gli anni venti dello scorso secolo e T. Howard Somervell, alpinista, chirurgo, pittore e missionario, ci racconta e descrive un mondo che non c'è più. Tradotto per la prima volta in italiano da Monterosa edizioni. La recensione di Simonetta Radice

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra
  • Una via per te fatta in tre
    Prima ripetizione effettuata il 3/11. Da rettificare la diff ...
    2015-11-13 / maurizio piller%20hoffer
  • Via Hruschka
    Salita il 18 marzo 2015 con Alice, Federico e Stefano. Via v ...
    2015-03-20 / Giovanni Zaccaria