Home page Planetmountain.com

Fotografia di Giulio Malfer

Fotografia di Giulio Malfer
Magnus Midtboe
Fotografia di Giulio Malfer

Fotografia di Giulio Malfer
INFORMAZIONI / informazioni e collegamenti:
    Calendario IFSC Climbing Worldcup Lead 2007
    11-12.05 Imst (AUT)
    15-16.06 Zürich (SUI)
    11-13.07 Chamonix (FRA)
    11-12.08 Qinghai (CHN)
    28-29.09 Puurs (BEL)
    13-14.10 Kazo (JPN)
    02-03.11 Valence (FRA)
    17-18.11 Kranj (SLO)


    arch. news World Cup
    www.ifsc-climbing.org

World Cup Lead Puurs: vincono Puigblanque e Vidmar

di

Il 30/09 a Puurs (Bel), la quinta tappa della Coppa del mondo di arrampicata Lead è stata vinta dallo spagnolo Ramón Julian Puigblanque e dalla slovena Maja Vidmar. Tra gli azzurri Flavio Crespi è 7°, Luca Zardini 10° e Jenny Lavarda 16a.

Non c’è tregua per gli atleti della Difficoltà e della Velocità. Dopo la lunga settimana mondiale di Avilès è continuata senza soste la maratona della Worl Cup Lead e Speed. Neanche il tempo di rifiatare e già lo scorso weekend il tour mondiale s’è spostato a Puurs, in Belgio, per la quinta prova della Coppa del mondo Lead e la sesta tappa della World Cup Speed. Una corsa di resistenza che per ora non vede grosse scossoni con il gruppo di testa che fa l’andatura senza che nessuno si avventuri in allunghi che preannuncino una vera e propria fuga.

I risultati di Puurs, infatti, con qualche variante, sono quelli del mondiale spagnolo, mentre tutto resta sostanzialmente invariato alla testa della classifica di Coppa. Con il neo campione del mondo Ramón Julian Puigblanque che centra il suo primo successo stagionale in Coppa (davanti al solito basco Patxi Usobiaga che non lo molla mai) e Maja Vidmar che, dopo la delusione di Avilès (“solo” medaglia di bronzo) si prende la soddisfazione di vincere la sua terza tappa consecutiva davanti alla due volte campionessa del mondo Angela Eiter. Tra le “novità”, invece, spunta al 3° posto la 19enne coreana Ja-In Kim e si riconferma la forza del 16enne talento spagnolo Eric Lopez Mateos primo tra gli esclusi della finale.

In gara maschile Puigblanque e Usobiaga hanno continuato la loro “personale” lotta con un testa a testa che li ha visti viaggiare in perfetta parità fino al turno finale (sono stati gli unici a chiudere la via sia in qualificazione sia in semifinale) con Ramonet che in finale ingrana la sua solita marcia in più distanziando il rivale basco di ben 8 lunghezze (leggi prese). Con questa vittoria il “climber senza peso” conclude il suo eccezionale mese di settembre infilando una dopo l’altra: la terza vittoria consecutiva al Rock Master di Arco, il titolo mondiale e questa tappa di Coppa del mondo a Puurs. Niente male davvero!

Alle spalle di Usobiaga, con il terzo posto, non smentisce la sua estrema regolarità l’olandese Jorg Verhoeven che incamera il suo terzo “bronzo” di tappa consecutivo e, grazie alla vittoria di Zurigo e al 5° posto di Imst, resta ancora al comando della classifica provvisoria, anche se solo con 20 punti di vantaggio da Puigblanque e 27 da Usobiaga. Gara di “posizione” anche per gli altri big con (l’incredibile) Cédric Lachat che sull’onda del gran mondiale di Avilés è 4° davanti a David Lama (5°) e al sempre più “pericoloso” Magnus Midtboe (6°). Mentre Flavio Crespi, con una gara “interlocutoria”, è 7° davanti a Tomás Mrázek (8°) e scende di una posizione in della classifica di Coppa occupando ora 5° posto. Da segnalare anche la bella gara dell’eterno Luca Zardini che con il 10° posto conferma la sua corsa per rientrae nei primi dieci al mondo, un risultato del resto che il cortinese ha legittimato anche ai campionati del mondo.

Come Maja Vidmar ha legittimato (se mai ci fosse stato bisogno di una conferma) di essere la più grande rivale della Eiter vincendo questa sua terza tappa consecutiva davanti alla campionessa del mondo. Un risultato che la slovena ha maturato in finale, dopo che la Eiter era stata l’unica a chiudere la via di qualificazione mentre nel secondo turno 5 atlete (Eiter, Vidmar, Ja-In, Anda Villanueva e Sarkany) avevano chiuso al top. Questa volta dunque la Vidmar ha saputo recuperare e, anche se di stretta misura (3 prese), ha superato la “regina” che resta ancora in testa alla corsa con 36 punti di vantaggio: un divario che lascia completamente aperta la (bella) lotta tra le due.

A completare il podio femminile, come s’è detto, è salita la novità Ja-In Kim mentre, con il 4° posto, Irati Anda Villanueva ha confermato il suo splendido settembre con il 4° posto che va a sommarsi al 3° posto del Rock Master (dove ha vinto anche il “Duello”) e il 5° posto al mondiale. Al 5° posto a Puurs invece troviamo Muriel Sarkany che continua la sua bella corsa confermando il 3° posto in classifica generale e precedendo nell’ordine la francese Caroline Ciavaldini (6°), la giapponese Yuka Kobayashi (7°) e la svizzera Alexandra Eyer. Mentre Jenny Lavarda l’unica azzurra in gara è 16esima.

Infine la sesta prova della World Cup Speed è stata vinta dal venezuelano neo vice campione del mondo Manuel Escobar che ha superato i russi Alexander Kosterin e Sergey Sinitsyn. Mentre in gara femminile la più veloce è stata l’ucraina Svitlana Tuzhylina davanti alle russe Anna Saulevich e alla neo campionessa del mondo Tatiana Ruyga.

Con la terz’ultima tappa della Coppa del mondo Lead, in programma a Kazo in Giappone dal 13 al 14 ottobre, inizia il decisivo rush finale. E i giochi al vertice sono ancora tutti aperti…


classifica maschile Puurs
1 Ramón Julian Puigblanque ESP
2 Patxi Usobiaga Lakunza ESP
3 Jorg Verhoeven NED
4 Cédric Lachat SUI
5 David Lama AUT
6 Magnus Midtboe NOR
7 Flavio Crespi ITA
8 Tomás Mrázek CZE
9 Eric Lopez Mateos ESP
10 Michaël Fuselier FRA
10 Luca Zardini ITA
12 Sylvain Millet FRA
13 Romain Desgranges FRA
14 Manuel Romain FRA
15 Fabien Dugit FRA
16 Thomas Tauporn GER
17 Ja-Ha Kim KOR
18 Dmitry Sharafutdinov RUS
19 Casper TenSijthoff NED
20 Cesar Grosso BRA

classifica femminile Puurs
1 Maja Vidmar SLO
2 Angela Eiter AUT
3 Ja-In Kim KOR
4 Irati Anda Villanueva ESP
5 Muriel Sarkany BEL
6 Caroline Ciavaldini FRA
7 Yuka Kobayashi JPN
8 Alexandra Eyer SUI
9 Mina Markovic SLO
10 Katharina Saurwein AUT
11 Natalija Gros SLO
12 Barbara Bacher AUT
13 Kinga Ociepka POL
14 Lucka Franko SLO
15 Charlotte Durif FRA
16 Jenny Lavarda ITA
17 Yana Chereshneva RUS
18 Bettina Schöpf AUT
19 Nina Caprez SUI
20 Vera Zijlstra NED

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra
  • Una via per te fatta in tre
    Prima ripetizione effettuata il 3/11. Da rettificare la diff ...
    2015-11-13 / maurizio piller%20hoffer
  • Via Hruschka
    Salita il 18 marzo 2015 con Alice, Federico e Stefano. Via v ...
    2015-03-20 / Giovanni Zaccaria