Home page Planetmountain.com
Gabriele Moroni si aggiudica la prima ripetizione di 29dots, il boulder highball in Val Noasca (Valle dell’Orco) liberato nel 2015 dal climber austriaco Bernd Zangerl
Fotografia di Gabriele Moroni
Il climber di Novara Gabriele Moroni
Fotografia di Luka Fonda

Gabriele Moroni ripete 29dots, grande boulder highball in Valle dell'Orco

di

Intervista a Gabriele Moroni che sabato in Val Noasca (Valle dell'Orco) si è aggiudicato la prima ripetizione di 29 dots, l’altissimo boulder highball liberato nel 2015 dal climber austriaco Bernd Zangerl.

Sabato scorso il 29enne Gabriele Moroni ne ha combinata un'altra delle sue, salendo il difficile ed altissimo boulder "29 dots"’ in Val Noasca, Valle dell’Orco. Bernd Zangerl, che l’aveva liberato nel 2015, l’aveva descritto come "il boulder di cui vado più fiero, la mia salita più difficile in questo stile" e non sorprende che Moroni abbia deciso di salirlo anche lui. Infatti, negli ultimi anni il climber di Novara sta sempre di più cercando non soltanto il suo limite fisico ma anche quello psicologico, come testimoniano grandi salite highball come Ambrosia - la quintessenza dell’highball nei Buttermilks di Bishop, USA - ma anche lo spaventoso Rigatoni nella stessa Valle dell’Orco. La recente salita di 29dots è in tutta probabilità la prima ripetizione di questo 8A+, e come ci ha raccontato Moroni, rientra in quello che lui definisce "una delle massime espressioni della mia arrampicata."



Gabri, come mai 29dots?
Una decina d'anni fa ero stato qualche volta in Valle dell'Orco a scalare sulle pareti, ma sinceramente non mi ero neanche accorto della linea su questo sasso così imponente...
Negli ultimi anni invece, tornato in veste di boulderista, avevo adocchiato una possibile linea di salita, ma non avendo ancora la concezione dell'highballing o soloing o come lo vogliamo chiamare, mi era sembrata più una possibile via da chiodare. Infatti quando è uscita la notizia che Bernd l'aveva salita ero rimasto piuttosto scioccato! Poco dopo anche io ho iniziato ad aprire e ripetere i miei primi veri highball...

Quando l’hai visto quest’anno allora, come ti è sembrato?
Quando arrivi in macchina e ci parcheggi sotto fa abbastanza impressione. Alla fine la maggior parte delle vie che ho fatto negli ultimi anni sono più o meno sulla stessa altezza o addirittura più corte! Però l'atterraggio è completamente in piano, quindi non fa paura più di tanto.

Hai pensato di provarlo dal basso?
Non ho mai pensato di provarlo ground up, un po' per la difficoltà ma soprattutto per la qualità della roccia, buona ma non indistruttibile…

Quindi…
Il primo giorno l'ho provato giusto per curiosità, volevo vedere se sarebbe potuto diventare un buon progetto per settembre. Era molto caldo e non sono riuscito a fare tutti i movimenti della parte più dura, quella iniziale.

Il giorno dopo invece
Sabato è stata una giornata variabile con anche qualche pioggerellina ma sempre comunque fredda e con vento costante. Quello che hai bisogno sulle piccole tacche della prima parte di 29dots. Ho iniziato la giornata con Andrea Zanone e Edoardo Bocchio Vega a Ceresole Reale con la salita flash di un bellissimo highball firmato Edo, Il Totem, un bel 7B adatto a chi si vuole avvicinare a questo tipo di arrampicata dove ad un certo punto diventa vietato cadere. Poi ci siamo spostati a Eldorado, un nuovo settore sopra Ceresole Reale, dove si stava tenendo il raduno Orcoblocco. Il primo pomeriggio sono sceso da solo a Noasca, l'area dove risiede la mitica Fessura Kosterlitz e svariati passaggi di Bernd Zangerl tra cui 29dots.

E...
Appena arrivato ho iniziato a provare i movimenti con la corda dall'alto e ho notato subito delle ottime sensazioni. Dopo un paio d'ore di lavoro avevo bene o male tutto sotto controllo, così ho posizionato i pad e ho provato da solo i primi 3/4 metri per sciogliere il ghiaccio…

Saresti partito da solo?
Sicuramente l'idea di partire da solo faceva capolino, ma avevo bisogno di meccanizzare ancora l'ultimo movimento duro della prima parte. E magicamente, in quell'esatto momento sono arrivati i miei tre supporter, Edo, Andre e Stecca! È stato il momento in cui ho capito che era ora di fare un bel tentativo. Buone sensazioni, ottime condizioni e tre amici...

Domanda forse stupida ma: quanto hai rischiato secondo te? Per darci un’idea, riesci a fare 8A+ boulder con gli occhi chiusi?
Sinceramente parlando non ho rischiato molto. Il duro di questo blocco, cioè la sezione di 8A+, sono i primi 6 metri. L'atterraggio è perfettamente in piano e una caduta è fattibile. La parte alta è molto più facile e decisamente gestibile. 29 dots non è assolutamente l'apice della mia "carriera di highballer", ho fatto salite più impegnative psicologicamente, magari più basse, più facili, ma da solo o con atterraggi brutti dove cadere non è consigliato. Ecco su salite del genere devi entrare in un’altra dimensione, cioè prima di partire per il giro buono devi già sapere di non cadere pur scalando su difficoltà elevate, nel mio caso anche sull'8A/8A+ non dico a occhi chiusi ma quasi…

E se fosse stata una via sportiva…
Se fosse spittata non avrei niente da ridire... come ho già detto prima, la maggior parte delle vie che di solito salgo e che mi si addicono di più sono su questa lunghezza! Sono comunque contento che una linea del genere sia stata mantenuta nella sua integrità. Il confine tra chiodare e non chiodare delle linee del genere è sempre difficile da stabilire. Anche io in passato ho chiodato linee cortissime che adesso, con una mentalità diversa, non chioderei più... però anche questo ha fatto parte delle esperienze che mi hanno fatto diventare lo scalatore che sono adesso.

Ultima domanda: in passato hai fatto altri notevoli highballs. Sappiamo che custodisci queste salite molto gelosamente, e che sicuramente ce ne sono altre che non hai condiviso. Allora cosa rende gli highballs così speciali per te?
L'highballing è una delle massime espressioni della mia arrampicata. Sento che negli ultimi anni sta diventando la mia vera e propria specialità e soprattutto una necessità. Una volta per sentirmi realizzato mi bastava tirare forte le prese, adesso sento che ho bisogno di qualcosa di più. Ci devono essere dentro altre emozioni, un po' più forti e più difficili da gestire.

Link: Petzl, SCARPA, E9

Condividi questo articolo

NEWS / News correlate:
Bernd Zangerl libera 29dots in Val Noasca
27.07.2015
Bernd Zangerl libera 29dots in Val Noasca
Bernd Zangerl ha effettuato la prima salita di 29 dots in Val Noasca - Valle dell’Orco, un altissimo boulder highball descritto dal forte austriaco come la linea "di cui vado più fiero, la mia salita più difficile in questo stile."
Gabriele Moroni: Ambrosia highball ai Buttermilks di Bishop
26.12.2016
Gabriele Moroni: Ambrosia highball ai Buttermilks di Bishop
Arrampicata boulder: il climber di Novara Gabriele Moroni ha salito il famoso highball Ambrosia ai Buttermilks di Bishop, USA.
Gabriele Moroni trova a Metanodotto i suoi Maestri di Vita
11.12.2015
Gabriele Moroni trova a Metanodotto i suoi Maestri di Vita
Il climber di Novara Gabriele Moroni ha liberato Maestri di Vita, una difficile via trad a Metanodotto in Valle d’Aosta.
Laura Rogora e Gabriele Moroni vincono il Campionato Italiano Boulder 2016
02.11.2016
Laura Rogora e Gabriele Moroni vincono il Campionato Italiano Boulder 2016
Martedì 1 novembre 2016 a Modena il torinese Gabriele Moroni e la romana Laura Rogora hanno vinto il Campionato Italiano Boulder. Secondo posto per Marcello Bombardi ed Annalisa De Marco, terzo per Francesco Vettorata ed Andrea Ebner.
Gabriele Moroni: dalle gare a Goldrake, l'arrampicata sportiva nel DNA
20.11.2014
Gabriele Moroni: dalle gare a Goldrake, l'arrampicata sportiva nel DNA
Intervista al climber italiano Gabriele Moroni che spazia dalle prime gare al Campionato Europeo Boulder 2014 nel quale ha vinto la medaglia di bronzo, fino alle ultime realizzazioni nel boulder e in falesia dove di recente ha ripetuto Goldrake 9a+ a Cornalba.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra
  • Una via per te fatta in tre
    Prima ripetizione effettuata il 3/11. Da rettificare la diff ...
    2015-11-13 / maurizio piller%20hoffer
  • Via Hruschka
    Salita il 18 marzo 2015 con Alice, Federico e Stefano. Via v ...
    2015-03-20 / Giovanni Zaccaria