Home page Planetmountain.com
Herman Zanetti e Rolando Larcher dopo la ripetizione di Testa o Croce (188m, 8b max, 7c obbl.), Monte Cimo
Fotografia di Rolando Larcher
Testa o Croce, Monte Cimo - Settore Scoglio dei Ciclopi
Fotografia di arch. N. Tondini
INFORMAZIONI / informazioni e collegamenti:

Arrampicata in parete: Testa o Croce al Monte Cimo per Rolando Larcher

di

Il racconto di Rolando Larcher che, insieme a Herman Zanetti, ha ripetuto Testa o Croce, la difficile via d'arrampicata aperta da Nicola Tondini e Nicola Sartori nel 2009 sul Monte Cimo (Val d'Adige), liberata da Sartori nel 2010 e seguita da Tondini nel 2011. Questa è la prima ripetizione in rotpunkt dopo quella degli apritori.

Dopo tre giorni di tentativi, il 16 aprile sono riuscito a ripetere in rotpunkt la via Testa o Croce, ennesimo capolavoro della premiata ditta Nic & Nic, a Brentino. L'eccezionale roccia del Monte Cimo la conosco bene, proprio per questo ogni tanto ci ritorno con entusiasmo, il divertimento è garantito. Questa primavera sono curioso di scoprire l'ultima via “cattiva”, aperta e liberata dal dream team veronese. Scalare le loro vie è un valore aggiunto alla nota qualità del luogo, si è certi di trovare etica, rigore ed impegno. Sono in compagnia di Herman Zanetti, un amico prima che assicuratore, fresco collega Accademico, qui assieme abbiamo aperto la via L'uovo di Colombo.

Questo genere di vie il primo giorno necessitano umiltà, salendo piano piano e memorizzando il più possibile. Nonostante un freddo cane, procediamo abbastanza bene fin sotto l'ultimo tiro, dove arriva la randellata! Una pancetta dall'apparenza innocua determina tutta la salita. Come nel resto dei tiri non c'è nessun segno, ne un filo di magnesio ed arrivato ad uno spit in strapiombo, gli appigli “normali” spariscono.

Comincio ad esser stanco e rigido dal freddo, ma comunque tento di scoprire questo rebus. A fatica metto assieme alcuni movimenti e a forza di voli intuisco come interpretare questo repulsivo bombè. Arrivo due volte con il naso a sfiorare il chiodo successivo, ma non riesco a moschettarlo, le mani si aprono per la stanchezza e dopo l'ennesimo lungo volo, ritirata strategica, so però che la prossima volta riuscirò a passare.

Qua i due Nic sono stati veramente bravi, nella concitazione del momento li manderei quasi a quel paese, ma poi gli ringrazio per quanto mi fanno divertire ed impegnare. La via non è piaciuta solo a me, anche Herman ne è entusiasta, pertanto ritorniamo assieme per il secondo giorno. Quando si sa dove mettere le mani, le cose procedono più agevolmente e inaspettatamente, nonostante sia ancora freddo, arrivo in rotpunkt fin sotto il boulder finale. Ancora un bel volone e poi finalmente moschetto lo spit dell'obbligatorio più duro della via, due movimenti ancora e una piacevole placca mi conduce in cima. Scendo e riprovo agguerrito, ma per oggi il massimale ha già dato, game over.

Questa lunghezza è veramente notevole, 8b è un grado coerente per immaginarla e benché sia lunga 40m e valutata 7c obbligatorio, per dare il giusto merito a questi 12 movimenti senza respiro, un bel 7c boulder lo troverei più adeguato. Aggiungo che delle vie aperte e liberate dagli stessi apritori al Monte Cimo (Vola Via e Via di Testa) , questa abbia l'obbligatorio più impegnativo.

Le differenze tra un compagno ed un amico diventano nitide dopo il secondo giorno di tentativi... e così mi ritrovo nuovamente all'attacco assieme ad Herman. Partiamo entusiasti, tutto fila per il meglio, ma nel super estetico 4° tiro di 8a+, alla fine della sezione dura mi sgomma un piede e volo. Amareggiato proseguo per la sosta, mi consola solo il fatto che l'ultimo tiro mi farà ancora tribolare.

Mi avvio con l'idea di ripassare le sensazioni sul boulder, ma incredibilmente mi ritrovo ansimante sulla facile placca finale. Molto bene, questo è andato, ma per completare il tutto, manca il 4° da regolare. Mentre ci caliamo sento un po' la pressione, nelle braccia c'è ancora energia ed i piedi non fanno troppo male, vado! Questa volta non sgomma nulla e felice concludo in bellezza questo splendido itinerario, grazie Nic & Nic, grazie Herman!

Rolando Larcher CAAI

Si ringrazia: La Sportiva – Montura - Petzl

SCHEDA: Testa o Croce, Monte Cimo, Val d'Adige


NEWS TESTA O CROCE, MONTE CIMO

18/05/2011 - Testa o Croce al Monte Cimo: libera per Nicola Tondini
04/01/2011 - Testa o Croce per Tondini e Sartori sul Monte Cimo

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra
  • Una via per te fatta in tre
    Prima ripetizione effettuata il 3/11. Da rettificare la diff ...
    2015-11-13 / maurizio piller%20hoffer
  • Via Hruschka
    Salita il 18 marzo 2015 con Alice, Federico e Stefano. Via v ...
    2015-03-20 / Giovanni Zaccaria