Home page Planetmountain.com
El Capitan, il simbolo della Yosemite Valley, USA
Fotografia di Anthamattens
INFORMAZIONI / informazioni e collegamenti:

Alex Honnold, il free solo oltre la norma

di

Arrampicata oltre il limite: una riflessione sulla portata della recente free solo della via Freerider su El Capitan (Yosemite) da parte di Alex Honnold.

Dunque Alex Honnold l'ha rifatto. La sua salita senza corda su Freerider ha stupito il mondo. E per certi versi l'ha anche spaventato. Hanno ragione quelli che dicono che una salita così non si era mai vista. E neanche mai pensata oseremmo aggiungere noi. Perché veramente questa free solo rasenta, molto più di altre performance (anche di Honnold), qualcosa che un po' ha a che fare con la "pazzia". Ma per capirci meglio facciamo un piccolo riepilogo della faccenda.

Freerider è alta quasi 1000 metri. Quasi tutti a strapiombo. E scala il simbolo della Yosemite Valley, quel El Capitan che è culla e insieme banco di prova dell'arrampicata su big wall del mondo. La via è stata aperta nel 1995 da Alexander Huber che l'ha poi liberata tre anni dopo con suo fratello Thomas. All'epoca è stata una piccola invenzione. In pratica, un’intelligente variante della celeberrima Salathé di cui evita la Headwall. Il tutto con una difficoltà massima di 7c e un'esposizione che dire assoluta è fin riduttivo.

Bene su questa via Honnold è partito circa alle 5:30 del mattino dello scorso sabato 3 giugno ed è sbucato in vetta 3 ore e 56 minuti dopo. Calzava delle scarpette d'arrampicata e aveva con sé il sacchetto della magnesite. Null'altro. Del resto è proprio questo una salita free solo. Non c'è niente che possa fermare un'eventuale scivolata così che il più piccolo errore, la minima defiance si tramuta in un volo che non dà scampo, tanto più in una parete ultra vertiginosa come quella di Free Rider.

Non è un caso dunque se quella di Honnold è la prima salita senza corda di El Capitan. Infatti, anche se siamo sicuri che tutti i climber e gli alpinisti lo sappiano da sé, va detto e sottolineato che l'esempio di Honnold (e in genere questo tipo di scalate) sono l'assoluta eccezione. E non solo perché il climber statunitense è quanto di più simile ad un marziano che si sia cimentato con l’arrampicata, ma anche perché il free solo ha bisogno di un'assoluta consapevolezza e appunto per questo non può essere mai la regola. Tanto che la storia insegna che praticarlo troppo spesso non è di certo consigliabile. Questo a costo di sembrare fin troppo noiosi e scontati va detto e ripetuto.

Detto questo, va anche aggiunto che Honnold non è certo nuovo a queste salite (una fra tutte la sua free solo di El Sendero Luminoso nel 2014) e che il suo exploit su Freerider è stato attentamente preparato. Per dire: Alex Honnold in cordata con Tommy Cadwell (altro assoluto super climber e alpinista) aveva precedentemente ripetuto la via in 5 ore e mezza. Un segnale che sicuramente l'ha convinto a tentare lo straordinario assolo di cui stiamo parlando.

Come sia chiaro che il suo percorso per arrivare a tutto ciò dura da anni. Val la pena a proposito ricordare che la sua free solo sulla Regular NW Face dell' Half Dome è del 2008. Mentre la sua triplette (Mount Watkins, El Capitan e Half Dome) in meno di 11 ore è del 2012. Allo stesso tempo va segnalato che la prima solitaria di Free Rider ma con la corda ha richiesto nel 2007 al canadese Stéphane Perron 7 giorni. Mentre nel 2013, sempre con la corda, un fuoriclasse della scalata come Jorg Verhoeven aveva impiegato (scalandola non tutta in libera) 4 giorni, diventate 24 ore per l'inglese Pete Whittaker nel 2016.

Ora forse si capisce meglio perché la versione "senza nessuna rete" e in meno di 4 ore di Honnold somigli allo sbarco sulla luna. Ma, appunto, forse si potrà anche comprendere perché vorremmo ribadire che questa salita è assolutamente "fuori regola". Anche se somiglia da vicino a quella di Hansjörg Auer sulla via Attraverso il Pesce sulla Marmolada del 2007. Anche se rieccheggia il mito di altre solitarie del passato...

Appunto rieccheggia il mito, qualcosa che per definizione occorre maneggiare con cura. Insomma, parafrasando liberamente la citazione di Snoopy: "se potete non seguiteli perché... rischiate di perdervi."

di Vinicio Stefanello

Condividi questo articolo

NEWS / News correlate:
Alex Honnold sale in arrampicata free solo Freerider su El Capitan, Yosemite
04.06.2017
Alex Honnold sale in arrampicata free solo Freerider su El Capitan, Yosemite
Il climber statunitense Alex Honnold ha salito in arrampicata solitaria e senza corda la via Freerider su El Capitan, Yosemite, diventando il primo a salire una big wall su El Capitan senza corda.
Alex Honnold in speed solo su Bear’s Reach: intervistato dopo il tributo a Dan Osman
01.01.2017
Alex Honnold in speed solo su Bear’s Reach: intervistato dopo il tributo a Dan Osman
Il climber statunitense Alex Honnold parla con planetmountain.com della sua recente rievocazione della famosa salita in free solo di Dan Osman sulla via d'arrampicata Bear’s Reach a Lover's Leap, California, USA.
Intervista a Haley e Honnold dopo la Traversata in giornata del Cerro Torre (Patagonia)
03.02.2016
Intervista a Haley e Honnold dopo la Traversata in giornata del Cerro Torre (Patagonia)
L'intervista a Colin Haley e Alex Honnold che domenica 31 gennaio 2016 hanno effettuato la prima ripetizione della grande Traversata del Gruppo del Cerro Torre concatenando le cime del Cerro Standhardt, Punta Herron, Torre Egger e Cerro Torre. Gli alpinisti statunitensi hanno impiegato soli 20 ore e 40 minuti dal Col Standhardt fino in cima al Cerro Torre, e 32 ore complessivamente per ritornare al campo di partenza. La prima traversata del data 2008 ed era stata compiuta dallo stesso Haley con Rolando Garibotti in 4 giorni.
Alex Honnold e la salita di Heaven in Yosemite
21.10.2014
Alex Honnold e la salita di Heaven in Yosemite
Il video di Alex Honnold con la sua salita senza corda della via d'arrampicata Heaven a Yosemite, USA.
Tommy Caldwell e Alex Honnold: l'intervista dopo la grande Traversata del Fitz Roy, in Patagonia
24.02.2014
Tommy Caldwell e Alex Honnold: l'intervista dopo la grande Traversata del Fitz Roy, in Patagonia
L'intervista agli statunitensi Tommy Caldwell e Alex Honnold che dal 12 al 16 febbraio 2014 hanno effettuato la prima ambita traversata di tutte le creste maggiori nel massiccio del Fitz Roy, Patagonia.
Alex Honnold e l'intervista dopo El Sendero Luminoso
21.01.2014
Alex Honnold e l'intervista dopo El Sendero Luminoso
Intervista allo statunitense Alex Honnold che il 14 gennaio ha salito senza corda la via El Sendero Luminoso (7b+, 500m) sulla cima El Toro, Potrero Chico, Messico.
Alex Honnold e la solitaria alla Triple Crown di Yosemite, intervista
12.06.2012
Alex Honnold e la solitaria alla Triple Crown di Yosemite, intervista
Intervista al climber statunitense Alex Honnold dopo la sua grande e velocissima solitaria sulla Yosemite Triple a Yosemite.
Alex Honnold, l'intervista dopo Heaven e Cosmis Debris free solo in Yosemite
04.10.2011
Alex Honnold, l'intervista dopo Heaven e Cosmis Debris free solo in Yosemite
Intervista al climber statunitense Alex Honnold, dopo le sue recenti free solo di Heaven, Alien e Cosmic Debris in Yosemite, USA
The Phoenix in solitaria - intervista ad Alex Honnold e una riflessione di Ray Jardine
20.06.2011
The Phoenix in solitaria - intervista ad Alex Honnold e una riflessione di Ray Jardine
Intervista con i climber statuitensi Alex Honnold e Ray Jardine dopo la salita senza corda da parte di Honnold su The Phoenix (5.13a) nella Yosemite Valley, USA
Alex Honnold, arrampicata di passione
29.01.2009
Alex Honnold, arrampicata di passione
Intervista ad Alex Honnold, il climber americano che ha fatto parlare di sé per le sue audaci salite senza corda negli States e le salite estreme sul gristone britannico.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra
  • Una via per te fatta in tre
    Prima ripetizione effettuata il 3/11. Da rettificare la diff ...
    2015-11-13 / maurizio piller%20hoffer
  • Via Hruschka
    Salita il 18 marzo 2015 con Alice, Federico e Stefano. Via v ...
    2015-03-20 / Giovanni Zaccaria