Home page Planetmountain.com
Sulla cima dello Specchio di Iside, al termine di Riflesso di Te stesso
Fotografia di archivio Maurizio Oviglia
Riflesso di Te stesso, Specchio di Iside, Vallone de Sea
Fotografia di archivio Maurizio Oviglia

Le piste nelle Valli di Lanzo e Vallone di Sea tra passato, presente e futuro

di

Mercoledì 9 novembre alle ore 21, presso il CAI di Torino il dibattito: 'Le piste agro-silvo-pastorali nelle Valli di Lanzo tra passato, presente e futuro. Un caso attuale: il Vallone di Sea'.

Maurizio Oviglia, Luca Enrico e Matteo Enrico l’avevano annunciato a metà ottobre nell’articolo "Vallone di Sea... restyling particolare delle vie di Giancarlo Grassi": esiste un progetto di piste forestali che minaccia questa bellissima valle. Petizioni contro il progetto erano disponibile da firmare in valle, nel frattempo invece è nato il ‘Comitato Spontaneo per la salvaguardia della Val Grande di Lanzo’ che ha indetto una raccolta firme contro la costruzione di una strada nel Vallone di Sea disponibile al seguente indirizzo change.org/p/comune-di-groscavallo-da-sea-a-dove. Per domani, invece, la sezione di Torino del CAI ha organizzato un dibattito sul tema al quale parteciperanno esperti di settore. La serata si terrà alle ore 21, presso la Sala degli Stemmi del Centro Incontri "Monte dei Cappuccini" del CAI Torino – Salita al CAI Torino, 12.

Le piste agro-silvo-pastorali nelle Valli di Lanzo tra passato, presente e futuro. Un caso attuale: il Vallone di Sea

Interventi:
- Presentazione della serata e dei relatori da parte di Roberto Ferrero (Presidente CAI Torino)
- La posizione del GR Piemonte da parte di Osvaldo Marengo (CAI Piemonte)
- Inquadramento del problema e presentazione degli interventi da parte di Matteo Enrico (CAAI);
- I Piani PSR. Paolo Ghisleni (Pro Natura Piemonte);

Il Passato:
La situazione piste nelle Valli di Lanzo – un caso limite: la pista di Pera Berghina – Giuseppe Leyduan (Blogger Camosci Bianchi);

Il Presente:
La costruzione di nuove strade con i contributi europei. Il caso Sea. Le ragioni che si oppongono a un possibile scempio. Intervengono:
- Marco Blatto (giornalista e scrittore). Vallone di Sea. Estetica di un paesaggio unico;
- Paolo Barillà (geologo). Il quadro del dissesto idrogeologico nel Vallone di Sea;
- Sergio Cerutti (Scuola Nazionale di Alpinismo "Giusto Gervasutti"). La posizione delle Scuole di Alpinismo;
- Rappresentante LPV. La posizione del CAI;

Futuro:
- Ugo Manera. Un po’ di storia alpinistica del Vallone e un ricordo dei suoi scopritori: Motti, Grassi, Meneghin;
- Matteo Enrico/Luca Enrico (CAAI). Il progetto di recupero delle pareti del Vallone;
- Interviene Fabio Santo, capogruppo di minoranza del Comune di Groscavallo. Il rilancio della Valle, tra nuove opportunità turistiche e il recupero intelligente di alpeggi abbandonati.

LINK
Petizione: www.change.org/p/comune-di-groscavallo-da-sea-a-dove
La posizione del CAI Torino www.caitorino.it/montievalli/2016/10/03/il-vallone-di-sea-e-la-posizione-del-cai-torino/
Facebook: Da Sea a dove

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra
  • Una via per te fatta in tre
    Prima ripetizione effettuata il 3/11. Da rettificare la diff ...
    2015-11-13 / maurizio piller%20hoffer
  • Via Hruschka
    Salita il 18 marzo 2015 con Alice, Federico e Stefano. Via v ...
    2015-03-20 / Giovanni Zaccaria