Home page Planetmountain.com
Salendo il Shafat Fortress, Zanskar, Himalaya Indiano
Fotografia di Naturfreunde
Barbara Vigl sale My local river is a nightmare, Rangdum’s Afterwork Pillar, Zanskar Himalaya
Fotografia di Naturfreunde
Thomas Holler affronta il tiro di A1 su Peak 5600
Fotografia di Naturfreunde
Michi Groher, Thomas Holler, Timo Moser, Barbara Vigl e Lorin Etzel durante la salita del Cerro Zanskar
Fotografia di Naturfreunde

Vie austriache nell'Himalaya indiano

di

Il gruppo giovanile del Club Alpino Austriaco 'Naturfreunde' ha festeggiato il completamento del triennio 2015-2017 con una spedizione nella regione dello Zanskar che ha fruttato diverse nuove vie d’arrampicata nell’Himalaya indiano.

L’obiettivo del gruppo composto da Michael Groher, Thomas Holler, Lorin Etzel, Timo Moser e Barbara Vigl era salire le due cime inviolate soprannominate Zanskar Cervino e Zanskar Badile per la loro somiglianza con le famose montagne nelle Alpi.

All’inizio di agosto la spedizione è arrivata a Padum, pronta a valicare in quattro giorni di avvicinamento il passo Poat La Pass 5500m. Purtroppo per motivi logistici - nemmeno la metà dei portatori di cui avevano bisogno - la spedizione è stata costretta ad abbandonare l’obiettivo principale ed ha quindi optato per il piano B: un "monolito di granito strabiliante" da loro soprannominato Zanskar Cerro Torre che avevano avvistato a soli 30 minuti da Padum, sopra il paese di Sani.

Dopo essersi acclimatati, Holler e Vigl hanno aperto Inshallah maybe 400m, M6, 5c, 60° sul pilastro davanti alla parete nord del Cerro, mentre Etzel, Groher e Moser si sono dedicati a North-Eastface (1000m, 55°, 4a), una nuova via su una cima di 6080 m situata sul lato destro della valle. Dopo un breve riposo, è stata aperta in due giorni una nuova via attraverso la parete sudovest del Cerro. Nei suoi 500 m Dust. From dusk till dawn supera difficoltà fino a 6a, A1 su eccellente granito lungo una serie di fessure e diedri. Secondo la gente del posto la cima era inviolata, ma la spedizione ha trovato una nuova fettuccia in parete e sarebbe interessata a sapere chi ha arrampicato lì prima di loro.

Con sette giorni ancora a disposizione il gruppo si è poi spostato verso una parete che, rientrato a casa, ha scoperto chiamarsi Shafat Fortress Wall, già salita in passato. Lì Holler e Moser hanno raggiunto la cima Fortress in due giorni, bivaccando a 5600 m e salendo l’evidente goulotte di ghiaccio. Etzel, Groher e Vigl invece hanno salito in due giorni lo strabiliante pilastro sull’altro versante attraverso la via My local river is a nightmare (500 m, 18 tiri, 6a+).

LE VIE

Inschallah, maybe,
 Torre Fanni (5400 m)
9 tiri, 350 m, M6, 5c, 60°, 10 agosto 2017 (Holler, Vigl)

South-East-Face, Peak 6060 m
1000 m, 4a, 55°, 10 agosto 2017 (Etzel, Groher, Moser)

Dust. From dusk till dawn SW Face, Peak (5600 m), Cerro Zanskar
15 tiri, 500 m, 6a, A1, 15 - 16 agosto 2017 (Etzel, Groher, Holler, Moser, Vigl)

My local river is a nightmare, Rangdum’s Afterwork Pillar (4500 m)
19 tiri, 500 m, 6a+ (6a obligatory), 21 - 22 agosto 2017 (Etzel, Groher, Vigl)

The last stand, Shafat Fortress (5630 m), probabile ripetizione
WI 4+, 4a, 21 - 22 agosto 2017 (Holler, Moser)

Link: www.naturfreunde.at, FB Naturfreunde

Condividi questo articolo

NEWS / News correlate:
Raru Valley, nuove vie alpinistiche slovene in India
17.02.2016
Raru Valley, nuove vie alpinistiche slovene in India
Tra il 20 luglio e il 9 settembre 2015 gli alpinisti sloveni Anastasija Davidova e Matija Jošt - Matic hanno effettuato le probabili prime salite di tre montagne inviolate nella Raru Valley nell’Himalaya in India: Khumchu Ri 6064m, Kun Long Ri 6058m e Ri Pok Te 6210m.
Rungofarka prima salita in Himalaya per Tino Villanueva e Alan Rousseau
11.12.2017
Rungofarka prima salita in Himalaya per Tino Villanueva e Alan Rousseau
Arrampicando in stile alpino per cinque giorni, gli alpinisti statunitensi Tino Villanueva e Alan Rousseau hanno effettuato la prima salita di Rungofarka, montagna di 6495m metri nel massiccio del Zanskar nell'Himalaya Indiano.
Mick Fowler e Victor Saunders, i dettagli della prima salita del Sersank in Himalaya
30.10.2016
Mick Fowler e Victor Saunders, i dettagli della prima salita del Sersank in Himalaya
I dettagli e le foto della prima salita del Sersank Peak (6100m) in Himalaya effettuata dai britannici Mick Fowler e Victor Saunders in stile alpino in 8 giorni complessivi
Mick Fowler e Victor Saunders salgono l'inviolata parete nord del Sersank Peak in Himalaya
11.10.2016
Mick Fowler e Victor Saunders salgono l'inviolata parete nord del Sersank Peak in Himalaya
Gli alpinisti britannici Mick Fowler e Victor Saunders hanno salito l’inviolata parete nord del Sersank Peak (Shib Shankar), una remota montagna di 6100m nell'Himalaya indiano. Per salire e scendere i due hanno impiegato complessivamente 8 giorni.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra
  • Una via per te fatta in tre
    Prima ripetizione effettuata il 3/11. Da rettificare la diff ...
    2015-11-13 / maurizio piller%20hoffer
  • Via Hruschka
    Salita il 18 marzo 2015 con Alice, Federico e Stefano. Via v ...
    2015-03-20 / Giovanni Zaccaria