ICE HOME
CASCATE DI GHIACCIO

Italia - Estero

GRANDI CIME

Alpi

COMPETIZIONI

Risultati e calendario

'99 - '00
 
Spedizioni
Libri, Guide, Video
Interviste
Posta
Weblink
Forum
Search
 1 2 3 4 5   
di Francesco Tremolada e Nicola Tondini

Salgo con gli sci lungo la strada che solca la valle, fa particolarmente freddo ma la giornata è bellissima, l’ideale per una gita di scialpinismo.

Non è la prima volta che vengo fin qui nel cuore dell’inverno, ma il mio sguardo è attratto da qualcosa che non avevo mai notato prima: il freddo ha creato un inaspettato ed affascinante teatro glaciale. Il lato sinistro della valle, ripido e roccioso, è come improvvisamente fiorito. I numerosi colatoi d’acqua 'sputati' dalla roccia si sono trasformati in fiori di ghiaccio che, collegandosi agli altri, superano le strapiombanti rientranze della parete. Qualche struttura, poi, non riuscendo ad ultimare il suo percorso resta sospesa come una lama conficcata nel nulla.

Lì per lì mi colpiscono le cascate più grandi e corpose, le più facili da individuare. Non scorgo invece le linee meno evidenti, ricche di strapiombi, candele e cavolfiori, che si sviluppano tra le ripide fascie di roccia: il terreno ideale per "ricercare" quelle salite su misto, oggi espressione dell’alta difficoltà su ghiaccio.

Tornato a casa mostro le foto a Mauri Gallo, che di ghiaccio la sa lunga, e nei sui occhi leggo quello che da solo non avevo capito…

Dopo pochi giorni iniziava la storia dell’arrampicata su ghiaccio in questa piccola valle, e da allora, tra stagioni più o meno buone, sono state salite le linee di ghiaccio che vi descriviamo.


(nelle due fotografie Davide Crescenzio su Train de vie al Muro del Pianto sullo sfondo il M. Pelmo)

| Home | | Rock | Expeditions | Ice | Snow | TrekkingNews | Special | Forum | Mountaininfo | Expo | Lab
| Info | Newsletter
| English version |
Per suggerimenti, aggiornamenti e notizie: Planetmountain.composta
Copyright© Mountain Network s.r.l.