ICE HOME
CASCATE DI GHIACCIO

Italia - Estero

GRANDI CIME

Alpi

COMPETIZIONI

Risultati e calendario

'99 - '00
 
Spedizioni
Libri, Guide, Video
Interviste
Posta
Weblink
Forum
Search
Cascate nelle dolomiti
di Alberico Mangano e Nicola Tondini


Il criterio di descrizione delle cascate segue un ipotetico viaggio che parte dalla bella e caratteristica Val Gardena e più precisamente dal paese di Ortisei. Sopra di esso, sulle pendici settentrionali dell’alpe di Bullaccia e dell’alpe di Siusi, si trovano fra fitti boschi e erte pareti le prime 4 cascate qui proposte, generalmente formate e due delle quali veramente speciali.

Continuando lungo la valle si incontra un’altra cascata (5) appena sopra il paese di S. Cristina, ottima per completare una giornata vista la vicinanza con la strada. Con questa cascate si saluta la Val Gardena e si prosegue lungo la strada che sale al passo Sella, lo si supera e ci si ferma in località Pian dei Schiavaneis. Da qui risalendo a piedi o meglio con gli sci la bella Val Lasties si incontrano affascinanti nastri di ghiaccio incastonati fra la ripida dolomite del gruppo del Sella (cascate 6, 7, 8, 9, 10 e 11).
Arrivati alla forcella del Sass Pordoi e scendendo verso l’omonimo passo si fa conoscenza con le ultime due cascate di questa zona, risplendenti al sole (cascate 12 e13), vista la loro esposizione a pieno Sud.

Scendendo dal passo Pordoi verso il bel paese di Canazei, si entra nella conosciuta Val di Fassa. Qui il ghiacciatore appassionato può scegliere fra cascate più nascoste e avventurose come quelle della Val d’Udai (14, 15) o della Val Duron (16), fra cascate comode come le due (18, 19) vicine agli impianti del Ciampac o fra le innumerevoli possibilità di belle salite, alcune da non perdere, che offre la zona fra Fontanazzo e Campitello (cascate 20, 21, 22, 23, 24, 25), senza dimenticare di fare una visita alla suggestiva cascata del passo Fedaia (17).

Percorrendo la strada che, scendendo dalla Val di Fassa all’attigua Val di Fiemme, riporta in Val d’Adige e all’autostrada del Brennero si conclude questo affascinante viaggio attraverso questo mondo ghiacciato.

Il periodo di più probabile formazione delle cascate qui proposte va da metà Dicembre a fine Febbraio. In anni particolari abbiamo arrampicato anche fino a fine Marzo.

Consigliamo infine, per la salita delle cascate meno frequentate, di avere come materiale anche una scelta di chiodi da roccia e conoscere le tecniche di corda doppia su ghiaccio (clessidre, recupero del chiodo da ghiaccio); a volte l’abbondanza di neve o di ghiaccio può nascondere le soste presenti.

Agghiacciante
Val Gardena
Sella meridionale
Sella settentrionale
Val di Fassa

Nella fotografia Nicola Tondini su Agghiacciante in Val di Fassa III, 6.

(foto di R. Parolari)

così, così
media bellezza
molto bella
stupenda
 
molto scarsa
bassa
media
elevata
O sole mio

A sin. alla base della Cascata 'O Sole mio' sul Sass Pordoi. Si tratta di una delle cascate più interessanti del gruppo del Sella. Valutazione II, 5.
(foto di Nicola Tondini)

| Home | | Rock | Expeditions | Ice | Snow | TrekkingNews | Special | Forum | Mountaininfo | Expo | Lab
| Info | Newsletter
| English version |
Per suggerimenti, aggiornamenti e notizie: Planetmountain.composta
Copyright© Mountain Network s.r.l.