ICE HOME
CASCATE DI GHIACCIO

Italia - Estero

GRANDI CIME

Alpi

COMPETIZIONI

Risultati e calendario

'99 - '00
 
Spedizioni
Libri, Guide, Video
Interviste
Posta
Weblink
Forum
Search
Il ghiaccio della Val Troncea
sinistra
Val Troncea map
Accesso
Da Pinerolo, posto pochi chilometri a sud di Torino, per la SS. 23 del Sestriere salire fino a Pragelato, frazione Traverses 1603m. Dall’abitato si stacca a sinistra una stradina che d’inverno è sgombra dalla neve solo fin nei pressi del campeggio. Da qui seguire la pista di fondo sino a che questa finisce. Proseguire allora nel fondo della valle fino alla celebre fontana Landegneira da cui sono visibili da sinistra a destra il Rouit, Dies Irae e Carpe Diem che si raggiungono in salita per l’ampio canalone nevoso. Per Platasse invece continuare nel fondo della valle fino a vedere l’imponente cascata sulla destra.

Infine per Lacrime Ibernate proseguire ancora in piano fino alle propaggini di Punta Platasse, dove verso destra si nota la cascata, prima del lungo canale del Rio Faurì.

Contare circa 3 ore di avvicinamento per le prime tre cascate, 2 ore per Platasse, e poco più per Lacrime Ibernate. Molto consigliati per l’avvicinamento gli sci.
 
 
INFORMAZIONI UTILI

I termini di destra e sinistra si intendono nel senso di chi sale se in salita e al contrario in discesa.
Esistono altre cascate in questa splendida valle, alcune delle quali sono però precluse alla scalata dall’organizzazione del Parco della Val Troncea che intende preservare la nidificazione dei rapaci. Tra le altre qui non descritte ma comunque salibili ricordiamo Il Cilindro dei magnifici sette, e il Paretone di Rio Faurì. Il lungo avvicinamento può scoraggiare i cascatisti meno motivati, che così non potranno godere dell’eccezionale isolamento di questi luoghi e soprattutto degli splendidi gioielli di ghiaccio, tra i più belli e significativi di tutte le valli piemontesi.

Non esistono problemi per il pernottamento, visti i numerosi alberghi e pensioni della zona. Molto bella e posta in un angolo suggestivo è La Fontana di Thures, sopra al paese di Bousson, tel. 0122/845156. Per avere informazioni sulle condizioni delle cascate si può contattare la Guida Alpina Andrea Sorbino allo 0121/82127, oppure, per quanto posto in un’altra valle, la Val Pellice ulteriori informazioni si possono chiedere al rifugio Willy Jervis, gestito dalla Guida Alpina Roby Boulard: 0121/932755. Molto utile per avere una visione delle varie possibilità è la completa guida di Gian Carlo Grassi: “Ghiaccio dell’Ovest”, recentemente ristampata dalla Vivalda di Torino, mentre per la cartografia esiste il foglio N° 1 Valle di Susa- Chisone- Germanasca dell’IGCT (Istituto Geografico Centrale Torinese).

Il periodo migliore per arrampicare sulle colate della Val Troncea va da fine dicembre sino a marzo inoltrato, perchè tutte le cascate sono poste al di sopra dei 2000m. E’ necessario comunque prestare attenzione all’innevamento, perchè sussistono pericoli di distacco di valanghe dai pendii sommitali

| Home | | Rock | Expeditions | Ice | Snow | TrekkingNews | Special | Forum | Mountaininfo | Expo | Lab
| Info | Newsletter
| English version |
Per suggerimenti, aggiornamenti e notizie: Planetmountain.composta
Copyright© Mountain Network s.r.l.