Home page Planetmountain.com

arrowTrekking arrowVia Ferrata arrowTerza Cengia del Pomagagnon

Terza Cengia del Pomagagnon

By: Planetmountain.com
Area: Dolomites, Group: Pomagagnon, Peak: Forcella Zumeles, Height: 2300m

This beautiful excursion along Cortina’s northern Croda peaks up the third of five ledges on the Pomagagnon is in fact an airy but not particularly difficult path. Well-equipped in its most exposed sections, it traverses the mountain’s southern face from east to west in an increasingly steep diagonal line. The broad view sweeps freely and fantastically over the Ampezzo basin onto Sorapis, Croda da Lago, Tofane and remote Pelmo and Cristallo. A sight not to be missed!

GETTING THERE

From Cortina take the SS 51 to the small village Chiave (1319 m), located about 2.5 Km to the north of the center of Cortina. Continue to the Istituto Elioterapico Putti above the village and park the car here.

ACCESS

Close to Istituto Elioterapeutico Putti path no. 202 leads in about 1 1/2 hours through the woods to the base of the large open scree-filled gully that leads up to Forcella del Pomagagnon. Instead of following the path left up into the gully turn right and continue along a narrow track that leads to the start of the traverse.

ROUTE

Climb steeply and cross beneath Testa del Bartoldo (2442m), the third peak of five from the left that mark this broken Pomagagnon crest. Once past the exposed southern arete of Costa del Bartoldo (2435m) descend slightly by continuing along the ledge towards the gully that separates Costa del Bartoldo from nearby Croda Cestellis (2250m). Cross this steep gully and ascend up rocky terrain towards the col that divides Croda Cestellis from Punta Erbing (2301), the final two peaks on Pomagagnon’s eastern flank. At this point the ledge terminates and the path continues east following cairns along the opposite side of the ridge that opens out onto Val Grande and the Cristallo massif. The path takes a wide arc and coasts beneath the Crepe di Zuméles walls before leading to the homonymous pass, Forcella Zuméles (2072m).

DESCENT

Descend from Forcella delle Zumeles (from where path no. 205 leads to Rif Franchetti at the foot of the Cristallo massif) following path no. 204 to the starting point at Chiave.

GEAR

Normal via ferrata kit.

DIFFICULTY

This very exposed route poses no particular difficulties but, given its total ascent, is best suited to well experienced, fit walkers. Due care and attention is required when crossing the rubble ledges.

MAPS/BIBLIOGRAPHY

Via Ferratas of the Italian Dolomites: Vol 1 by John Smith and Graham Fletcher. Cicerone Press 2002

Share this page

COMMENTS for the route "Terza Cengia del Pomagagnon"

05-06-2011, felice todde
Ha ragione Ernesto Majoni: non è la Forcella Zumeles, alla quale si può arrivare con percorso molto facile, ma la terza cengia del Pomagagnon (segnata in nero sulla guidina Kompass), non difficilissima in sé ma molto esposta e con i problemi che descrivete.
17-04-2009, Claudio Sacchi
Ho fatto la 3a Cengia diversi anni fa, commettendo però l'errore di percorrerla in discesa, cosa da evitare assolutamente per il molto ghiaino; evitare inoltre le ore più calde perchè è tutta a S. In sè non è difficile, tranne due passaggi esposti; la vista è stupenda su Cortina e monti circostanti.
27-09-2005, claudio galiazzo
Entusiasmante percorso di cengia soprattutto per la sua "aereicità", buona segnatura e sufficientemente attrezzato nei passaggi più delicati, da prestare attenzione nel percorrere il canalone di collegamento alla Croda Cestelis per la presenza di ghiaino su sfasciumi, conviene procedere sfruttando i lastroni di roccia più compatta sulla destra del percorso per evitare lo smottamento di sassi, necessario comunque il casco, cordino e moschettone.Da consigliarsi a tutti coloro che con buon allenamento ed assoluta mancanza di vertigini vogliono affrontare in "brivido" della parete dolomitica.
29-07-2003, Dean Bernardino
Percorso non difficile ma ESTREMAMENTE PERICOLOSO nel primo tratto per la presenza di ghiaietto. NECESSARIO altro cavo, la classificazione di facile non da l'idea della pericolosità e può trarre in inganno gli inesperti.Tornare indietro può essere troppo tardi. Ho segnalato il fatto all'Ufficio del Turismo e all'ufficio Guide.
30-03-2002, Ernesto Majoni
Intanto, il nome è sbagliato: la ferrata si chiama TERZA CENGIA DEL POMAGAGNON. L'ambiente è favoloso, la ferrata ha qualche tratto un po' delicato per il ghiaino, non è da fare se fa tanto caldo e neppure in discesa! Meriterebbe una revisione gtenerale, perché l'itinerario è logico, interessante, non difficile. Alla fine della ferrata, camminate altri 10 minuti fin sulla Punta Erbing, l'ultima elevazione del Pomagagtnon!!
15-09-2001, FABIO FACCO
via splendida per il paesaggio ma con 2 canalini insidiosi per ghiaietto franoso e pericolo di distacco di pietre da chi precede.
15-09-2001, FABIO FACCO
P.S.: anche qui sono salito con moglie e figlio (13 anni), che ha schivato un sasso staccato da chi stava (molto) più in alto nel 2° canalino. Per fortuna è un percorso poco frequentato. Data l'esposizione (peraltro splendida),sarebbe utile, qualche metro di cavo in più. Non mi sento di consigliarla, benchè complessivamente non difficile, a principianti. Indispensabile il casco.
Details / route
BEAUTY

stella stella stella stella stella

PERIOD

From June to October, depending on snow conditions.

POPULARITY

low

TIME

6 hours

DIFFICULTY

Medium

FACE

South

ASCENT HEIGHT DIFFERENCE

1000m

FERRATA HEIGHT DIFFERENCE

500m

PDF

Terza Cengia del Pomagagnon

PDF

Terza Cengia del Pomagagnon

VOTES / itinerary
USERS VOTE:
stella stella stella stella stella
Vote the itinerary
COMMENT / itinerary

PERSONAL AREA

Add your email and password:

Username:

Password:


SEARCH itineraries

GROUP

Peak

Route

More itineraries
EXPO / Products
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com is updated daily: news, rock climbing, walks, trekking, alpinism, freeride skiing, ski mountaineering, snowboarding and ice climbing on the mountains worldwide. Furthermore, climbing techniques explained, gear & book reviews, expert advice, mountain photography, interviews and competition reports.
FORUM
CLASSIFIEDS
Recent Comments
  • Tovaric
    Via stupenda, gradi stretti e numerosi passaggi obbligatori, ...
    2013-12-16 / MICHELE LUCCHINI
  • Don Quixote
    Che dire di questa stupenda via......quando l'ho ripetuta er ...
    2013-12-01 / moreno rossini
  • Re Artù
    semplicemente fantastica,da divertirsi andate a farla. solo ...
    2013-11-24 / moreno rossini
  • La Salvana
    bella via di media difficoltá con in realtá pochi spit ma ...
    2013-09-28 / Armin Craffonara