Home page Planetmountain.com

arrowRock arrowRoutes arrowSpigolo del Velo

Spigolo del Velo

First ascent: Gunther Langes & Erwin Merlet 1920
By: Planetmountain
Area: Dolomites, Group: Pale di San Martino, Peak: Cima della Madonna, Country: Italy

A splendid historic route, one of the best in the Dolomites. Despite numerous repeats the rock is still excellent with plenty of threads.

GETTING THERE

Take the SS50 (Fiera di Primiero - Passo Rolle) and turn off onto the track which leads up to Malga Zivertaghe 1375m (3 km). Continue on foot along path No. 713 to Rifugio Del Velo (2.30 hours).

ACCESS

From Rif. Del Velo take a path downwards to the Ferrate del Velo. Ascend up the ferrata for circa 120m to the deep fissures (circa 20 minutes from the refuge). Scramble up the right (grade II) towards the arête, past a small spur on the right. After circa 150m the terrain steepens: belay on the large thread next to a small ledge.

DESCENT

From the summit continue along the crest towards Sass Màor to a deep chimney (Camino Winkler). Beyond this two red arrows make the descent northwards. Bridge across the gap and scramble on for circa 10 meters (grade II+) to then reach a small terrace and the obvious abseil ring bolt. Two 20m abseils lead to easy scrambling terrain which, in turn, leads to a third abseil ring. Abseil for 40m to the scree slopes of the col between Sass Màor and Cima della Madonna, which is reached via a small chimney on the right (facing the valley). From the col descend the scree gully east down a series of rocky bands. Keep right at the first fork, then keep left at the second (scrambles Grade I and II, plus a series of 15m abseils down fixed ring bolts) to reach the final 20m abseil which leads down to the path and back to the refuge.

GEAR

Two 55m ropes, full mountaineering gear, quickdraws, kevlar threads, slings.

Share this page

COMMENTS for the route "Spigolo del Velo"

13-11-2012, Renzo Bragantini
La fama è all'altezza della via. veramente magnifica sotto ogni aspetto. Percorsa molti anni fa, con poche persone in parete. Direi che la variante Steger, molto protetta, è senz'altro 5/5 . Rispetto alla "gemella" del Sass d'Ortiga, anch'essa stupenda, è più continua e nel complesso forse più impegnativa.
27-08-2008, Maurizio Callegarin
salita molto bella , la variante STEGHER/ZANGNEL ?? un po' unta, a mio avviso 5+/6° , classica da fare , fare attenzione all'inizio della discesa dal camino Winkler
19-06-2007, Piero Pagliani
Nel suo genere e difficoltà è una salita perfetta. La var. Steger è un 5 un po' untino ma molto chiodato (= 5+--?). Per il resto mi aspettavo una roccia ben più consunta e invece le scarpette tengono che è un piacere. Bello dormire al Rifugio del Velo dopo 1.000 metri di dislivello nelle gambe, ma attenzione (ai menischi) che dalla cima alla strada sono 1.500 metri di dislivello in discesa.
08-10-2005, antonio antonio
Via molto bella estetica e su roccia per lo più eccezionale.Veramente molto divertente
02-08-2005, GIUSEPPE DANIELLI
roccia compatta , arrampicata di soddisfazione mai banale, protezioni alpinistiche a chiodi......chi a tolto gli spit alle soste potrebbe se e' proprio ligio all'etica salire la via da solo e slegato considerato anche che gli spit non aiutano l'arramicata
29-09-2004, Emiliano Zorzi
Tutti i tiri sono veramente belli. Chiodatura abbondante, specie sui tratti più impegnativi (variante Zagonel, con chiodatura da A0 continuo, e dopo la spaccata). La spaccata dal secondo pilastro si può tranquillamente evitare scendendo alla forcelletta sotto e poi risalendo (più diff. ma meno da equilibrio). L'unico tratto in cui bisogna fare veramente attenzione è l'imbocco del camino Winkler per prendere il primo anello.
09-09-2003, Massimo Collini
Roccia davvero ottima, un pò levigata dai passaggi solo nel diedrino che la variante Zagonel percorre nella parte del tratto verticale del primo pilastro (tiro chiave della via). La via, molto logica, è sempre facilmemente proteggibile grazie alle molte clessidre ed ai tantissimi chiodi infissi (eccessivi o "da palestra" anche nei due brevi tratti di V°/A0 che comunque si rinviano sempre volentieri!!) che non serve nemmeno usare dadi o friends.Nel complesso un'arrampicata molto elegante e divertente (percorsa senza nessun'altra cordata sulla via!)
22-08-2003, LUCA FERRANDI
Via fantastica, sia per la roccia che per l'eleganza dell'itinerario. Consigliabile anche la variante Zagonel che raddrizza i primi due tiri dell'originaria salita. Via proteggibile per la presenza di moltissime clessidre. Nonostante le molte ripetizioni la roccia è uno spettacolo ... e l'ambiente è grandioso..... che volete di più ...Luca (CAI TREVIGLIO)
06-08-2003, gino tinazzi
bella via molto classica, forse troppo mitizzata nelle spaccate da una parete all'altra.Buona roccia e casino bestiale i giorni festivi da evitare.
14-07-2003, Alessandro e Michaela Colombari
Via stupenda e dalla linea molto logica, roccia fantastica e mai "unta" nonostante le numerose ripetizioni. Unico punto "negativo" è l'affollamento delle cordate, consiglio quindi di andare a ripeterla durante i giorni feriali.
09-09-2002, Valerio Moneta
La via sale fedelmente lo spigolo arrotondato, meglio direi una successione di tre pilastri (in realtà l'itinerario originale comporta una deviazione in un camino ma mi pare che non sia quasi più seguito). Il tutto su roccia veramente magnifica. Le clessidre sono presenti su tutto il percorso ce ne sarà a centinaia, ci si può proteggere o far sosta quasi ovunque. Comunque le soste sono tutte attrezzate anche con 2 chiodi. Unica piccola nota negativa è che nei pochi passaggi più obbligati la roccia porta il segno delle migliaia di ripetizioni. Discesa ben segnalata. Via consigliabile a tutte le cordate in grado di padroneggiare il quinto grado.
04-08-2002, marco marastoni
la via è sicuramente la più bella nel suo ordine di grado di quelle che abbia salito.il consiglio è di integrare la sosta del settimo tiro (4 chiodi piuttosto incerti) con la splendida clessidra sulla sinistra.Il camino Winkler si può evitare, essendo molto pericoloso (specie quando è umido), salendo la piccola cresta sulla sinistra dell'imbocco del camino ove, alla sommità (10 m sopra) ci sono cordini per la calata che porta dritti sopra gli anelli cementati alla fine del camino.
27-07-2002, Carmelo Motta
Non c'è niente da dire su questa via che non sia già stato scritto: roccia fantastica, linea logicissima ... soltanto mi aspettavo più aerea la spaccata dal secondo pilastro !Un pò di attenzione all'inizio della discesa nel camino Winkler.
Details / route
BEAUTY

stella stella stella stella stella

DIFFICULTY

4+/5

OBLIGATORY DIFFICULTY

4+/5

FACE

NW

LENGTH

430m

VOTES / itinerary
USERS VOTE:
stella stella stella stella stella
Vote the itinerary
COMMENT / itinerary

PERSONAL AREA

Add your email and password:

Username:

Password:


SEARCH routes

GROUP

Peak

Route

More itineraries
EXPO / Products
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com is updated daily: news, rock climbing, walks, trekking, alpinism, freeride skiing, ski mountaineering, snowboarding and ice climbing on the mountains worldwide. Furthermore, climbing techniques explained, gear & book reviews, expert advice, mountain photography, interviews and competition reports.
FORUM
CLASSIFIEDS
Recent Comments
  • Campanile di Val Montanaia - Via Normale
    Per precisazione:"la sosta a spit" si incontra sul secondo t ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Evergreen
    Ho salito la via questa estate e naturalmente ci siamo conge ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Rataplan
    Ripetizione del 20.09.2014L1 6c bella fessura non banale pe ...
    2014-09-23 / oscar meloni
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello