Home page Planetmountain.com

arrowTrekking arrowVie ferrate arrowEttore Bovero

Ettore Bovero

Scheda a cura di: Planetmountain.com
Area: Dolomiti, Gruppo: Tofane, Cima: Col Rosà, Quota: 2160m

Bella ed impegnativa via ferrata che percorre l’esposta parete sud ovest del Col Rosà, isolata punta rocciosa tra le Tofane e il Pomagagnon. La seppur breve e verticale salita (completamente attrezzata) è di estrema soddisfazione per l’esperto escursionista, accolto sulla cima dall’insospettato belvedere sulla Valle e la chiostra delle montagne di Cortina. 

ACCESSO GENERALE

Da Cortina verso nord per la strada di Fiames e Podestagno. All’altezza del Camping Olympia  si lascia la macchina al parcheggio.

ACCESSO

Costeggiando il Camping Olympia (1290m) si segue dapprima la strada forestale (segnavia 417);  poi si imbocca il sentiero 408 che, con ripide serpentine nel bosco della Val Fiorenza, sale verso il Passo Pospòrcora (1720m h 1,30). Da qui si prosegue, verso destra, per ripide e segnate tracce di passaggio fra i mughi arrivando, in breve, alle rocce dell’attacco posto nei pressi di una grotta.

ITINERARIO

Dalla targa della ferrata si sale per rocce e mughi fino al verticale spigolo che, guardando verso la grande Valle del Boite e la conca di Cortina, segna la direttrice della via. Da qui cominciano le corde fisse che, senza soluzione di continuità e con poche deviazione, conducono ad una spalla con mughi ed, in breve, alla vetta. Dall'attacco si supera un erto diedro coperto da mughi per proseguire sulle più pulite rocce nel mezzo dello spigolo. Quindi, superato un camino e affrontata una breve ed esposta traversata, si salgono le divertenti e gradinate rocce preludio ai vicini mughi della terrazza sottostante la cima. Un ultimo salto, attrezzato con pioli in ferro, consente infine di arrivare in vetta e godere l'intero giro d'orizzonte dell'aperto fantastico panorama.

DISCESA

Dalla cima si segue lungamente il sentiero segnavia n. 447 che scende verso nord e più a valle si ricongiunge alla strada forestale e per questa giunge al parcheggio di partenza.

MATERIALE

Normale dotazione da ferrata

NOTE DIFFICOLTÀ

Itienerario esposto ma breve che richiede buona esperienza.

CARTOGRAFIA/BIBLIOGRAFIA

Dolomiti e Brenta Guida alle ferrate
Oltre 120 vie ferrate di Eugen E Huesler
Editrice Frasnelli-Keitsch

Vie Ferrate nelle Dolomiti
di Hans Kammerer
Tappeiner Casa Editrice

Condividi questo articolo

COMMENTI per l'itinerario "Ettore Bovero"

31-05-2009, Claudio Sacchi
Un pò noiosa e faticosa la Val Fiorenza fino a Posporcora, poi la ferrata mediamente difficile, con bella vista sul Campanile Rosà, meta preferita da Re Leopoldo del Belgio; meglio non salire vicino ai cavi, gli appigli sono migliori. La discesa è stata rognosa per non aver seguito la via giusta Bye
23-10-2008, Federico Mazzucato
Ferrata molto bella e panoramica! Salita eseguita in una bellissima giornata di sole d'ottobre. E giro concluso con attraversamento a piedi nudi del torrente Boite (all'arrivo a valle)!!! Passaggi molto divertenti e rocciabili nonostante l'esposizione in alcuni tratti. Roccia in generale compatta. Sicuramente da fare!!
22-09-2006, davide
breve faerrata ma interessante perfetta per i primi approcci a queste vie, non presenta difficolta rilevanti piu che difficile la definerei media , sempre che uno non abbi vertigini, perfetta per passarsi una mattinata
22-08-2006, Pierpaolo Povelato
E' stata la mia 3 ferrata. Non so quindi valutare con precisione il grado di difficoltà. Credo di poter dire che è in ottimo stato, corde e fittoni bene ancorati. Non ho avuto particolari timori o momenti difficili, ho sostato in almeno 5/6 punti a scegliere bene dove mettere piedi e mani, salendo di qualche passo e magari scendendo. C'è un punto esposto 3 metri in tutto ma non è il punto più difficoltoso. Per il resto belle sensazioni e panorami spettacolari. Ho visto gente salire come schegge attaccati sempre con le mani sulla corda! Che gusto c'è?
04-11-2005, Gabriele Meloni
Ottima escursione che dà discrete soddisfazioni.Nelle guide,a mio parere,è sottovalutata e nonostante non sia lunga ha diversi passaggi tecnici.
03-10-2005, Francesco Garbellotto
Ferrata divertente: sempre abbastanza esposta ma sicura, qualche passaggio un po' più tecnico in cui tirarsi su con le braccia, ma nel complesso senza punti difficili. Molto bello il panorama a circo: dalle tofane alla croda rossa al cristallo e sorapis, con il pelmo lì in fondo troneggiante come sempre!
18-06-2005, Roberto Santalucia
E' stata la mia prima ferrata! In effetti pensavo che fosse più semplice, mi consola il fatto che sia ta le "Difficili". Comunque è stato molto bello, stupendo il panorama in vetta. Angelo... sono pronto per la prossima!
18-06-2005, Roberto Santalucia
Avevo dimenticato di inserire la bellezza!!!
31-08-2004, Federico
Bellissima. avevo affrontato, prima di questa, solo la torre Toblin ma non sono nemmeno paragonabili: sulla Toblin vi sono troppe scale e non si ha contatto con la roccia. Mi confortano, per le prossime ferrate, i commenti sulla difficoltà del Col Rosà rispetto ad altre
25-08-2004, Gianni Verducci
una buon allenamento per fare ferrate più "tecniche": non da sottovalutare
11-06-2004, Enrico
Pur nella sua brevita' e' una ferrata interessante e abbastanza varia. Riguardo la scarsita' di appigli basta "muoversi" dalla linea teoricamente piu' semplice e diretta per trovarne, in tutta sicurezza,in abbondanza. Attenzione, verso meta' ferrata,ad oggi, un ancoraggio saltato e penzolante sul cavo, non permette una sufficiente sicurezza in caso di caduta (circa 20 mt di cavo "libero" tra un ancoraggio e l'altro). La discesa per la via normale resa piu' divertente da bei canaloni innevati e poco pendenti che hanno permesso, in scivolata controllata, di ridurre il tempo di percorrenza a valle.
12-02-2004, alessandro giumini gaddi
è stata la mia prima ferrata sinceramente la credevo più facile commosso tantissimo una volta giunto in vetta
21-07-2003, Michele Berton
Che bella ferrata! Tratti molto esposti con splendida vista su Cortina e qualche passaggio impegnativo per scarsita' di appigli. E' un'esperienza che consiglio a tutti gli appassionati preferibilmente a inizio o fine stagione (molto frequentata).
06-06-2003, Diego Cuzzolin
via molto soddisfacente, soprattutto da percorrere ad inizio stagione. bella perchè permette di salire in esposizione senza eccessive difficoltà. attrezzature in ottimo stato, grandioso panorama.
21-07-2002, Bologna Lucio e Chrys
Concordiamo con Massimo e Linda.Anche noi ci aspettavamo una via meno impegnativa fisicamente.Un po' di tensione iniziale, ma grande soddisfazione finale.Grandioso il passaggio esposto in orizzontale!
31-05-2002, Massimo e Linda
Sinceramente non ce l'aspettavamo così. Sapevamo che era una ferrata impegnativa ma dopo 11 ferrate tutte di media difficoltà credevamo di affrontare una via senza alcun timore.Invece ci siamo ricreduti.E' una via ben attrezzata ma molto esposta con qualche camino e qualche tratto dove la parete ha pochi appigli dove oltre alla tecnica serve anche forza fisica. Sicuramente proveremo a rifarla, perchè adesso sappiamo cosa ci aspetta, e magari la troveremo molto più semplice. In cima molto bello il panorama a 360°.
16-09-2001, Ernesto Majoni
Ritengo la Bovero un percorso ideale per l'allenamento fuori stagione, ben attrezzata e veloce. Sul Col Rosà consiglierei agli escursionisti amanti della solitudine di provare anche a salire senza corde sul Colle, facendo in salita la via normale di discesa. E' un po' faticosa (873 m. di dislivello da Fiames), ma è un'escursione di altri tempi.
15-09-2001, FABIO FACCO
da non perdere. Ottimamente attrezzata
15-09-2001, FABIO FACCO
p.s.: anch'io sono salito con moglie e figlio (13 anni), usando l'imbrago da ferrata per lui e cordini per noi
10-09-2001, Marino Doardi
Bell'itinerario attrezzato con sole funi, abbastanza impegnativo ed esposto. L'ho percorsa con mia moglie e mio figlio (13) assicurandoli entrambi con uno spezzone di corda
Scheda / itinerario
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

PERIODO

L'esposizione favorevole e la modesta quota ne fanno una meta percorribile da maggio a ottobre.

FREQUENTAZIONE

Alta

ORARIO

5 h

DIFFICOLTÀ

Difficile

VERSANTE

Ovest - Sud-Ovest

DISLIVELLO SALITA

900m

DISLIVELLO FERRATA

200m

PDF

Ettore Bovero

PDF

Ettore Bovero

VOTA / itinerario
VOTO MEDIO UTENTI:
stella stella stella stella stella
Aggiungi la tua valutazione
COMMENTA / itinerario

AREA PERSONALE

Inserite email e password scelte al momento della registrazione:

Username:

Password:


RICERCA Vie ferrate

GRUPPO

Cima

Nome itinerario

Altri itinerari pubblicati
EXPO / Prodotti
C.A.M.P. # Photon Express
Photon Express
Ferrino # Lightech Shingle SQ
Lightech Shingle SQ
AKU # Bellamont Suede GTX
Bellamont Suede GTX
Icebreaker # Atom LS Zip Hood
Atom LS Zip Hood
Wild Climb # Dadu's Plus
Dadu's Plus
Ortovox # Ortovox Merino fleece logo Hoody
Ortovox Merino fleece logo Hoody
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello
  • Chimera Verticale
    Ripetuta il 29 agosto 2014 con Martin Dejori. Bellissima via ...
    2014-08-30 / Alex Walpoth
  • Costantini - Apollonio
    Caro Checco, gli spit sono rispuntati, qualcuno in sosta, qu ...
    2014-08-29 / Angelo Bon
  • Diretta Consiglio
    Salita tanti anni fa, nel 1969, ovviamente senza friend (che ...
    2014-08-18 / renzo%20 Bragantini