Home page Planetmountain.com

arrowTrekking arrowVie ferrate arrowFerrata Gianni Aglio

Ferrata Gianni Aglio

Scheda a cura di: Planetmountain.com
Area: Dolomiti, Gruppo: Tofane, Cima: Tofana di Mezzo, Quota: 3244m

Il percorso attrezzato permette la salita alla più alta delle tre Tofane, ed abbinato alla ferrata Giuseppe Olivieri alla Punta Anna costituisce una lunga ed impegnativa traversata, di estrema soddisfazione per i più allenati. La via, anche se logisticamente agevolata dagli impianti di Funivia che raggiungono la vetta, non è da sottovalure sia per la quota raggiunta sia in caso di brutto tempo. Dalla cima chi possiede una buona preparazione fisica e buona esperienza alpinistica può proseguire per la ferrata Formenton che conduce prima alla Sella tra la seconda e la terza Tofana, e quindi alla cima della Tofana di Dentro o Terza (percorso complessivo molto lungo).

ACCESSO GENERALE

Da Cortina con la Funivia “Freccia nel Cielo” fino alla 2a stazione intermedia del Rif. Ra Valles.

ACCESSO

Il punto di partenza (per chi non proviene dalla Ferrata G. Olivieri o dal Sentiero attrezzato G. Olivieri) è la stazione intermedia della funivia Ra Valles. Da qui, tralasciando le indicazioni per il Sentiero Olivieri e la P.ta Anna, si sale (sud-ovest) per il sentiero segnato che attraversa il Doss de Tofana, fin dove ha inizio la ferrata (2900m).

ITINERARIO

Superati alcuni gradoni ed un salto verticale attrezzato con scala, ci si porta sulla parete sud-ovest e, per cengia, all'intaglio della Torre Gianni Aglio. Con corde fisse si attraversa la parete est della Torre (difficile ed esposto, consigliabile tenere i cordini di assicurazioni corti). Dopo un'altro tratto di area traversata sulla parete Nord, per gradoni e detriti, si perviene quindi alla grande 'finestra' del Bus de Tofane posta a 2920m (da qui è possibile discendere per ghiaione al sentiero 403 che collega il Rif. Giussani al Rif. Dibona).  
Per la cima si prosegue, invece, salendo per pendii (a volte innevati) e, superata una rampa con barriere anti-valanghe e due salti verticali attrezzati con scale, per sentiero segnato e roccette si raggiunge infine la croce di vetta.

DISCESA

In breve dalla vetta si scende al Rifugio Cima Tofana e alla stazione della funivia (attenzione! ultima corsa alle ore 16.00).

MATERIALE

Normale dotazione da via ferrata

NOTE DIFFICOLTÀ

Non presenta difficoltà rilevanti se non nell’esposto e difficile attraversamento della Torre Aglio. La discesa in funivia riduce notevolmente l’impegno generale. Bisogna fare attenzione all’inizio di stagione per la possibile presenza di neve e ghiaccio.

CARTOGRAFIA/BIBLIOGRAFIA

Dolomiti e Brenta Guida alle ferrate
Oltre 120 vie ferrate di Eugen E Huesler
Editrice Frasnelli-Keitsch

Vie Ferrate nelle Dolomiti
di Hans Kammerer
Tappeiner Casa Editrice

Condividi questo articolo

COMMENTI per l'itinerario "Ferrata Gianni Aglio"

26-07-2012, Claudio Sacchi
Questo commento NON riguarda la Tofana di Mezzo ma la Tofana di Dentro. Un itinerario interessantissimo, ma per esperti, ricalca alla rovescia il percorso di guerra del Capitano Barborka, dalla cima alla Cengia Paolina, tenendosi sempre sul versante W della Tofana. Notizie nella relazione del CAI di Conegliano. Attenzione, pericolosa ma magnifica !!!
18-06-2009, Claudio Sacchi
Per chi non ama la folla, un grandioso itinerario (CENGIA PAOLINA) che si snoda in ambiente severo e da percorrere almeno in 2: da Rif. Giussani a dx ad imboccare la Cengia Sabelli, aggirare lo sperone Nemesis con meraviglioso scenario sulle Torri Travenanzes e Fanis, Potofana, Ra Ola, Ponte Cadoris. Il Canalone Ra Ola è magnifico da discendere a passi con scivolata, ma la continua frequentazione ne ha "usurato" lo strato mobile in ghiaino, peccato. Dopo i Cadoris il Ponte Alto con magnifica vista sull'orrido dei Rii Travenanzes e Fanis poi Podestagno e auto. Fate attenzione perchè l'itinerario è lungo, percorribile senza errori (cautela!) dove è in cengia, ma senza indicazioni nei 3 circhi sassosi, nel 2° dei quali potrete trovare, se siete fortunati i resti del ghiacciaio occidentale di Potofana; dappertutto ricordi di guerra. Circa 7 h calme
02-06-2009, Claudio Sacchi
Non ho mai capito come si sia potuto violentare la Tofana con una funivia che giunge proprio in cima per il piacere di pochi (?) smidollati che vanno lassù ad abbronzarsi con nessuna fatica, magari coi tacchetti apillo: che vengan loro le vesciche! Ah! Das liebe Geld!!! Alles Gute! Tschüß
23-03-2009, Claudio Sacchi
Se non avete mollato a Punta Anna e siete giunti in cima alla Tofana 2a, non rovinate l'escursione prendendo quella maledetta "Freccia nel C.lo", ma seguite il percorso Grohmann, scendendo in conca fra 2a e 3a (occhio ghiaccio!), costeggiate a Sn la 2a fino a Forcella Vallon (sassi), poi al Giussani
21-03-2009, Claudio Sacchi
Provate questo fantastico itinerario: Di Bona, Astaldi. Pomedes, Punta Anna, Aglio-Tofana 2a, Formenton-Tofana 3a, Caserme Formenton, Sentiero Olivieri, Pomedes, Di Bona; 8,5 ore, tanta fatica ma visioni meravigliose. Ne vale la pena per tutta la vita; attenti al tempo! Sulla 2a c'è una targa.
28-08-2008, Stefano Carmignoto
La ferrata è molto bella, panorami di Cortina e dintorni stupendi. Unica nota negativa è la segnalazione della via, sia per quanto riguarda il sentiero (segni rossi pochi, scoloriti e messi male) che nella ferrata in sè stessa, attenzione a non seguire l'indicazione cima a metà ferrata perchè vi conduce su una piccola vetta che non c'entra, seguire per tofana!Nel complesso però mi è piaciuta.
18-08-2007, Marco Ceccaroni
E' stata una ferrata di una bellezza incontrastante, con una ricca varietà di passaggi e uno scenario che non dimenticherò x nulla al mondo....e come ribadisce il mio amico Marco Golinucci i segni ci hanno fatto dannare (quindi che qualche responsabile ripassi i segni, bene!)Comunque è l'unica ferrata che mi ha lasciato dentro un ricordo stupendo dopo la Costantini.
06-08-2007, Marco Golinucci
Stupendo percorso, molto aereo e a tratti molto esposto ma con una vista stupenda dalla cima; da effattuare solo con condizioni meteo ottime, perchè la segnaletica è SCHIFOSA (i bollini rossi sono stati coperti di nero, cosa significa?) e in alcuni tratti il sentiero rimane molto esposto e senza cavo. A parte questo, abbinata alla ferrata a Punta Anna diventa un itinerario stupendo.
28-08-2006, massimo mocellin
Dopo P.ta Anna sono proseguito per la Tof.di mezzo non senza fatica.La variante aglio merita è un passaggio di quindici metri che ti toglie il fiato.Segnaletica in certi tratti un pò scarsina e in caso di nebbia difficoltà di orientamento.Difficile soprattutto dopo aver affrontato p.ta Anna, molto poco percorsa infatti quasi tutti dopo la Olivieri scendono a valle.Ciao da Moka.
14-09-2005, CAI pordenone ZAmbon luigi
Splendida giornata di crode. sonoritornato a percorrere queste ferrate per rivivere esperienzepassate.questa volta ho dupplicato subito la spettacolareripresa fatta con la telecamera.!!!Tempo e visibilita' ottimi.
30-08-2002, stefano merisio
per essere la quarta via ferrata che ho fatto è stata un esperienza bellissima in un paesaggio incantevole,un po difficile per le mie capacita,ma ne valeva la pena
02-07-2002, Elena Pastore
Mi sono divertita moltissimo, anche se il tempo non era dei migliori. L'importante è avercela fatta, alcuni passaggi sono tosti e meritano un ulteriore visita.
23-01-2002, Massimiliano Giorgi
Se sovrapposta alla ferrata Olivieri magica ed estenuante avventura con un paio di passaggi mozzafiato. Memorabile!
Scheda / itinerario
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

PERIODO

A seconda delle condizione d'innevamento da giugno a ottobre

FREQUENTAZIONE

Alta

ORARIO

3,30 h

DIFFICOLTÀ

Difficile

VERSANTE

Sud-Ovest

DISLIVELLO SALITA

800m

DISLIVELLO FERRATA

350m

PDF

Ferrata Gianni Aglio

PDF

Ferrata Gianni Aglio

VOTA / itinerario
VOTO MEDIO UTENTI:
stella stella stella stella stella
Aggiungi la tua valutazione
COMMENTA / itinerario

AREA PERSONALE

Inserite email e password scelte al momento della registrazione:

Username:

Password:


RICERCA Vie ferrate

GRUPPO

Cima

Nome itinerario

Altri itinerari pubblicati
EXPO / Prodotti
Salewa # Giacca Salewa Indra
Giacca Salewa Indra
Wild Climb # Dadu's
Dadu's
La Sportiva # Syborg
Syborg
Marmot # Nabu Jacket
Nabu Jacket
Climbing Technology # RollNlock
RollNlock
Kong # Argon Mix
Argon Mix
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
Ultimi commenti Rock
  • Campanile di Val Montanaia - Via Normale
    Per precisazione:"la sosta a spit" si incontra sul secondo t ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Evergreen
    Ho salito la via questa estate e naturalmente ci siamo conge ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Rataplan
    Ripetizione del 20.09.2014L1 6c bella fessura non banale pe ...
    2014-09-23 / oscar meloni
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello
COVER
The Rectory e Castelton Tower
arch. Desert Sandstone Climbing Trip 2014