Home page Planetmountain.com

arrowTrekking arrowVie ferrate arrowVia Ferrata Albino Michielli Strobel

Via Ferrata Albino Michielli Strobel

Scheda a cura di: Planetmountain.com
Area: Dolomiti, Gruppo: Pomagagnon, Cima: Punta Fiames, Quota: 2240m

La “Strobel” è una via ferrata classica molto frequentata che sale con percorso logico per larghe cengie il versante ovest della Punta Fiames, superando tratti esposti ma attrezzati in maniera ottima. La vista su Cortina e la vallata del Boite e’ impareggiabile. Nonostante la relativa vicinanza all’abitato di Cortina, il notevole dislivello, richiede un buon allenamento.

ACCESSO GENERALE

Da Cortina seguire la SS 51 in direzione di Dobbiaco per circa 4 chilometri fino alla località Fiames, dove si parcheggia presso l’Hotel Fiames.

ACCESSO

Il sentiero ben marcato parte di fronte all’albergo Fiames e porta attraverso il bosco ad una carrareccia (ex linea ferroviaria). Si cammina lungo la stradina verso destra per pochi metri fino ad incontrare il sentiero che sale per mughi ad un un canale ghiaioso. Si segue tale canale e poi si esce a sinistra (attenzione in questo punto e’ facile sbagliare) per raggiungere un altro canalone che conduce faticosamente fino alla base della parete ovest dove una targa metallica indica l’inizio della ferrata, posto all’estremità sinistra di una grande cengia. (1 ora dalla macchina).

ITINERARIO

La ferrata traversa verso destra lungo un’ampia cengia la parete Ovest. Questo primo tratto non presenta difficoltà e conduce alla base di una rampa obliqua con camini e fessure dove si incontrano i primi cavi metallici. Si seguono i cavi prestando attenzione alla roccia a tratti un po’ scivolosa date le numerose ripetizioni. Si supera una fessura camino e dopo alcuni tratti esposti verso sinistra si raggiunge un secondo sistema di cenge che conducono verso destra attraverso mughi fino ad uno spigolo dal quale ci si puo’ affacciare sulla parete sud dove si possono vedere cordate impegnate sulla via normale o sullo spigolo Jori.
Alcuni salti attrezzati conducono alla base di una ripida parete nera che si supera con l’ausilio di una scala e di gradini (esposto). Poi il cavo metallico permette di superare gli ultimi risalti fino alle roccette terminali che conducono facilmente in cima alla Punta Fiames (ore 2/3 dall’attacco).   

DISCESA

Si scende verso nordest lungo un sentiero con qualche roccia (facile) e poi si traversa verso destra (est) fino alla Forcella del Pomagagnon (2178m). Verso sudest il grande canale di ghiaia è piuttosto ripido, ma consente di scendere agevolmente data la consistenza piuttosto morbida dei detriti. Raggiunto il termine del canalone in prossimità dei primi mughi si incontra un primo segnale. Si continua lungo il canalone fino ad una seconda indicazione. Per tornare a Fiames si dovrà andare a destra seguendo il sentiero 208 che attraversa in quota ritornado verso Punta Fiames per poi scendere poi nel bosco fino alla carrareccia iniziale e all’abitato di Fiames.

MATERIALE

Normale dotazione da via ferrata

NOTE DIFFICOLTÀ

Media difficoltà, prevalentemente in salita su cengie larghe, con passaggi esposti ma sempre ben protetti e sicuri.

CARTOGRAFIA/BIBLIOGRAFIA

Dolomiti e Brenta Guida alle ferrate
Oltre 120 vie ferrate di Eugen E Huesler
Editrice Frasnelli-Keitsch

Vie Ferrate nelle Dolomiti
di Hans Kammerer
Tappeiner Casa Editrice

Condividi questo articolo

COMMENTI per l'itinerario "Via Ferrata Albino Michielli Strobel"

17-04-2009, Claudio Sacchi
L'ho fatta molte volte, una risalendo la Grava Longes e mi è bastato, le altre per la ferrata sul fronte W della Punta Fiames, che è divertente e abbastanza facile, specialmente in inizio di stagione, se non fosse per il lungo e ripido avvicinamento di circa 1 ora. In cima, bel panorama su Cortina.
02-09-2008, Paolo Sgarbi
Dopo un avvicinamento ripido e stancante di 1 ora, si apre una ferrata lunga e divertente, alcuni punti esposti ma molto protetti. In cima bellissimo paesaggio a 360 gradi!E' un classico per quelli del luogo e per chi vuole fare un weekend di 2 giorni in montagna (come me). Perfetta per chi non ne ha mai fatta una in vita sua, forse un po' facilotta per chi invece è un veterano.La discesa sul ghiaione è davvero divertente! Attenzione però a mantenere la destra se no si manca il sentiero per l'hotel fiannes...
15-10-2007, Gabriele Meloni
Meravigliosa e impegnativa salita. Sempre ben protetta e con ottimi appigli.Non tanto divertente il canalone da percorrere in discesa.
01-07-2007, Alberto Lasfanti
Una ferrata a mio avviso un pò impegnativa fisicamente, non eccessivamente complessa dal punto di vista tecnico ma sicuramente qualche tratto esposto e ripido danno una bella sensazione.
11-02-2005, Eugenio Gianotti
Una via ferrata assai impegnativa ma al tempo tesso molto bella ed aerea. Ne consiglio la salita a quanti desiserano provare, per la prima volta, una via ferrata.Ritengo che non sia da affrontare con leggerezza, e con una buona resistenza alla fatica, poché nel suo sviluppo, si percorrono tratti di sentiero a mezza costa. Questi, fanno da unione tra due tratti, spezzando il fiato ed affaticando il passo. Scegliamo una bella giornata, in modo da poter ammirare il panorama delle Tofane.
30-08-2004, Andrea Governatori
Ferrata molto divertente e panoramica (incredibile la vista sulla Conca Ampezzana e sui gruppi d'intorno).La parte attrezzata consente un agevole recupero delle forze alternando tratti in parete con tratti di sentiero.La discesa risulta agevole con solo qualche cautela nel tratto immediatamente precedente alla Forcella di Pomagagnon causata dal parziale collo del sentiero.
24-08-2004, Anna Del Miglio
Bellissima, la migliore ferrata mai fatta, soprattutto per la lunghezza della ferrata e il ridottissimo avvicinamento, divertente se fatto nel canalone!! Una vera chicca il canalone di discesa!! era da tanto che non ne trovavo uno così morbido!!! Fantastica la giornata, poca gente (strano)!!
04-12-2003, Coleto Ernesto
Ferrata molto bella, panoramica e divertente. Abitando a cortina, ho potuto salirla circa 50 volte, dal 1967 in poi: d'estate, d'inverno, da solo, in discesa: sempre interessante.Il modo migliore di farla è partire d'estate nel tardo pomeriggio per arrivare in vetta al tramonto e sorprendere i camosci sui Prade del Pomagagnon. La consiglio a chiunque: d'inverno però diventa una discreta avventura, specialmente per la discesa. Buona salita!
12-06-2003, Massimo e Linda
Ferrata tecnicamente molto bella, sinceramente la pensavamo un pò più difficile, vista l'esperienza della cugina Col Rosà.Peccato per il tempo non abbiamo potuto assaporare la bella veduta in cima.La ferrata è ben attrezzata e ben segnata, il sentiero di salita e discesa un pò meno.Favolosi incontri con camosci nella forcella.Vi consigliamo proprio di farla.
26-03-2003, Giuseppe Matteucci
Salita in anticipo rispetto alla usuale stagione ma consentita dal fatto che la via è esposta al sole e quindi non innevata. In una magnifica giornata, a parte la vista strabiliante, la presenza di moltissimi caprioli lungo il percorso. La parte più difficoltosa si è rivelata la discesa dove sono stati necessari i ramponi fino all'imbocco del canalone. Un silenzo assordante una pace totale, insomma una bellissima giornata.
30-07-2002, Marco Arnetoli
Itinerario faticoso per il notevole dislivello del sentiero che dall'albergo Fiames, porta fino alla targa che indica l'inizio della ferrata. Considerare che da qui in poi, bisogna ancora camminare, se di buon passo e' sufficiente un quarto d'ora, per arrivare fino al cavo di acciaio. La ferrata vera e propria, e' piuttosto lunga e quasi sempre verticale, ma e' ben attrezzata e non difficile. Mentre salivo,ho visto degli elicotteri volteggiare sotto di me! Lo scenario che dalla punta Fiames si gode sulla valle del Boite, e' notevole.
18-07-2001, Nicholas Hobley
Excellent vie ferrata, technically not particularly difficult and with great views over the valley. Great half-day outing from Cortina.
13-07-2001, Francesco Piardi
Bella salita abbastanza lunga ma non troppo impegnativa tecnicamente.Molto suggestivi i punti di vista sulla parte sud e sulla spigolo Jori.
Scheda / itinerario
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

PERIODO

A seconda delle condizione dell'innevamento da maggio a ottobre

FREQUENTAZIONE

Alta

ORARIO

4 h

DIFFICOLTÀ

Media

VERSANTE

Sud-Ovest

DISLIVELLO SALITA

1000m

DISLIVELLO FERRATA

600m

PDF

Via Ferrata Albino Michielli Strobel

PDF

Via Ferrata Albino Michielli Strobel

VOTA / itinerario
VOTO MEDIO UTENTI:
stella stella stella stella stella
Aggiungi la tua valutazione
COMMENTA / itinerario

AREA PERSONALE

Inserite email e password scelte al momento della registrazione:

Username:

Password:


RICERCA Vie ferrate

GRUPPO

Cima

Nome itinerario

Altri itinerari pubblicati
EXPO / Prodotti
Lizard # Kross Evo
Kross Evo
Salewa # Giacca Salewa Indra
Giacca Salewa Indra
La Sportiva # Syborg
Syborg
adidas # Giacca Terrex Cocona Uomo
Giacca Terrex Cocona Uomo
Ortovox # Tour 32+7 ABS
Tour 32+7 ABS
Wild Climb # Dadu's
Dadu's
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Campanile di Val Montanaia - Via Normale
    Per precisazione:"la sosta a spit" si incontra sul secondo t ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Evergreen
    Ho salito la via questa estate e naturalmente ci siamo conge ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Rataplan
    Ripetizione del 20.09.2014L1 6c bella fessura non banale pe ...
    2014-09-23 / oscar meloni
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello
COVER
The Rectory e Castelton Tower
arch. Desert Sandstone Climbing Trip 2014