Home page Planetmountain.com

arrowTrekking arrowVie ferrate arrowVia Ferrata Marino Bianchi

Via Ferrata Marino Bianchi

Scheda a cura di: Planetmountain.com
Area: Dolomiti, Gruppo: Cristallo - Faloria, Cima: Cristallo di Mezzo, Quota: 3163m

Breve ma interessante e panoramico percorso di cresta che, sfiorando i 3000 metri di quota, dalla forcella Staunies conduce alla Cima del Cristallo di Mezzo. La via, attrezzata con funi fisse e scalette, è molto frequentata e si percorre in salita e discesa.

ACCESSO GENERALE

Da Cortina per la SS 48 del Passo Tre Croci fino alla Capanna Rio Gere e al parcheggio della stazione di valle della Seggiovia Sonforca (1698m) al Cristallo.

ACCESSO

Con la seggiovia fino al Rifugio Sonforca e da qui con cabinovia alla forcella Staunies (2919m). Dalla stazione superiore della cabinovia in breve per sentiero al Rif. Guido Lorenzi (2932m), dalla cui piattaforma hanno inizio le prime corde fisse della ferrata.

ITINERARIO

Le prime corde fisse salgono sulla cresta per portarsi più innanzi sul lato nord est e traversare quindi sotto la Cima Nord. Si continua poi in discesa, per una stretta gola, fino ad una incassata forcella che fa da spartiacque a ripidi canaloni. L’ambiente è severo e, data la quota e l’esposizione, occorre far attenzione alla presenza di tratti ghiacciati. Si risale, e superati con scale fisse due verticali pareti divise da cengie, si perviene al punto più difficile della salita: un liscio canalino fessurato di una decina di metri di altezza e leggermente strapiombante. Superato il faticoso passaggio chiave, che richiede un buon uso della fune fissa e delle tecnica di salita, si prosegue più facilmente per cresta, prima in piano quindi, superando gli ultimi gradini, si raggiunge l’ometto della panoramica vetta del Cristallo di Mezzo (3163).

DISCESA

Per la stessa vi attrezzata di salita si ritorna al Rifugio Guido Lorenzi.

MATERIALE

Normale dotazione da ferrata. Prevedere attrezzatura da neve ad inizio stagione.

NOTE DIFFICOLTÀ

Itinerario classico di media difficoltà, molto frequentato. Occorre far attenzione alla neve e al ghiaccio che possono, vista l’esposizione e l’altezza, essere presenti anche nella stagione estiva. Attenzione va posta inoltre, visto che in discesa si ripercorre la stessa via di salita, agli incroci di gruppi numerosi.

NOTE

Rifugio Guido Lorenzi
Rifugio Son Forca

CARTOGRAFIA/BIBLIOGRAFIA

Dolomiti e Brenta Guida alle ferrate
Oltre 120 vie ferrate di Eugen E Huesler
Editrice Frasnelli-Keitsch

Vie Ferrate nelle Dolomiti
di Hans Kammerer
Tappeiner Casa Editrice

Condividi questo articolo

COMMENTI per l'itinerario "Via Ferrata Marino Bianchi"

01-09-2009, 08-2009,imos
Ferrata molto bella per la sua semplicità ma nello stesso tempo offre un panorama mozzafiato. (Nonna Rosanna l'ha percorsa,grandiosamente, come sua prima ferrata all'eta di 60 anni.brava)
17-04-2009, Claudio Sacchi
Ferrata discreta che ho compiuto diversi anni fa; stranamente, pur essendo una magnifica giornata, ero solo; l'altezza si fa sentire, però ho impiegato 2h 45' compresa la sosta su un terrazzino a Sud della cima, dove ho trovato una scatoletta di carne della 1a guerra: assaggiata, no mal di pancia
06-06-2008, carlo giorgioni
ferrata molto bella, anche se ha solo un paio di punti impegnativi.Sia per motivi emozionali, che per l'affollamento, bisogna farla partendo prestissimo dal Rifugio,perché dopo viene su la folla ed il percorso diventa un unico, intermonabile senso unico alternato, con il rischio di tempi inutilmente e incredibilmente allungati
18-04-2008, STEFANO BARTESAGHI
FERRATA MOLTO BELLA, SI ARRIVA SULLA CIMA DI MEZZO, CON UN PAESAGGIO A 360 GRADI, SI CONSIGLIA DI FARLA CON UNA BELLA GIORNATA, PER IL MERAVIGLIOSO PAESAGGIO
05-08-2007, Davide Saporito
Ferrata non troppo difficile ma con alcuni passaggi che richiedono attenzione, adatta ai neofiti in cerca di emozioni! La cima offre un bellissimo panorama che spazia quasi a 360°. Manca il libro di vetta. La discesa, così come la salita, sono ottimamente attrezzate e sicure, anche con la neve.
22-09-2006, francesco boccacci
ferrata breve,ma molto varia. non difficile eccetto qke breve tratto che necessita di un po di forza di braccia. panoramica!!
30-08-2005, Nicolò Di Pace
Divertente ferrata, panorama eccezionale,alcuni passaggi non sono semplici(complice neve residua).Molto affollata anche di venerdì.Tre ore e mezza inclusa sosta sulla vetta.Il lato negativo è che gli impianti(pagati carissimi) portano fin troppo in alto:basterebbe anche un breve accesso per far diminuire drasticamente l'alta frequentazione.Fare attenzione al tempo se non si parte la mattina presto,per il rischio temporali(oltre 3000m e tracciato per lo più in cresta).Da fare.
31-08-2004, William Camilla
Bella ferrata varia con panorami mozzafiato. L'impianto ti porta direttamente all'attacco e lì il sacrificio più grosso l'hai già fatto: PAGARE FIOR DI EURO PER LA SALITA!!!!Il difetto più grande della via è il sovraffollamento dovuto al percorso a doppio senso.Questo nulla in confronto al fatto che il 50% delle persone viaggia come stesse camminando in piazza: scarpette e pantaloncini, senza alcuna attrezzatura. Ti vengono i brividi solo a sfiorarli... SANNO VOLARE???I costi dei rifugi sono degni del VENETO.
16-08-2004, lorenzo Veronesi
Unico lato positivo il panorama. La via non difficile un lungo sali e scendi, alquanto frequentata. Il pericolo di questo giro non deriva dalla diificoltà a salire ma dalla gente presente, l'impianto di risalita arriva a 20 metri dall'attaco pertanto in ferrata si trova ogni genere di persona, gente senza casco non imbragata oppure che non vuole perdere tempo ad aggangiarsi ecc... avevo più paura di urtare una di queste persone e quindi di farle cadere che la paura del vuoto. Ultimo appunto gli impianti di risalita mi sono sembrati un po' troppo cari...
13-08-2003, cantini
Bella e varia perche' sale,scende,passa lungo cengia e infila in brevi camini.Non difficile e adatta a tutti.In alcuni tratti non e' proprio assicurata bene ma sono quelli meno impegnativi.
13-08-2003, francesco cantini
Bella e varia perche' sale,scende,passa lungo cengia e infila in brevi camini.Non difficile e adatta a tutti.In alcuni tratti non e' proprio assicurata bene ma sono quelli meno impegnativi.Attenzione a scegliere bene il giorno perche' si rischiano veri e propri ingorghi.
09-09-2002, Spalla Massimo
Bella e simpatica ferrata. Difficile a sufficienza per divertirsi, ma non cosi' difficile da "far soffrire". Il passaggio nel caminetto strapiombante e' molto breve e non "tremendo". La si riesce a fare in breve tempo (circa 3 ore in totale): gita ideale da mezza giornata. Io l'ho fatta in una bella giornata, la sconsiglierei con tempo variabile/piovoso (alta quota e cresta !!!). Ovviamente panorama splendido. Quando l'ho fatta io l'attrezzatura era in ordine.
09-09-2002, Spalla Massimo
Bella e simpatica ferrata. Difficile a sufficienza per divertirsi, ma non cosi' difficile da "far soffrire". Il passaggio nel caminetto strapiombante e' molto breve e non "tremendo". La si riesce a fare in breve tempo (circa 3 ore in totale): gita ideale da mezza giornata. Io l'ho fatta in una bella giornata, la sconsiglierei con tempo variabile/piovoso (alta quota e cresta !!!). Ovviamente panorama splendido. Quando l'ho fatta io l'attrezzatura era in ordine.
16-09-2001, Ettore Lusuardi
Davvero una bella e panoramicissima cresta. Ma da non fare assolutamente in agosto, visto l'altissima frequentazione e visto che la via di discesa è la stessa della salita, con i conseguenti ingorghi. Gli impianti di risalita, a mio avviso, portano troppa gente, troppo in alto, e partono troppo tardi (prima corsa alle 8,45!!!).
08-08-2001, Marco Barbieri
Aerea via attrezzata tecnicamente di media difficoltà, ma con alcuni passaggi abbastanza impegnativi come il breve camino sotto la cresta sommitale. Teniamo presente comunque che la via si sviluppa mediamente a 3000 m. e che in presenza di ghiaccio richiede particolare attenzione ed impegno soprattutto nella fase di discesa.
Scheda / itinerario
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

PERIODO

Da fine maggio ad ottobre, a seconda delle condizione d'innevamento.

FREQUENTAZIONE

Alta

ORARIO

4 h

DIFFICOLTÀ

Media

VERSANTE

Cresta Nord-Ovest

DISLIVELLO SALITA

480m

DISLIVELLO FERRATA

240m

PDF

Via Ferrata Marino Bianchi

PDF

Via Ferrata Marino Bianchi

VOTA / itinerario
VOTO MEDIO UTENTI:
stella stella stella stella stella
Aggiungi la tua valutazione
COMMENTA / itinerario

AREA PERSONALE

Inserite email e password scelte al momento della registrazione:

Username:

Password:


RICERCA Vie ferrate

GRUPPO

Cima

Nome itinerario

Altri itinerari pubblicati
EXPO / Prodotti
Zamberlan # Everest
Everest
Kong # Panic
Panic
Ferrino # DMM Apex
DMM Apex
Marmot # Baffin Jacket
Baffin Jacket
Grivel # Plume Nut K3N screw lock
Plume Nut K3N screw lock
AKU # Bellamont Suede GTX
Bellamont Suede GTX
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Rataplan
    Ripetizione del 20.09.2014L1 6c bella fessura non banale pe ...
    2014-09-23 / oscar meloni
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello
  • Chimera Verticale
    Ripetuta il 29 agosto 2014 con Martin Dejori. Bellissima via ...
    2014-08-30 / Alex Walpoth
  • Costantini - Apollonio
    Caro Checco, gli spit sono rispuntati, qualcuno in sosta, qu ...
    2014-08-29 / Angelo Bon