Home page Planetmountain.com

arrowTrekking arrowItinerari arrowLago di Braies - Croda del Becco

Lago di Braies - Croda del Becco

Scheda a cura di: Emanuele Falghera
Area: Dolomiti, Gruppo: Dolomiti Braies, Cima: Croda del Becco, Quota: 2327m

Questa bella ed interessante escursione, che coincide con l’inizio della classica traversata - dal Lago di Braies a Belluno - dell’Alta Via n. 1 delle Dolomiti, si svolge nella grande ed incontaminata area di Fanes - Sénes – Braies, uno dei più estesi Parchi naturali dell´Alto Adige.

L'itinerario - agevolmente percorribile in due giorni se si pernotta al Rifugio Biella - prende avvio dal bellissimo Lago di Braies per poi farvi ritorno dopo un lungo, quanto vario e non difficile, giro ad anello che raggiunge la sua massima quota al Rifugio Biella, ai piedi della Croda del Becco. Dopo la tappa notturna al rifugio si riscende verso le limpide acque lacustri, perenne specchio delle pareti che fanno da chiostra all'escursione, prima fra tutte quella della Croda del Becco. L'ambiente nella parte alta del percorso è quello arido e sassoso tipico dei selvaggi altopiani dolomitici, per diventare poi verde e boscoso mano a mano che ci si avvicina alla conca di Braies.

Per i più esperti, inoltre, viene proposta la facoltativa salita in vetta alla Croda del Becco lungo il classico itinerario dei primi salitori, ora attrezzato nel punto più esposto con un breve tratto di corda fissa. E il panorama di vetta ripagherà certamente quanti avranno scelto questa variante.

ACCESSO GENERALE

Da Cortina d’Ampezzo si percorre la SS n. 51 fino a Dobbiaco. Qui si prosegue a sinistra in direzione di Brunico, seguendo successivamente le indicazioni per il Lago di Braies.

ITINERARIO

1° giorno
Dal Lago di Bràies (quota 1.489 m, ci si incammina lungo la strada che porta all’estremità meridionale del Lago, per proseguire poi per una mulattiera (segnavia n. 1) che risale la conca baranciosa dominata, ad ovest, dalla Croda del Becco. Al termine della conca, tra due rocce, si addentra uno stretto valloncello detto ‘Buco del Giovo’ (2.034 m, h 2). A questo punto il nostro percorso prosegue ancora per il sentiero n. 1 che dall’alto offre uno scorcio sul piccolo laghetto del Giovo (2.026 m).

Giunti sotto un muro semicircolare, si supera un gradone roccioso e si accede nel ‘Forno’, lo stretto corridoi tra il Pizzo Forno ed il Monte Muro. Si prosegue ancora tra grandi blocchi di roccia e, in alto, con percorso a zig - zag, si sale alla Forcella Sora Forno (2.388 m, h 1,45 dal Buco del Giovo; 3,45 ore circa dalla partenza). Dal qui, in pochi minuti di discesa, si arriva al Rifugio Biella alla Croda del Becco (2.327 m, 15 minuti circa dalla Forcella Sora Forno; 4 ore circa dalla partenza), dove si fa tappa per la notte.

2° giorno
Dal Rifugio Biella si scende in direzione sud - ovest lungo la mulattiera con segnavia n. 6 fino a quota 2.260 m; qui si segue il sentiero che procede verso ovest aggirando i ‘lastroni occidentali’ della Croda del Becco. Mantenendosi sempre al limite settentrionale della Alpe di Sénes, si raggiunge quota 2.247 m, da dove un sassoso sentiero (segnavia n. 23) conduce, in direzione nord, alla Forcella Riodalato (2.331 m, 1,30 ore circa dal Rifugio Biella).

Il sentiero n. 23 scende ora rapidamente per la Valle Riodalato: dapprima con strette serpentine supera sulla sinistra una barra rocciosa, poi proseguendo diritto fino ad un promontorio barancioso percorre l’ampio Cadin di Sénnes, delimitato dai paretoni della Cima Cadin di Sénes e dalla propaggine del Col de Ricegon.
Traversato il ruscello in corrispondenza di una radura, sotto le caratteristiche lastronate spioventi delle Punte Riodalato, si scende la Valle Riodalato mantenendosi sempre in un fitto bosco sulla sinistra idrografica.

Raggiunta l’Alpe Foresta (1.590 m), dove si trova una bella malga, il sentiero n. 23 confluisce nella mulattiera (segnavia n. 19): seguendo quest’ultima si raggiunge il Lago di Braies (1.489 m, 2 - 2,30 ore circa dalla Forcella Riodalato; 3,30 - 4 ore circa dal Rifugio Biella).

MATERIALE

Normale da escursionismo

NOTE DIFFICOLTÀ

Escursione con tratti per escursionisti esperti.

NOTE

Rifugio Biella (Seekofelhütte)

CARTOGRAFIA/BIBLIOGRAFIA

1:25.000, Tabacco, Foglio 31 ‘Dolomiti di Bràies – Marebbe’; 1:25.000, Kompass, Foglio 637 ‘Alta Pusteria’.

Condividi questo articolo

COMMENTI per l'itinerario "Lago di Braies - Croda del Becco"

16-08-2011, Paolo Tosi
Giro molto bello e vario. Confermo i commenti precedenti. Per salire in cima ci vuole 1 ora dalla forcella appena sopra al rifugio Biella. Vale la pena!!
25-07-2005, Stefano Pizzetti
Itinerario bello e vario, che può essere tranquillamente percorso in un giorno. Occhio alle marmotte sull'Alpe di Sennes, e, con più fortuna, agli stambecchi sulla Croda del Becco!
22-08-2003, micheli claudio
Bellissimo itinerario percorribile, se allenati, in un solo giorno. Quando siamo saliti noi c'era la neve su quasi tutto il tracciato ed era una splendida giornata di sole. Consiglio assolutamente di salire sulla Croda del Becco. La salitaè abbastanza elementare e la vista sul sottostante Lago di Braies è mozzafiato.
07-03-2003, Fabio Ferraccioli
E' stata il mio primo trekking di più giorni, ripetuto poi l'anno seguente. Salire da Braies è abbastanza faticoso, specie nell'ultimo tratto, ma ne vale assolutamente la pena. Consiglio di fermarsi per la notte al rifugio Biella e di salire la mattina presto (magari senza zaino) in cima alla Croda del Becco: si rimane senza fiato per la bellezza del panorama.
Scheda / itinerario
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

PERIODO

da luglio a settembre

FREQUENTAZIONE

Media

ORARIO

1° giorno 4 ore - 2° giorno 4 ore

DIFFICOLTÀ

Media

VERSANTE

sud

DISLIVELLO SALITA

960m

DISLIVELLO DISCESA

980m

PDF

Lago di Braies - Croda del Becco

VOTA / itinerario
VOTO MEDIO UTENTI:
stella stella stella stella stella
Aggiungi la tua valutazione
COMMENTA / itinerario

AREA PERSONALE

Inserite email e password scelte al momento della registrazione:

Username:

Password:


RICERCA itinerari

GRUPPO

Cima

Nome itinerario

Altri itinerari pubblicati
EXPO / Prodotti
Arc'teryx # Atom LT Hoody Men's
Atom LT Hoody Men's
The North Face # Waterproof Duffel
Waterproof Duffel
S.C.A.R.P.A. # Mont Blanc Pro GTX
Mont Blanc Pro GTX
Icebreaker # Helix LS Zip Hood
Helix LS Zip Hood
AKU # Tabià HI GTX
Tabià HI GTX
Climbing Technology # Aerial Pro Set
Aerial Pro Set
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Campanile di Val Montanaia - Via Normale
    Per precisazione:"la sosta a spit" si incontra sul secondo t ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Evergreen
    Ho salito la via questa estate e naturalmente ci siamo conge ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Rataplan
    Ripetizione del 20.09.2014L1 6c bella fessura non banale pe ...
    2014-09-23 / oscar meloni
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello