TREKKING HOME
ITALIA - EUROPA

Itinerari

EXTRAEUROPEO

Trekking nel mondo

FERRATE

Dolomiti

CIASPE

Itinerari
 

Spedizioni

Libri, Guide, Video

Interviste

Panorami a 360°

Forum

Posta

Weblink

Search
Alpi Cozie, Aiguillette, Trekking
Scheda

L'altra "faccia del Monviso"
La severa parete Nord-Ovest, dominando la testata del Queyras, caratterizza con "forza" le montagne di questo pezzo di Francia. La sua valle più alta, quella del Guil, converge decisa verso il Monviso, ma per pochi metri non lo raggiunge, costringendo le sue creste e i suoi colli a fargli da cornice.

Spesso le nebbie che salgono dalla piana del Po chiudono velocemente il sipario sul versante italiano, mentre quello francese, spazzato dal vento che sale dalla Provenza rimane illuminato dal sole.

Sono queste le giornate in cui si comprende come questa parete completi la valle e come sia forte
il fascino che da sempre ha suscitato. Ancora oggi gli abitanti del Queyras, la indicano, " annunciando" tutto d'un fiato: "Lemonvisò", lasciando trasparire un misto di ammirazione e rispetto.

Monviso parete Nord Ovest: un po' di storia
Furono 8, almeno, i tentativi effettuati dal 1850 al 1879 per trovare una via per salirla ed alla fine ci riuscì per caparbietà e forza di volontà una cordata francese. Secondo i moderni metodi di valutazione, i suoi lunghi scivoloni di roccia e neve non raggiungono difficoltà elevate ma, oggi come allora, la conformazione della montagna può ribaltare le regole del gioco.
parete Ovest Monviso
E' il Monte Losetta, nel massiccio dell' Aiguillette, il miglior balcone per studiarla, ed è sicuramente per questo motivo che Paul Guillemin nel 1877 ne salì la cima. Oggi come allora questa muraglia suscita emozioni: a destra l'enorme trapezio del Viso di Vallanta,"incoronato" dal verticale muro chiamato "Dado", rigato dai colatoi continuamente alimentati dall'acqua di fusione dell'inclinato piano sommitale.

Incastonato tra Viso di Vallanta e Viso il verticale ghiacciaio pensile chiamato "Triangolo" che si allunga fino alla cresta Nord-Ovest e fascia tutta la parete colando acqua che si trasforma in vetrato quando la temperatura scende. Fu sulla sinistra, dove il ghiacciaio diventa più sottile che individuò il punto più debole.

E così dopo i tentativi di un francese nel '50, di un americano nel 51, di un inglese nel 62, Paul Guillemin con ostinazione provò a vincere la parete.

Fece due tentativi nel '77, 3 nel '78, poi, dopo aver salito per la prima volta Pic d'Asti e Aiguillette e averla nuovamente studiata, finalmente nel 1879 trovò la via per salire la parete Nord Ovest. Per trovare una strada nella parte centrale della parete occorrerà attendere invece fino al 1931 e il 1935 per il muro del "Dado".
Valle del Guil


(In alto: Negli ultimi metri prima del passo, compare all' improvviso , maestosa, tutta la parete Ovest del Monviso. A destra il Viso di Vallanta con il dado. - Foto Mauro Barra
In basso: Dallo stretto passaggio della Brèche de Ruine (itinerario tour del Pic d'Asti) si apre la Valle del Guil. A destra cime dell' Aiguillette, sullo sfondo si scorgono le ultime 2 vette del gruppo del Monviso: Rocce Fourion e Punta Venezia. - Foto Mauro Barra)
 

Introduzione
Monte Losetta
Pan di Zucchero
Pic d'Asti
Scheda
Mappa
      
| Home | | Rock | Expeditions | Ice | Snow | TrekkingNews | Special | Forum | Mountaininfo | Expo | Lab
| Info | Newsletter
| English version |
Per suggerimenti, aggiornamenti e notizie: Planetmountain.composta
Copyright© Mountain Network s.r.l.
[include:'/incl/analytics.lasso',Encodenone]