TREKKING HOME
ITALIA - EUROPA

Itinerari

EXTRAEUROPEO

Trekking nel mondo

FERRATE

Dolomiti

CIASPE

Itinerari
 

Spedizioni

Libri, Guide, Video

Interviste

Panorami a 360°

Forum

Posta

Weblink

Search
Alpi Cozie, Tête de Viraysse, Trekking
Testi e foto di Mauro Barra


Le Alpi sono state da sempre una naturale postazione di difesa e, per gli eserciti invasori, un ostacolo difficile da superare.
Dal Monte Bianco al mare più di 300 Km di creste, superiori o di poco inferiori ai 3000 m, con pochi colli facilmente transitabili, hanno per secoli costituito un problema che condizionava ogni calcolo delle campagne militari di Italiani e Francesi, rispettivamente aggrediti o aggressori, a seconda del periodo storico.

Nei lunghi inverni, la neve complicava i movimenti delle truppe, e gli sforzi delle brevi estati dovevano essere concentrati nei pochi "corridoi" naturali esistenti, nelle Maurienne, nel Brianconnaise nel Queyras e nell'Ubaye.
Fino al XVII secolo le sole difese naturali, affiancate a qualche barriera di fondovalle, il tutto senza uno studio organico e capillare dello spartiacque erano ritenute, in linea di massima, sufficienti.

Il progredire delle tecnologie belliche e l'avvicinarsi dei "venti di guerra" innescarono una graduale "fortificazione" delle montagne, che vide sul versante Francese una delle massime espressioni nella "Linea Maginot Alpina".

Iniziata nel 1930, composta da più di 50 opere principali dislocate tra la Savoia e Nizza, e da un'infinità di piccole postazioni minori ebbe la funzione di baluardo alle belligeranti ambizioni del nazionalismo Italiano.

Successivamente alla dichiarazione di guerra del Giugno 1940, un'armata composta da circa 600.000 italiani, prese d'assalto il crinale di confine portando sulle Alpi il secondo conflitto mondiale.

Una importante battaglia venne combattuta nella valle dell' Ubaye , dove la "Batterie de Viraysse " posizionata sui 2774 m della cima del Tête de Viraysse svolse un ruolo di primaria importanza.



Tete de Viraysse, Alpi Cozie

Itinerari



Italia, Alpi Cozie, mappaTraversata da Fouillouse

anello di 2 giorni

Traversata di St. Ours
1 giorno


Per costeggiare le alte creste teatro della “Battaglia delle Alpi” e osservare le pareti che i soldati scalarono per evitare le artiglierie puntate sui colli.

Con una comoda mulattiera, con due diverse escursioni, si potrà raggiungere facilmente la vetta del
Tête de Viraysse, e al sicuro dei parapetti di pietra della sua “batterie".

Si potrà così ammirare, come da un grande nido d'Aquila, un suggestivo panorama sulle Alpi Cozie.


Nella foto: L'ultimo tratto della bella mulattiera che sale al Tete de Viraysse a cospetto de La Meyna (3067m)
| Home | | Rock | Expeditions | Ice | Snow | TrekkingNews | Special | Forum | Mountaininfo | Expo | Lab
| Info | Newsletter
| English version |
Per suggerimenti, aggiornamenti e notizie: Planetmountain.composta
Copyright© Mountain Network s.r.l.
[include:'/incl/analytics.lasso',Encodenone]