SPECIAL HOME
POSTA

L'esperto risponde

FOTOGRAFI

Foto d'autore

PROTAGONISTI

Interviste

WEBLINK

Link di montagna

Sito della settimana

CERCO VENDO

'Usato' di montagna

Inserisci un annuncio

PANORAMI A 360°

Alpi, Himalaya

LIBRI E VIDEO

Novità

Narrativa

Guide

Film

Carte
 

Newsletter

Forum

Spedizioni

Materiali

Expo

Search
Testi tecnico – didattici
COLLEGIO NAZIONALE GUIDE ALPINE ITALIANE

SCI FUORI PISTA e SCIALPINISMO
A cura della Commissione Tecnica Nazionale
Vivalda Editori, Torino - 1998
Pagg. 127
Prezzo copertina L. 28.000

PROGRESSIONE SU ROCCIA
Paolo Caruso
Vivalda Editori, Torino - 1998
Pagg. 127
Prezzo copertina L. 28.000


Mnet Libri
Le recensioni di Mnet

torna all'indice 
“i testi tecnico-didattici della Commissione Tecnica Nazionale del Collegio Nazionale Guide Alpine Italiane utilizzati nei corsi di formazione, aggiornamento e specializzazione delle guide alpine e delle guide alpine istruttori.”

Questi testi didattici rappresentano uno dei segnali di rinnovamento delle guide alpine e dimostrano lo sforzo, sicuramente positivo, effettuato da questi professionisti della montagna per rispondere alle sempre più forti esigenze d’alta qualificazione professionale che la loro attività richiede.

Fa piacere notare l’importanza e lo sforzo profuso per dare una definizione tecnico-didattica a quelle espressioni che, come l’arrampicata, sembravano, fino ad un recente passato, destinate a rimanere in quel limbo di vaghezza ereditato da una malintesa interpretazione dell’alpinismo romantico.

Mi sembra che questi testi non vogliano insegnare l’alpinismo (che è sicuramente cosa diversa, molto più complessa e personale rispetto all’imparare delle tecniche!) ma rappresentino lo sforzo di scomporre il gesto, astraendolo dal contesto in cui verrà praticato, per individuare un percorso e un modulo funzionale all’apprendimento progressivo ed organico dell’arte di arrampicare o sciare.
In questo senso il lavoro delle Guide Alpine va sicuramente in “avanti” ed indica una strada di consapevolezza che può servire anche a sfrondare vecchi retaggi che volevano non “insegnabili”, mi riferisco soprattutto all’arrampicata, queste “attività”.

Sicuramente altri diranno la loro sull’argomento e probabilmente anche molto di più resta da dire. Si sa, difatti, che anche la tecnica e la didattica dipendono dall’inventiva, dal genio, dallo studio di chi le applica e di chi le insegna. Facendo un parallelo (non casuale!) con le attività sportivo/agonistiche sappiamo che le tecniche sono fatte apposta per essere superate e cambiate nel tentativo, dell’atleta o del praticante, di “andare” sempre più forte o più in alto, o semplicemente, per la voglia di migliorare, provandone piacere, l’efficacia del gesto.


| Home | | Rock | Expeditions | Ice | Snow | TrekkingNews | Special | Forum | Mountaininfo | Expo | Lab
| Info | Newsletter
| English version |
Per suggerimenti, aggiornamenti e notizie: Planetmountain.composta
Copyright© Mountain Network s.r.l.