dot
[include:'/snow/incl/left.lasso'] dot


Alpi Giulie: scialpinismo in Friuli

di Massimo Candolini
Alpi Giulie e scialpinismo: un binomio che rispetta le regole della montagna, non quelle dello scialpinismo.

I dislivelli sono notevoli e poche sono le strade di accesso che vengono sgomberate dalla neve. I punti di appoggio gestiti d'inverno non sono molti, l'isolamento e la solitudine sono sensazioni frequenti. E allora? E' la montagna a dettare le regole, non lo sciatore.

Scialpinismo Alpi Giulie

E' uno scialpinismo che si presenta con caratteristiche severe e complesse, ma che offre molto e che si svela lentamente. Se si vuole conoscere questo gruppo non c'è alternativa agli sci in spalla, alla fatica nella neve fonda, agli orridi canali e agli avvicinamenti lunghi. E' più correttamente un alpinismo con gli sci, dove questi diventano strumento e non fine della gita: ma questa non è una limitazione, anzi! Il campo di azione si amplia e comprende boschi fitti da attraversare per raggiungere le conche imbiancate, include ripidi canali, magari con qualche passo in arrampicata e strette cenge nei passaggi obbligati. E discese entusiasmanti, estremamente varie, ora con curve ampie, poi con dei tratti ripidi, ed ancora in serpentina dentro un canale incastrato fra alte pareti rocciose.

E' la montagna che respira, profondamente. Ma le immagini che offre delle sue rocce ghiacciate, di larici contorti, dei camosci che corrono in branco, si sommano alle grandi emozioni della vetta, alla vista che vaga dai Tauri (il Gross Glockner per intenderci) alle Dolomiti, dalle prealpi al mare. E dopo la stretta di mano del compagno che ha condiviso con voi la fatica e le paure della giornata, ancora l'emozione della discesa, da costruire curva dopo curva lasciando un'effimera traccia e una grande soddisfazione personale.

Gli itinerari scelti vorrebbero rappresentare questo ambiente, e si trovano nei gruppi del Montasio, del Jôf Fuart e del Canin, raggiungibili dalla pianura percorrendo l'autostrada A23 verso le varie località turistiche, Tarvisio, Sella Nevea, la Val Resia.

Salendo a Sella Ursic o alla Forca de la Val troverete sicuramente dei compagni e al rientro potrete passare per un tè caldo o una pasta dal Rif. Gilberti o da Casera Cregnedûl di Sopra. Ma questa è l'eccezione. Con altrettanta certezza salendo alla Baba Grande o inoltrandosi nella Alta Spragna verso la Forcella Mosè, l'incontro più probabile sarà la Pernice Bianca o il Camoscio. E niente tè, se non quello del vostro thermos.

I Curtissons e la Sella Nabois sono gite per tutti, è sufficiente un buon allenamento. La Forcella Mosè e la Baba Grande richiedono una ottima tecnica sciistica e una condizione di innevamento favorevole. E molte altre sono le possibilità, classiche, ripide, selvagge o solari. Per chi vuole scegliere, questo è lo scialpinismo nelle Alpi Giulie.

dot


Portfolio
Scialpinismo Alpi Giulie
Mappe
Tabacco foglio 19
Tabacco foglio 27
Carta del Parco Naturale delle Prealpi Giulie
Planina Zveza Slovenije, foglio 107
Bibliografia
Alpi Giulie Gruppo del Montasio
Alpi Giulie Gruppo del Canin
Alpi Giulie Gruppo del Jof Fuart
Alpi Giulie Gruppo del Mangart - Jalovec
di Massimo Candolini
Scialpinismo Alpi Giulie
Informazioni utili
Casera Cregnedûl di Sopra
(dal inverno 2006 aperto, tel. 339 754 6742 - Guida Alpina Carlo Gasparini).

Rif. Grego
In località Sella Sompdogna rimane aperto durante tutti i fine settimana e durante le festività. Per informazioni e
prenotazioni contattare il gestore al seguente numero: 349 1997876

Rif. Gilberti
Aperto nella stagione invernale tel 0433 54015
Link
www.inmont.it
| Home | | Rock | Expeditions | Ice | Snow | TrekkingNews | Special | Forum | Mountaininfo | Expo | Lab
| Info | Newsletter
| English version |
Per suggerimenti, aggiornamenti e notizie: Planetmountain.composta
Copyright© Mountain Network s.r.l.
[include:'/incl/analytics.lasso',Encodenone]