SNOW HOME
SCIALPINISMO

Itinerari

Competizioni

FREERIDE

Itinerari

Rubriche

Protagonisti

Freeride links

Gallery

In edicola
 

Panorami a 360°

Libri, Guide, Video

Interviste

Forum

Posta

Weblink

Search
Scialpinismo Appennini Gran sasso, titolo
Corno Grande, Gran Sasso

CORNO GRANDE (Gran Sasso D’Italia)


Canale del Tempio

Questo canale è stato salito per la prima volta nel ’95, e la sua relazione è riportata nell’Aggiornamento alla guida C.A.I. – Turing del Gran Sasso d’Italia.

Poiché la parte superiore è costituita da una serie di canalini troppo stretti per essere percorsi in sci, conviene abbinare il primo tratto della Direttissima, oppure del canalone Bissolati, con i tratti inferiori del canale.

Questo tratto è piuttosto interessante, completamente racchiuso tra le rocce e molto poco percorso: presenta una strettoia ripida in uscita, quasi sempre superabile con gli sci.

La Direttissima è ormai diventata una classica dello sci ripido, ed ha molte ripetizioni, forse più di quante ne meriti: infatti è spesso rovinata dal passaggio di un gran numero di persone a piedi, essendo la più rapida via di salita al Corno Grande da Campo Imperatore.

Inoltre uno stretto passaggio dopo circa un terzo della discesa costringe quasi sempre a togliere gli sci, eccetto che in condizioni di innevamento eccezionali.

In alternativa, quando la Direttissima è troppo poco innevata o in cattive condizioni a causa delle tracce, conviene iniziare la discesa sfruttando il primo tratto del classicissimo canalone Bissolati.

La discesa dal Corno Grande verso Campo Imperatore comporta la possibilità di concatenare una seconda discesa per il ritorno a Fonte Cerreto, in quanto normalmente, fino a primavera inoltrata, la strada provinciale rimane chiusa e si sale in funivia.

La possibilità più logica è quella scendere in Campo Pericoli e dall’inizio di Val Maone risalire al Passo della Portella, per scendere sul lato opposto il bel vallone che riporta, non senza un lungo tratto a piedi, a Fonte Cerreto


Relazione

Da Campo Imperatore, per salire alla Vetta Occidentale del Corno Grande ci si avvia in direzione del rifugio Duca degli Abruzzi, oltrepassando l’Osservatorio Astronomico, e prima che il pendio che sale al rifugio si faccia ripido, si imbocca sulla destra, segnalato da una targa, il sentiero della via normale, spesso tracciato anche in inverno, che dopo un lungo traverso ed aggirati alcuni speroni (possibile presenza di cornici sul tratto finale) sale alla Sella di Monte Aquila. Questo percorso solitamente costringe a caricare gli sci.

In inverno, specialmente se non c’è traccia sul traverso (la prima parte è visibile dal piazzale di arrivo della funivia) o se è prevedibile la presenza di cornici, può essere consigliabile scendere con gli sci in direzione del versante sud di M. Aquila, percorrendo il primo tratto della pista di sci che scende più a sinistra: quando questa svolta a destra, la si abbandona uscendo sulla sinistra e si entra in un evidente vallone, sotto i pendii di M.Aquila, che si risale sci ai piedi fino alla Sella.

Dalla Sella di Monte Aquila si prosegue per morbide gobbe verso il Corno Grande, oltrepassando la Sella di Corno Grande e risalendo al “Sassone” (caratteristica e ben visibile torre isolata che sormonta un ripido pendio). Percorso infine un breve tratto di cresta si raggiunge una targa segnaletica (fin qui è spesso possibile utilizzare le pelli). Subito a sinistra, si imbocca e si risale la Direttissima. Il canale è rettilineo e presenta due strozzature, la seconda delle quali è la più ripida (45-50°): normalmente ben tracciato, conduce direttamente alla Vetta Occidentale del Corno Grande.

Dalla Vetta Occidentale del Corno Grande scendono sul versante sud tre canali:
- il Moriggia – Acitelli, altra bellissima possibilità per lo sci ripido a SE;
- la Direttissima a S;
- il canalone Bissolati, una discesa scialpinistica classica e molto ripetuta, a OSO.

Si scende il primo tratto della Direttissima e appena superata la ripida strozzatura (che spesso costringe a togliere gli sci), si traversa verso destra sotto le rocce fino a scavalcare una crestina per entrare nel canale del Tempio.

In alternativa, si percorre un breve tratto della cresta Ovest (normalmente è possibile scendere con gli sci direttamente dalla vetta) fino ad affacciarsi sull’ampio ed evidente canalone Bissolati.

Si scende tenendosi sulla sinistra, in modo che appena le rocce lo consentono, si traversa verso sinistra per entrare nel canale del Tempio.

Si prosegue per un tratto molto ampio che va restringendosi e aumentando la pendenza fino alla strozzatura, dove, se le condizioni di innevamento non sono ottimali, può essere necessario superare una roccia affiorante.

Si continua nel canale fino ad uscire dalle rocce su un pendio ampio. Da qui è possibile tagliare verso la Sella di Monte Aquila e fare ritorno a Campo Imperatore: la possibilità che consente una sciata più lunga è però quella di continuare a scendere dentro a Campo Pericoli, in direzione O e poi SO, fin sotto al pendio che scende dalla Sella dei Grilli. Qui, sulla destra, continua la Val Maone.

Dirigendosi verso S, con gli sci ai piedi, si risale al passo della Portella (evidente intaglio sulla cresta che si stende dal rifugio Duca degli Abruzzi fino a Pizzo Cefalone) e si scende sul versante opposto un ampio vallone esposto a S.

Ai limiti del bosco, dove di solito la neve finisce, si trovano, sulla destra del canaletto al centro del vallone, evidenti tracce che portano ad un sentiero e quindi alla stradina forestale che si percorre dentro alla pineta fino a Fonte Cerreto.




Scheda tecnica


Dislivello in salita:
900 m da Campo Imperatore alla vetta Occidentale del Corno Grande, circa 200m per la risalita alla Portella.

Dislivello in discesa:
400 m fino all’uscita dal canale del Tempio, 400 m circa dall’uscita del canale fino all’inizio di val Maone, 1100 m il vallone della Portella, di cui circa 700 circa normalmente innevati.

Difficoltà:
40 – 45 ° continui, 45 – 50° la strettoia della Direttissima e quella del Tempio.

Esposizione:
S

Materiale:
normale dotazione per scialpinismo, casco.

Periodo:
Febbraio-Aprile

cartina Gran sasso
Un click sulla mappa per ingrandirla

Accesso stradale:
Uscita “Assergi” dell’autostrada A24 Roma-Teramo, con circa 2km si raggiunge Fonte Cerreto da dove una funivia consente la salita a Campo Imperatore.
N.B. La carrozzabile per Campo Imperatore è aperta solo in tarda primavera.


Navetta
:
nessuna

Punti d’appoggio:
Alberghi a Fonte Cerreto, un ostello ed un albergo a Campo Imperatore.
Tel. impianti 0862/606143


Carte:
C.A.I. – Sezione L’Aquila – Gran Sasso d’Italia –Carta dei sentieri scala 1:25000









Corno Grande, Gran Sasso
il Corno Grande dalla Sella dei Grilli













Pizzo Intermesoli, Gran Sasso
Canale del Tempio (Corno Grande)


| Home | | Rock | Expeditions | Ice | Snow | TrekkingNews | Special | Forum | Mountaininfo | Expo | Lab
| Info | Newsletter
| English version |
Per suggerimenti, aggiornamenti e notizie: Planetmountain.composta
Copyright© Mountain Network s.r.l.
[include:'/incl/analytics.lasso',Encodenone]