ROCK HOME
VIE IN DOLOMITI

Itinerari

VIE DI PIÙ TIRI

Itinerari

FALESIE

Italia

Europa - Mondo

BOULDER

Luoghi - Interviste

Competizioni

COMPETIZIONI

Articoli - Interviste

Risultati e calendario

MURI

Strutture artificiali
 

Spedizioni

Libri, Guide, Video

Interviste

Posta

Forum

Weblink

Search

La nuova via, dedicata a Davide Guerci, percorre l'imponente e strapiombante pilastro, esposto a sud sud-est, situato qualche metro a sinistra del Pilastro del ramo sinuoso (via Zoolook).

La chiodatura, dall'alto, integralmente a fix inox 10 mm ravvicinati, soste con catene inox, è stata realizzata da Flaviano Bessone per la struttura ricettiva
A Ca' da Pria (Nebida, via Centrale 265, tel. 0781-474001, 0335-5376382, e-mail: acadapria@iol.it), che ha fornito il materiale, nel mese di dicembre 2000.




La via tiro per tiro
L1: muretto marrone scuro (roccia fragile) poi diedro bianco di movimento e traverso a destra (6c, 23 m, 10 fix).
L2: diedro tecnico poi sezione più fisica e strapiombante, con uscita su facile placca a gocce (6c+/7a, 24 m, 10 fix).
L3: placca facile poi larga fessura (5c, 14 m, 4 fix).
L4: pancia liscia ma... sovrannaturale, a cui segue un muro marrone fessurato e atletico, quindi una facile placca in obliquo, lavoratissima (7a/7a+, 26 m, 12 fix).
L5: placca facilissima che immette su di un muro rossiccio leggermente strapiombante (6b, 18 m, 8 fix, moulinette di calata).

Sviluppo complessivo
105 metri.

Roccia
Stile atletico e tecnico, con prevalenza di ottimo calcare marrone leggermente strapiombante, qualche facile placca grigia a gocce taglienti.
Vi sono alcune pietre incollate, su pochi e lisci metri della via: puristi astenersi, oppure evitarle!

Difficoltà
Difficoltà da confermare: massima di 7a/7a+ (6a/A1 obbl.).

Chiodatura
La via è ben protetta,necessari 12 rinvii

Materiale
Portare una corda da 60 m.

Orientamento rispetto al sole
La scalata è effettuabile tutto l'anno; nei periodi caldi la via è in ombra dalle ore 16 circa.

Accesso
Dal posteggio di Porto Flavia, imboccare il sentiero che porta al Castello dell'Iride, per abbandonarlo poco dopo per una diramazione sulla sinistra, che parte all'altezza di alcuni vecchi cavi arrugginiti. Il sentierino (recentemente ampliato e prolungato da Bruno Fonnesu e che porta nella zona di "Arancia Meccanica" ed ora anche nella zona a mare di "Megaminimondo"), va abbandonato sotto il primo pilastro marrone e strapiombante che si incontra, salendo alla sua base (scritta) per buone tracce (7 min.).




Discesa
In doppia sulla via con corda singola da 60 metri (attenzione: è necessario moschettonare alcuni punti in L4 e in L2, strapiombanti e oblique; indispensabile autobloccante!). Con corda da 70 m e' possibile in discesa evitare la S3, raggiungendo direttamente la S2.

| Home | | Rock | Expeditions | Ice | Snow | TrekkingNews | Special | Forum | Mountaininfo | Expo | Lab
| Info | Newsletter
| English version |
Per suggerimenti, aggiornamenti e notizie: Planetmountain.composta
Copyright© Mountain Network s.r.l.
[include:'/incl/analytics.lasso',Encodenone]