Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowSarkany e Mrazek Campioni del mondo Difficoltà. Jenny Lavarda è 4a.

Sarkany e Mrazek Campioni del mondo Difficoltà. Jenny Lavarda è 4a.

14.07.2003 di Planetmountain.com

La belga Muriel Sarkany e al ceco Tomás Mrazek sono i Campioni mondiali Difficoltà. Jenny Lavarda è 4a

Muriel Sarkany e Tomás Mrazek sono i re della Difficoltà, è loro il titolo di Campioni del mondo. La belga, meritatamente, può fregiarsi del titolo che per tutto quello che ha dimostrato negli ultimi anni le appartiene quasi di diretto, mentre per il ceco, finalmente, è la consacrazione "ufficiale" di quella forza (davvero immensa) che moltissime volte si era persa ad un soffio dal traguardo.

Al quarto posto della classifica femminile, a davvero ad un niente dal podio mondiale, si è arrestata, invece, Jenny Lavarda, l'unica della squadra azzurra a conquistare la finale. Sicuramente un grande risultato il suo, ma soprattutto la conquista di una consapevolezza di essere sempre all'altezza delle migliori che le farà sicuramente bene.

La gara maschile dunque ha visto un Mrazek, superiore a tutti, scatenare tutta quella potenza che da sempre è la sua arma migliore. Una forza enorme quella del climber ceco che se non gli ha consentito di arrivare in catena l'ha comunque spinto più in più alto di tutti. Non a caso era proprio lui l'avversario più temuto dai francesi che, in questa tornata mondiale, devono accontentarsi solo del gradino più basso del podio con David Caude, visto che spagnolo Patxi Usobiaga ha fatto suo il secondo posto.

Una piccola sorpresa, quella del giovane "falesista" iberico, che fa coppia con la grande sorpresa della serata: il 5° posto del re Alexandre Chabot. Una "novità" che per chi è stato attento poteva però già essere messa in conto dopo la prova di Lecco (pur vinta da Alex), ma soprattutto dopo la poco convincente semifinale di oggi. Insomma, il re della Difficoltà, l'imbattibile Chabot, "sembra" un po' più nudo e un po' più umano, tant'è che dimostra anche lui di essere in difficoltà e fuori forma. E questo psicologicamente ha un effetto positivo sugli avversari: ora sanno che (anche lui) è vulnerabile. Da segnalare ancora il 4° posto di Christian Bindhammer, uno che non si abbatte mai. Mentre degli altri finalisti: Sylvain Millet è 6°, Ramon Julien Puigblanque è 7° e Evgueni Ovtchinnikov è 8°.

In gara femminile la Sarkany non ha rivali e sfiora la catena. Mentre dietro a lei è una lotta di centimetri: sulla stessa presa si fermano in sei. Davvero una grande ammucchiata e uno spareggio sul filo tra la "toccata" e la "tenuta" (della presa medesima) in cui ha la meglio la francese Emilie Pouget (2a) davanti alla connazionale, e altra grande favorita, Sandrine Levet (3a). Poi è la volta della nostra Jenny Lavarda (4a), seguita dalla svizzera Alexandra Eyer (5a), dalla francese Caroline Ciavaldini (6a) e dall'austriaca Angela Eiter (7a).

Grandissimo il pubblico stimato in almeno 12000 spettatori. Come dire che Chamonix, come Lecco, è ancora la prova che questo sport può fare anche i "numeri".


quarti di finale
semi finale
tutte le classifiche


Classifica femminile
    Final 1/2 Final 1/4-Final
1 Sarkany Muriel BEL 24.60- Top Top
2 Pouget Emilie FRA 22.27+ 18.15- Top
3 Levet Sandrine FRA 22.27 Top Top
4 Lavarda Jenny ITA 22.27- 18.15 Top
5 Eyer Alexandra SUI 22.27- 18.15- Top
6 Ciavaldini Caroline FRA 22.27- 16.94 Top
7 Eiter Angela AUT 22.27- 16.94- Top
8 Bacher Barbara AUT 20.12 17.42+ Top
9 Harrington Emily USA 17.72- 16.94- Top
10 Shalahina Olha UKR 7.26- 16.94- Top
11 Novikova Natalia RUS   16.94- 17.51+
12 Cufar Martina SLO   16.01+ Top
12 Schöpf Bettina AUT   16.01+ Top
14 Ostapenko Alena UKR   16.01 19.92-
15 Hnizdilova Sona CZE   14.74- 17.51+


Classifica maschile
    Final 1/2 Final 1/4 Final
via 1
1/4 Final
via 2
1 Mrazek Tomás CZE 23.55- 22.50- Top  
2 Usobiaga Patxi ESP 21.29+ 20.64-   Top
3 Caude David FRA 21.29 24.24+ Top  
4 Bindhammer Christian GER 15.40- 20.64 Top  
5 Chabot Alexandre FRA 14.48- 25.00-   Top
6 Millet Sylvain FRA 12.31- 23.76- Top  
7 Puigblanque R. Julián ESP 10.81 22.87- Top  
8 Ovtchinnikov Evgueni RUS 10.81 20.64   Top
9 Auclair François FRA   19.56+ 19.54  
9 Lachat Cédric SUI   19.56+   Top
9 Pouvreau Gérome FRA   19.56+   Top
12 Crespi Flavio ITA   19.56- Top  
12 Zardini Luca ITA   19.56-   Top
14 Petit François FRA   19.38-   Top
15 Rakhmetov Salavat RUS   17.94+ 19.54+  
16 Son Sang-Won KOR   16.53 Top  
17 Lella Donato ITA   15.88+   Top

nella foto Tomás Mrazek nella prova di Coppa del Mondo 2003 di Lecco (ph Planetmountain.com)

Condividi questo articolo

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
Ultimi commenti Rock
  • La beffa
    Portare Camalot dal 0.3 fino al #1, anche qualche stopper. L ...
    2014-07-18 / Luciano Calvelo
  • Spigolo Ovest - Wiessner - Kees
    Percorsa nel 1978, ma la ricordo perfettamente. Via all'alte ...
    2014-07-13 / renzo%20 Bragantini
  • Spigolo Nord Ovest
    Ripetuta qualche anno fa. Salita magnifica in ambiente stupe ...
    2014-07-12 / renzo%20 Bragantini
  • Spitagoras
    Bella via su roccia da buona ad ottima. Chiodatura da via al ...
    2014-07-07 / Niccol%C3%B2 Antonello