Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowatTRAVERSO il Forte, mostra fotografica storica sull'arrampicata Veronese

Forte Sofia, Verona, 1982
Photo by Beppo Zanini
Forte Sofia, Verona, 1984
Photo by Roberto Morandi

atTRAVERSO il Forte, mostra fotografica storica sull'arrampicata Veronese

08.05.2014 di Planetmountain

Sabato 10 maggio, dalle 13.00 alle 19.00, presso Forte Sofia (via Monte Novegno, Verona), avrà luogo la mostra fotografica sulla storia dell'arrampicata cittadina "atTRAVERSO il Forte" all'interno dell'evento "Fortino senza frontiere". Tutto organizzato da un gruppo di giovani alpinisti e climbers veronesi in collaborazione con l'Aps Forte Sofia per valorizzare il forte austroungarico e ricordare il suo particolare ruolo nell'arrampicata della città.

Forte Sofia è un forte austroungarico posizionato appena fuori il centro cittadino, contribuisce assieme alla lunga cinta muraria della stessa epoca a rendere Verona patrimonio dell’Unesco. Utilizzato negli anni per i più diversi scopi (da prigione nazifascista a sede della Forestale) è rimasto tuttavia per lunghi periodi completamente abbandonato.

Dagli anni Settanta gli arrampicatori veronesi hanno scelto il “Fortino”, così da loro soprannominato, come luogo di allenamento, utilizzando le mura esterne per lunghi traversi in previsione delle scalate in ambiente. Una storia poco conosciuta e mai pubblicizzata, sebbene sulle sue mura abbiano compiuto i primi passi ed i primi allenamenti ragazzini che sono poi diventati atleti nazionali di spicco (Nicola Sartori negli anni Novanta), guide alpine (Tommaso Dusi, Michele Macrì, Alberico Mangano, Nicola Tondini e lo stesso Sartori), e membri del Soccorso Alpino locale, contribuendo così a scrivere la storia alpinistica della città. Tutt’oggi giovanissimi arrampicatori assieme a gente di tutte le età si trovano qui per allenare le braccia.

Ora che l’Aps Forte Sofia ha preso in gestione l’edificio per renderlo nuovamente fruibile i giovani arrampicatori d’oggi hanno sviluppato l’evento “Fortino senza frontiere” dove si proporranno diverse attività legate all’arrampicata: giochi per tutti, boulders e traversi. L’evento sarà chiuso da uno spettacolo di highline.

Mariana Zantedeschi ha inoltre sviluppato la mostra fotografica “atTRAVERSO il Forte” che ripercorre la storia arrampicatoria di Forte Sofia attraverso foto d’epoca e moderne; la ricerca storica si è poi ampliata alla nascita dell’arrampicata libera, vista attraverso gli occhi del Forte che ne è stato inconsapevole testimone; le ricerche sono state condotte attraverso adeguate metodologie storiografiche.

L’obiettivo della mostra è quello di rispolverare ai veronesi la storia arrampicatoria del Forte, che mai è stata scritta, ma solo narrata attraverso il passa-parola degli arrampicatori che cercavano nuovi posti per allenarsi. E sarà anche un modo per ringraziarli, avendo loro per lunghi anni tenuto pulito e curato un luogo di notevole importanza storica e culturale, altrimenti completamente lasciato al degrado. Con l’evento in generale si vuole avvicinare la cittadinanza all’arrampicata.

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Rataplan
    Ripetizione del 20.09.2014L1 6c bella fessura non banale pe ...
    2014-09-23 / oscar meloni
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello
  • Chimera Verticale
    Ripetuta il 29 agosto 2014 con Martin Dejori. Bellissima via ...
    2014-08-30 / Alex Walpoth
  • Costantini - Apollonio
    Caro Checco, gli spit sono rispuntati, qualcuno in sosta, qu ...
    2014-08-29 / Angelo Bon