Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowAcqua e Ghiacci: il focus di High Summit

Agostino da Polenza presidente Comitato Ev-K2-CNR alla serata Un ponte infinito dei Ragni di Lecco per l'apertura di High Summit "Mountains and Climate Change"
Photo by High Summit
L'artista alpinista Simone Pedeferri nella sua performance pittorica alla serata Un ponte infinito dei Ragni di Lecco per l'apertura di High Summit "Mountains and Climate Change"
Photo by High Summit
I Ragni di Lecco Matteo Della Bordella e Luca Schiera con Vinicio Stefanello alla serata Un ponte infinito dei Ragni di Lecco per l'apertura di High Summit "Mountains and Climate Change"
Photo by High Summit
Pier Tentori (presidente ASD Ragni Lecco) con gli atleti Simone Tentori e Stefano Carnati ala serata Un ponte infinito dei Ragni di Lecco per l'apertura di High Summit "Mountains and Climate Change"
Photo by High Summit

Acqua e Ghiacci: il focus di High Summit

24.10.2013 di Planetmountain

Pillole dal summit internazionale "Mountains and Climate Change" in corso a Lecco.Un'importante conferenza internazionale sulla "salute" delle montagne inaugurata martedì 22 ottobre dalla serata Un ponte infinito dei Ragni di Lecco.

Come stanno le nostre montagne e in particolare quanto "soffrono" per i cambiamenti climatici in atto nel pianeta. E, ancora, quanto sono importanti per la vita della terra e quindi anche per noi? A questo, ma non solo a questo, è dedicato Hight Summit, il convegno internazionale attualmente in corso a Lecco e promosso da Comitato Ev-K2-CNR, Politecnico di Milano - Polo territoriale di Lecco, Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), Camera di Commercio di Lecco. Nella seconda giornata, che ha per foucus "Acqua e GHiacci" si continuerà a discutere e a presentare esperienze a 360° su questo, con interventi di esperti e ricercatori di tutto il mondo. Sempre nella consapevolezza di quanto sia importante la ricerca su questi temi applicata alle Terre alte che sono non solo delle vere e proprie "sentinelle" della "salute" del nostro pianeta ma anche fondamentali territori per la vita. Lo provano, se mai ce ne fosse bisogno queste pillole su "Ghiacci e Acqua" che arrivano direttamente dall'Hig Summit".

Il convegno si concluderà domani ed è stato inaugurato dai Ragni di Lecco con il loro "Un ponte infinito". Una bella serata (gremitissima) dedicata all'alpinismo e alle montagne in cui, oltre ad un gran viaggio con video e grandi protagonisti attraverso il mondo e le montagne dei Ragni di Lecco si è guardato anche al futuro.

PILLOLE DAL SUMMIT INTERNAZIONALE "MOUNTAINS AND CLIMATE CHANGE"
Ghiaccio e neve contengono l’80% dell’acqua potabile della Terra
Ghiacciai dimezzati. Solo sulle Alpi rispetto al 1850 circa, la superficie glaciale si è ridotta di circa la metà. lo spessore di neve e di ghiaccio che si fonde anche di 5 o 6 metri ogni estate, non viene rimpinguato d’inverno.
- Nel mondo, negli ultimi 100 anni è andato perso il 5%-10% dei ghiacciaio La criosfera rappresenta il 15% della superficie terrestre (nel periodo di picco tra marzo e aprile)
- la regione dell’HinduKush Himalaya Karakorum ospita 60mila chilometri quadrati di ghiacciai in diversi contesti climatici, per questo è considerata il terzo polo
- Negli ultimi 40 anni il manto nevoso è diminuito di oltre il 5% nell’emisfero Nord
Alpi. In Lombardia, la superficie totale dei ghiacciai si è ridotta del 23%, passando dai 115 kmq degli anni ‘50, agli 89 kmq attuali (Nuovo Catasto dei Ghiacciai).
- il rifugio ai Caduti dell’Adamello (lobbie Alte) ha dovuto essere spostato perché il vecchio edificio, costruito nel 1929 direttamente sul ghiacciaio, era ormai pericolante a causa del grande ritiro subito dalle nevi
Cambiamento climatico e acqua
- i fiumi lombardi potrebbero andare incontro a diminuzioni rilevanti del proprio deflusso nei prossimi 30 o 40 anni.
I ghiacciai, la luce di Milano e la sete di New Dehli.
- In Valtellina, una riduzione intensa dei ghiacciai potrebbe creare problemi nell’alimentazione di città come Milano
- i ghiacciai himalayani forniscono acqua a 2 miliardi di persone. o più del 50% dell’acqua che scorre nel fiume Indo deriva dalla fusione di ghiacciai e nevai
- per i 23.800 ettari di piste innevabili delle Alpi, occorrono ogni anno circa 95 milioni di metri cubi d’acqua per produrre neve artificiale-corrisponde approssimativamente al consumo annuo d’acqua di una città con 1,5 milioni di abitanti
Il ghiaccio ci salva dalle frane. Le pareti delle montagne sono come “incollate” dal ghiaccio interstiziale, dal terreno perennemente gelato chiamato “permafrost”. L’incremento della temperatura provoca frane e dissesti.
- il permafrost copre il 20% delle terre emerse, nelle zone montane e polari.
- l’enorme frana del Pelmo, che due anni fa in Dolomiti ha ucciso 2 uomini del soccorso alpino e scaricato a valle 3000 metri cubi di roccia, è stata causata dalla fusione del permafrost
- Nel permafrost sono accumulate grandi quantità di metano che liberate favoriscono l’effetto serra.

info: www.highsummit.org


Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
Ultimi commenti Rock
  • La beffa
    Portare Camalot dal 0.3 fino al #1, anche qualche stopper. L ...
    2014-07-18 / Luciano Calvelo
  • Spigolo Ovest - Wiessner - Kees
    Percorsa nel 1978, ma la ricordo perfettamente. Via all'alte ...
    2014-07-13 / renzo%20 Bragantini
  • Spigolo Nord Ovest
    Ripetuta qualche anno fa. Salita magnifica in ambiente stupe ...
    2014-07-12 / renzo%20 Bragantini
  • Spitagoras
    Bella via su roccia da buona ad ottima. Chiodatura da via al ...
    2014-07-07 / Niccol%C3%B2 Antonello