Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowVajont 2.0: Il cinquantesimo anniversario visto dalla rete

La Diga del Vajont
Photo by courtesy www.erto.it
Il grafico del 50° del Vajont su internet
Photo by Simonetta Radice

Vajont 2.0: Il cinquantesimo anniversario visto dalla rete

10.10.2013 di Simonetta Radice

Sono passati 50 anni da quel 9 ottobre 1963 quando il Monte Toc franò nel lago provocando un’onda che trascinò a valle tutto ciò che trovava. Il disastro del Vajont non si è mai risolto, lo si comprende in questo 50° anniversario. Lo si capisce anche navigando e ascoltando le voci della Rete, come ha fatto Simonetta Radice.

Un anniversario drammatico e scomodo, quello del Vajont, soprattutto ieri nel suo cinquantesimo anniversario. Le scuse ufficiali del governo arrivano giusto mezzo secolo dopo, con le parole del Presidente del Senato Pietro Grasso, mentre il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano parla finalmente di "precise colpe umane" (rimaste pressoché impunite verrebbe da aggiungere). RAI 2 trasmette l'orazione civile di Marco Paolini a mezzanotte (bisognerà aspettare RAI 5 sabato 12 ottobre per vederlo in prima serata) e RAI Movie propone "Vajont, la diga delle vergogna", il film di Renzo Martinelli.

Ma è ancora una volta la rete a dare viva voce al ricordo della tragedia che, per tante, tantissime persone è tutt'altro che dimenticata. L'hashtag #Vajont è trending topic su Twitter praticamente per tutto il giorno per cedere il passo a #paolini questa mattina. Mauro Corona, che più volte nei suoi libri ha raccontato il dramma della sua terra parla di "persone entrate nel nulla per ambizione e interesse altrui" su Twitter e Facebook con un appello anche a Papa Francesco, ma tantissime sono le voci che ieri si sono unite nel ricordo del tragico evento attraverso In particolare, monitorando in rete la keyword e l'hashtag #Vajont hanno generato più di 6500 tweet, 4500 post su Facebook, 222 post su blog e 11 thread nei forum.

Ritornano le parole di Bruno Ambrosi (il primo giornalista ad arrivare sul posto), di Tina Merlin, si parla de l'Aquila e della TAV. Si rivedono le prime immagini girate in Super 8 da Massimo da Vià. E' la doppia faccia della rete, che se dimentica in fretta non cancella nulla e che, in occasioni come questa, diventa il deposito della nostra memoria. La vera sfida è che ciò non accada per un giorno soltanto.

Sul link uno storify della giornata di ieri
http://storify.com/simonettar/vajont-2-0

“Una gobba immensa sollevò la luce della luna dalla superficie del lago e la scagliò verso il cielo. Poi il bagliore si spense nel boato di un mare che piombava su Longarone. E in quel momento anche Erto, avviato a diventare una cittadina, sprofondò. E non rinacque mai più.” Da “Il volo della martora” di Mauro Corona

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Diretta Consiglio
    Salita tanti anni fa, nel 1969, ovviamente senza friend (che ...
    2014-08-18 / renzo%20 Bragantini
  • Welcome to Tijuana
    Ieri sabato 02 agosto, io e il mio compagno Aldo Mazzotti, s ...
    2014-08-03 / Gianni Canale
  • Icterus
    Qualcuno ha qualche informazione sulla via sportiva Mr Berna ...
    2014-08-02 / Michele Marchesoni
  • La beffa
    Portare Camalot dal 0.3 fino al #1, anche qualche stopper. L ...
    2014-07-18 / Luciano Calvelo