Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowCresta Segantini che passione. Di Ivo Ferrari

Ambiente Grigna
Photo by Stefano Valsecchi & Giorgio Travaglia
Verso la Segantini
Photo by Stefano Valsecchi & Giorgio Travaglia
Sulla cresta Segantini
Photo by Stefano Valsecchi & Giorgio Travaglia
Sulla cresta
Photo by Stefano Valsecchi & Giorgio Travaglia

Cresta Segantini che passione. Di Ivo Ferrari

10.09.2013 di Ivo Ferrari

Ivo Ferrari e la Cresta Segantini: la salita della Grignetta per la cresta Ovest, bellissima sia in estate sia in inverno.

Forse è un po’ troppo presto per sentire il freddo, per desiderare il gelido, forse non è mai troppo presto, ogni desiderio arriva al momento giusto, e se arriva con anticipo, basta sapere aspettare…

Ho letto: "La Grigna Meridionale, a poca distanza dal Lago di Lecco, con la vicina Grigna Settentrionale (o Grignone) è sicuramente un settore molto apprezzato dagli scalatori Lombardi viste le innumerevoli possibilità di salite alpinistiche di ogni grado e difficoltà. Tra tutte, la salita alla cima della Grignetta per la cresta Ovest ("Cresta Segantini") è certamente la più conosciuta e apprezzata, per lunghezza, difficoltà contenute ed ambiente veramente suggestivo. In estate e d’inverno.
A partire dal Colle Valsecchi (1898 m) si presenta slanciata, divisa in diversi torrioni e campanili, ognuno col suo propio nome, separati da canaloni ripidi. Nonostante le difficoltà non superino mai il IV° grado, l'esposizione di alcuni passaggi , l'ambiente e lo sviluppo notevole la rendono una salita di “Montagna”.
La prima discesa della cresta, ad opera di Giacomo Casati (da solo), risale al 13/03/1901. Seguirono altri tentativi esplorativi dal basso ed un'altra discesa ad opera di Giuseppe Dorn, fino alla prima salita integrale: Eugenio Moraschini e Giuseppe Clerici il 09/10/1905, che dedicarono l'impresa al famoso pittore espressionista."

CRESTA SEGANTINI CHE PASSIONE di Ivo Ferrari

...lo stesso appiglio preso decine di volte, tirato con la forza dell’allenamento, dell’abitudine e, con la fatica di quando “non gira”, lo stesso appiglio accogliente d’estate e gelido d’inverno...

Cosa c’è di più bello, dopo un Agosto ricco di roccia verticale, pieno di Sole e giornate calde, che desiderare il freddo! Stasera, mentre tagliavo legna, il mio “pensiero” mi ha portato sulla “cresta” che preferisco, ho sentito il grido dei ramponi sulla roccia ghiacciata, quel dolore che ti fa bestemmiare quando nelle dita dure,insensibili, il sangue impazzito torna a correre al suo ritmo… Che cosa è la mia voglia d’inverno? Per prima cosa è la Cresta più bella delle Montagne Lombarde, è il conoscere ogni appiglio trovandosi ogni volta in un punto diverso. A due passi (lunghi) da casa c’è una cavalcata verso il Cielo, una salita famosa, che nella stagione fredda, diventa la salita più limpida e bella che conosco , mi piace percorrerla, da solo e con Amici, mi piace il non trovare “casino”, amo incasinarmi!

“La pila frontale sta illuminando i miei passi, sento l’aria gelida entrarmi dentro attraverso i polsini della giacca, nel collo, dentro i polmoni col respiro, sono solo,la Luna illumina la Cresta, trasformandola in un’enorme cornice di un quadro perfetto, sbuffo, è da ore che cerco di venirne fuori, non sono mai entrato col buio, ma …. “bisogna provare tutto” ed io ci sto provando, con una breve doppia cado letteralmente nella Lingua, il suo lenzuolo è completamente ghiacciato e le costose lamine entrano che è un piacere, mordono e mi danno sicurezza, la velocità aumenta, la stanchezza diminuisce, l’abitudine alla luce artificiale sta iniziando a dare i suoi frutti, regalandomi piacere.

Salgo e mi ritrovo a parlare col niente, salgo è non mi ricordo più, dove sono, non m’importa, dove sono, perché è il gesto che ha preso il sopravvento, trasportandomi su mille cime differenti, salgo la Lingua e sono in Himalaya, mi sposto sulla Cresta e ritorno nelle Alpi, ogni movimento è una via che conosco o che, semplicemente vorrei conoscere … Lei, la Cresta, mi fa questo effetto, stasera il buio mescolato al silenzio della notte amplifica il mio “viaggiare”... Le becche si appoggiano dolcemente sulla roccia, mi alzo piano cercando di non abbassarmi troppo velocemente! Gli scarponi doppi tengono al caldo i piedi, ma ho promesso loro di trattarli bene, posti caldi e ben protetti.”

Vorrei tornare tutti i giorni sulla Cresta, per allenarmi per niente, per allenarmi per stare bene... Un rumore assordante mi riporta alla realtà, dopo l’albero ho preso in pieno un sasso! I denti hanno fatto scintille, è morta la motosega! Ritorno a casa, la legna nel saccone, la motosega in mano e... Tanta voglia che arrivi l’inverno...

Un GRAZIE a Stefano Valsecchi e Giorgio Travaglia per le bellissime foto.

IVO FERRARI 2013
02/09/2013 - La grande cordata
25/08/2013 - Ognuno 'possiede' una montagna preferita.
21/08/2013 - Non è una passeggiata: la via Barbier - Bourgeois alla Torre del Lago
14/08/2013 - Sulla Cima dei Lastei ricordando Lorenzo Massarotto
09/08/2013 - Sulla bellissima Heidi alla Cima Canali
05/08/2013 - Dolomiti misteriose: Ivo Ferrari e la via Gianni Ribaldone sullo Spiz di Mezzo
01/08/2013 - Il Girasole delle Dolomiti: Ivo Ferrari e il Pilastro Girasole sul Cimon della Pala
29/07/2013 - La Perla nascosta sul Sass D'Ortiga, di Ivo Ferrari
24/07/2013 - Sulla via Diamante pazzo al Becco Meridionale della Tribolazione
09/07/2013 - Alpinisti che fanno la differenza: sulla Stenghel alla Torre d'Ambiez
01/07/2013 - L'Alta Val Masino e i Venti Polari
24/06/2013 - Via Casarotto alla Roda di Vael: il moderno e il vecchio
10/06/2013 - Pareti che si chiamano Montagne, le Piccole Dolomiti
30/05/2013 - A Federico, la via sulla Presolana di Castione ti entra dentro.
27/05/2013 - Sul Pilastro Lomasti: la via Lomasti - Ricchi, di Ivo Ferrari
20/05/2013 - Via Del Risveglio sulla Parete Rossa di Catteissard
14/05/2013 - Sete d'Oriente al Castello Provenzale
17/04/2013 - Ho sentito le sirene cantare (Monte Gallo, Sicilia)
12/04/2013 - Sperlonga, l'arrampicata tra memoria e bellezza
04/04/2013 - La via Annamaria sulla Pala del Cammello
25/03/2013 - Grazie Heinz (Grill)
03/01/2013 - Hellzapoppin', viaggio a ritroso nella storia dell'arrampicata

Condividi questo articolo

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • La beffa
    Portare Camalot dal 0.3 fino al #1, anche qualche stopper. L ...
    2014-07-18 / Luciano Calvelo
  • Spigolo Ovest - Wiessner - Kees
    Percorsa nel 1978, ma la ricordo perfettamente. Via all'alte ...
    2014-07-13 / renzo%20 Bragantini
  • Spigolo Nord Ovest
    Ripetuta qualche anno fa. Salita magnifica in ambiente stupe ...
    2014-07-12 / renzo%20 Bragantini
  • Spitagoras
    Bella via su roccia da buona ad ottima. Chiodatura da via al ...
    2014-07-07 / Niccol%C3%B2 Antonello