Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowNon è una passeggiata: la via Barbier - Bourgeois alla Torre del Lago, con Ivo Ferrari

La Torre del Lago: una meraviglia della natura
Photo by Ivo Ferrari
Ivo Ferrari sulla Barbier - Bourgeois: la parte centrale
Photo by Ivo Ferrari
Ivo Ferrari sulla Barbier - Bourgeois
Photo by Ivo Ferrari
Vista sul gruppo del Fanis
Photo by Ivo Ferrari

Non è una passeggiata: la via Barbier - Bourgeois alla Torre del Lago, con Ivo Ferrari

21.08.2013 di Planetmountain

Ivo Ferrari ricorda la via aperta da Claude Barbier e Jean Bourgeois alla Torre del Lago (Gruppo del Fanis, Dolomiti) il 4 agosto 1964.

L’arrampicatore Belga, Claude Barbier mi ha da sempre affascinato, la sua incredibile galoppata “su e giù” lungo le Tre Cime di Lavaredo, ai giorni nostri riuscirebbe ancora a far pensare … un’infinità di salite solitarie, vie nuove e prime ripetizioni, uno “straniero” completamente innamorato dei Monti Pallidi.

Molti anni fa, di ritorno dalla Castiglioni sulla Ovest della Cima della Busazza, incontrai la sua compagna …. Era venuta a vedere i luoghi di Claudio, la mia ignoranza in lingue non mi permise di capire e dialogare molto, ma i suoi occhi brillavano mentre la Torre Trieste sembrava prendere fuoco!

Per finire questa “piccola” vacanza in Dolomiti, mi sono svegliato alle sei, intanto che la “famiglia” dormiva, sono sgattaiolato fuori dal furgone, il compagno di tante salite mi aspettava … velocemente ci siamo portati all’attacco della via, la Torre puntava diritta verso il Cielo, bellissima sopra le nostre teste, la voglia di salire si è tramutata in energia e lunghezza dopo lunghezza ci siamo alzati, pochi chiodi indicano la logica, in alcuni punti, guardando verso l’alto sembra impossibile passare, non posso che immaginare il Belga che nel 1965 scarponi hai piedi si è addentrato tra le pieghe di questa montagna, fessure e diedri, strapiombini e ristabilimenti, nel giallo della parte alta è d’obbligo ragionare, bisogna “pedalare” sicuri, ma l’apparenza a volte inganna e l’appiglio risolutore lo trovi sempre.

Quarantotto anni fa non esistevano i magici “amici”, le suole lisce non erano realtà, ma esisteva la forza fisica e mentale, la passione e il coraggio, dopo aver ripetuto un’infinità di linee , dalle più anziane alle meno vecchie a volte faccio fatica a capire “la storia”, sono talmente perplesso da cosa l’uomo sia riuscito a “combinare” tra i monti che penso di essere un fifone!

Barbier sulla Torre ha aperto una via stupenda, audace e con stile, una logica arrampicata libera degna di un grande scalatore, forse una salita che i giovani arrampicatori non apprezzano molto, il libro di Cima parla chiaro, anche il mio compagno è sceso a valle deluso e poco convinto(e non è giovane), Lui ama gli spit e la trazione sicura, io … che sono sempre più confuso mi diverto tirando roccia saldissima e giocando con la leggerezza del meno sano.

Salendo e scendendo da Cime famose ho visto Montagne quasi sconosciute e poco “di moda”, gli occhi abituati a ricercare aiutati dalla mente hanno memorizzato linee mai salite, ora saluto le Dolomiti con alcune giornate insieme a Federica lungo le “classiche” non troppo lunghe e se scopro di non essere un “fifone”, il prossimo anno svuoto la cassa di chiodi che tengo in cantina, regalandomi alcune “mai salite” …

Grazie Arrampicatore Belga! Ti ho sempre ammirato ….

Ivo Ferrari


Torre del Lago, Gruppo del Fanis
Claude Barbier e Jean Bourgeois (via di sinistra) Agosto 1965.

Email di Anne Lauwaert, compagna di Claude Barbier, arrivata in redazione dopo la pubblicazione.
"Grazie per aver ricordato Claudio. Ricordo bene tutti quegli arrampicatori che ho incontrato durante i miei pellegrinaggi nelle Dolomiti. Non avevamo bisogno di parlare. Le montagne erano lì, Claudio era stato lì, noi eravamo li ed eravamo soltanto una parte dello splendore generale. Affascinante. E come Claudio avrebbe detto: Tangerine Dream e Rolling Stones. Più tardi avevo bisogno di parlare e rispondere a tutti quegli amici conosciuti e sconosciuti, e così ho scritto "La Via del Drago" e, 20 anni dopo, "Le Grimpeur Maudit". Quindi, prendiamo un bicchiere di bianco con amaro. E cin cin ai vecchi scarponi e i occhi che brillano."


IVO FERRARI 2013

14/08/2013 - Sulla Cima dei Lastei ricordando Lorenzo Massarotto
09/08/2013 - Sulla bellissima Heidi alla Cima Canali
05/08/2013 - Dolomiti misteriose: Ivo Ferrari e la via Gianni Ribaldone sullo Spiz di Mezzo
01/08/2013 - Il Girasole delle Dolomiti: Ivo Ferrari e il Pilastro Girasole sul Cimon della Pala
29/07/2013 - La Perla nascosta sul Sass D’Ortiga, di Ivo Ferrari
24/07/2013 - Sulla via Diamante pazzo al Becco Meridionale della Tribolazione
09/07/2013 - Alpinisti che fanno la differenza: sulla Stenghel alla Torre d'Ambiez
01/07/2013 - L'Alta Val Masino e i Venti Polari
24/06/2013 - Via Casarotto alla Roda di Vael: il moderno e il vecchio
10/06/2013 - Pareti che si chiamano Montagne, le Piccole Dolomiti
30/05/2013 - A Federico, la via sulla Presolana di Castione ti entra dentro.
27/05/2013 - Sul Pilastro Lomasti: la via Lomasti - Ricchi, di Ivo Ferrari
20/05/2013 - Via Del Risveglio sulla Parete Rossa di Catteissard
14/05/2013 - Sete d'Oriente al Castello Provenzale
17/04/2013 - Ho sentito le sirene cantare (Monte Gallo, Sicilia)
12/04/2013 - Sperlonga, l'arrampicata tra memoria e bellezza
04/04/2013 - La via Annamaria sulla Pala del Cammello
25/03/2013 - Grazie Heinz (Grill)
03/01/2013 - Hellzapoppin', viaggio a ritroso nella storia dell'arrampicata

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Campanile di Val Montanaia - Via Normale
    Per precisazione:"la sosta a spit" si incontra sul secondo t ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Evergreen
    Ho salito la via questa estate e naturalmente ci siamo conge ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Rataplan
    Ripetizione del 20.09.2014L1 6c bella fessura non banale pe ...
    2014-09-23 / oscar meloni
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello