Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowKunyang Chhish East: prima salita per Simon Anthamatten, Hansjörg e Matthias Auer nel Karakorum

La formidabile parete SO del Kunyang Chhish East nel Karakorum, salito da Simon Anthamatten, Hansjörg Auer e Matthias Auer nel luglio 2013.
Photo by archivio Hansjörg Auer
INFO / links & info:

Kunyang Chhish East: prima salita per Simon Anthamatten, Hansjörg e Matthias Auer nel Karakorum

23.07.2013 di Planetmountain

Il 18 luglio 2013 lo svizzero Simon Anthamatten e i fratelli austriaci Hansjörg Auer e Matthias Auer hanno salito l'inviolata vetta del Kunyang Chhish East, Karakorum, Pakistan.

Sono giorni intensi nel Karakorum. Dopo la bella nuova via di Matteo Della Bordella, Luca Schiera e Silvan Schüpbach sul' Uli Biaho di cui abbiamo dato notizia ieri, segnaliamo la grande prima salita del Kunyang Chhish East da parte dello svizzero Simon Anthamatten e dei fratelli austriaci Hansjörg e Matthias Auer che il 18 luglio hanno raggiunto la cima di quello che era noto come uno degli ultimi "grandi problemi irrisolti del Karakorum".

Situato nel massiccio del' Hispar Muztagh, il Kunyang Chhish East è una formidabile sfida di circa 7400m d'altezza protetta da una bellissima e difficile parete Sud Ovest, tentata in passato soltanto da una manciata di spedizioni, tra cui spicca quella degli statunitensi Steve House e Vince Anderson che nel 2006 arrivarono a circa 300m dalla vetta prima di essere stati costretti a tornare indietro.

"E' stata una spedizione incredibile con moltissimi alti e bassi" ci ha scritto proprio pochi minuti fa Hansjörg da Islamabad dove si trovano tutti e tre gli alpinisti per il rientro in Europa. Aggiungendo poi che "Alla fine, il 18 luglio, alle 12:30, abbiamo raggiunto l'inviolata cima del KC East, salendo i 2700m della parete SO. Per me e Simone era il terzo tentativo, mentre Matthias non faceva parte dei primi due tentativi per motivi di acclimamento ed infortunio."

Attualmente non ci sono altri dettagli - l'intento dei tre era ovviamente di salire in stile alpino - e il loro successo non era per niente scontato, non solo per le difficoltà oggettive della parete abbinate alla quota, ma anche perché Matthias si era infortunato al pollice poco prima della partenza ed è stato costretto a raggiungere gli altri più tardi. Per questo motivo non ha potuto acclimatarsi sul' Ice Cake Peak (6400m) assieme agli altri due come non ha potuto partecipare ai primi tentativi, che hanno visto Simon e Hansjörg arrivare fino a poco sotto la cresta sommiate, a circa 7000m, prima di essere ricacciati indietro dal brutto tempo. A breve vi forniremo altri dettagli di questa salita che sicuramente s'annuncia di tutto rilievo.

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Tovaric
    Via stupenda, gradi stretti e numerosi passaggi obbligatori, ...
    2013-12-16 / MICHELE LUCCHINI
  • Don Quixote
    Che dire di questa stupenda via......quando l'ho ripetuta er ...
    2013-12-01 / moreno rossini
  • Re Artù
    semplicemente fantastica,da divertirsi andate a farla. solo ...
    2013-11-24 / moreno rossini
  • La Salvana
    bella via di media difficoltá con in realtá pochi spit ma ...
    2013-09-28 / Armin Craffonara