Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowScrivere con le gambe, cinque giorni di narrazione e trekking in Alto Adige

trekking sul Renon, Alpi Sarentine
Photo by Planetmountain
trekking sul Renon, Alpi Sarentine
Photo by Planetmountain

Scrivere con le gambe, cinque giorni di narrazione e trekking in Alto Adige

28.03.2013 di Planetmountain

Dal 9 al 13 luglio 2013 "Scrivere con le gambe", cinque giorni di narrazione e trekking lungo il Tour Ferro di cavallo in Val Sarentino (Alto Adige) condotto da Giorgio Vasta.

Raccontare una storia. Camminare tra valli e montagne. All’inizio possono sembrare due azioni molto diverse l’una dall’altra. La prima, nella maggior parte dei casi, prevede che si stia da soli e fermi in un luogo. La seconda invece richiede una disponibilità al movimento, buone gambe e buoni polmoni. Eppure tra narrazione e trekking esistono parecchie correlazioni: in entrambi i casi serve concentrazione, serve essere capaci di percepire (la forma di una storia, della lingua, di un sentiero) e serve essere il più possibile precisi. Potremmo arrivare a dire che raccontare una storia è una buona metafora del camminare tra valli e montagne, e che fare trekking equivale a disegnare una storia nello spazio. Scrivere con le gambe è un progetto che partendo da queste constatazioni prova a intersecare narrazione ed escursione a piedi. E lo fa volendo trasformare lo spazio in racconto e il racconto in un luogo continuamente esplorabile.

L’idea è semplice. Viaggiare a piedi per cinque giorni, dal 9 al 13 luglio 2013, attraverso quello spazio straordinario che è la Val Sarentino, in Alto Adige. Un gruppo di 12 persone, uno zaino in spalla, carta e penna sempre a portata di mano, una guida che conosce la storia e i segreti di quelle zone e uno scrittore con il quale condividere ragionamenti e scrittura. Insieme a Giorgio Vasta, che terrà le lezioni di scrittura (con letture e laboratori) ci saranno Giorgio Sparapani (comandante delle guardie forestali della Val Sarentino), che farà da guida, e Augusto Golin (esperto di cinema e letteratura di montagna, membro del consiglio direttivo del Trento FilmFestival), che terrà i contatti con la stampa.

Si parte al mattino da un rifugio e si cammina cercando di conoscere questo spazio, di misurarlo. Poi ci si ferma, ci si guarda intorno, si scrive, si discute, si riparte. E così, una tappa dopo l’altra, un esercizio di percezione e di scrittura dopo l’altro, ci si confronta con l’esplorazione fisica e linguistica di un paesaggio. In cinque giorni si percorreranno diversi chilometri e si farà lavorare, con le gambe, la percezione di quello che ci sta intorno, individuando prospettive e strumenti di decifrazione del territorio cui di solito non prestiamo attenzione. E, chiaramente, ci si fermerà man mano a riposare e la sera si cenerà e pernotterà nei rifugi della zona. Alla fine delle cinque giornate si produrrà un testo collettivo che nel valere da sintesi del tempo trascorso camminando evidenzierà al contempo un aspetto specifico del territorio attraversato.

L’aspetto in questione, la prospettiva dalla quale osservare lo spazio che si percorrerà, è il legno. Dunque, in altri termini, un modo specifico in cui si manifesta la vita vegetale. Il legno degli alberi, i rami che si dipartono da un tronco come quelli caduti e che contribuiscono a comporre il sottobosco, le forme naturali e quelle artificiali determinate dalla lavorazione del legno stesso; tutto ciò che con il legno è possibile fare, costruire, e tutto ciò che dal legno è possibile estrarre.
Tenendo come riferimento – quasi una simbolica mascotte – quello splendido personaggio della letteratura italiana che è Pinocchio, i partecipanti a Scrivere con le gambe si cimenteranno dunque in una sorta di Diario del legno; durante l’ultimo giorno, prima del congedo, questo diario a più voci verrà condiviso pubblicamente, nella forma del reading, a Bolzano, presso l’Antico Municipio (Via Portici 30).

Giorgio Vasta (Palermo, 1970) ha pubblicato il romanzo Il tempo materiale (minimum fax 2008, Premio Città di Viagrande 2010, Prix Ulysse du Premier Roman 2011), in corso di pubblicazione in Francia, Germania, Austria, Svizzera, Olanda, Spagna, Ungheria, Repubblica Ceca, Stati Uniti e Inghilterra, selezionato al Premio Strega 2009. Nel 2010 ha pubblicato Spaesamento (Laterza, finalista Premio Bergamo, in corso di pubblicazione in Francia). Il suo ultimo libro è Presente (Einaudi, scritto con Andrea Bajani, Michela Murgia e Paolo Nori). Collabora con La Repubblica, il Sole 24ore e il manifesto, e scrive sul blog letterario minimaetmoralia.com. Nel 2010 ha vinto il premio Lo Straniero e il premio Dal testo allo schermo del Salina Doc Festival.

Itinerario
Martedì 9 luglio
ore 16.00: Check presso Hotel Olympia di Sarentino
ore 17.00: Incontro dei partecipanti nel museo Rohrerhaus
ore 17.30: gita (ca. 20 min) presso il tornitore Fritz [lavorazione del legno]
ore 18.30: Guida al museo Rohrerhaus
ore 19.00: Giorgio Vasta presenta il progetto “scrivere con le gambe”
ore 20.00: Cena nel museo Rohrerhaus con prodotti tipici del paese e successivo pernottamento all’Hotel Olympia

Mercoledì 10 luglio
ore 08.00: Colazione e partenza con il pullman dall’albergo a Renon e trasferimento con la funivia al Corno del Renon
Escursione al rifugio Latzfonserkreuz
Pernottamento nel rifugio Latzfonserkreuz

Giovedì 11 luglio
ore 8.00: Colazione ed escursione verso il rifugio Forcella Vallaga/Marburger Hütte
Pernottamento al rifugio Forcella Vallaga

Venerdì 12 luglio
ore 8.00: Colazione ed escursione al passo di Pennes www.penserjoch.com
ore 12.00: incontro con la stampa al rifugio Seebergalm
ore 17.00: Partenza con il pullman dal passo Pennes e trasferimento all'albergo Cavallino Bianco di Sarentino - Campolasta
Workshop, cena e pernottamento in albergo

Sabato 13 luglio
ore 10.00: presentazione finale dei lavori prodotti dai partecipanti al vecchio Municipio di Bolzano.

Costo
Per la partecipazione al corso è prevista un'iscrizione di 250 euro, da pagare tramite bonifico presso la Cassa Rurale/Raiffeisen di Sarentino (IBAN: IT86F0823358870000300048984), precisando nella causale “partecipazione al corso Scrivere con le gambe”. Il costo prevede la copertura di tutte le spese di soggiorno (trasporti, pasti, pernottamenti). Il pernottamento avverrà in camere doppie, sia negli alberghi che nei rifugi.

Modalità di iscrizione
Entro lunedì 6 maggio vanno inviate le richieste di iscrizioni all’indirizzo scrivereconlegambe@gmail.com, allegando un testo di autopresentazione (max 2000 battute, spazi inclusi) in cui ci si presenta e si illustrano le motivazioni per cui si intende partecipare.
Entro lunedì 13 maggio verrà comunicato l’elenco degli ammessi che dovranno perfezionare l’iscrizione, versando (entro venerdì 17 maggio) la somma di 250 euro tramite bonifico bancario e inviando via e-mail la ricevuta. Coloro che non verseranno la somma entro tale data saranno sostituiti.

Partecipanti
Il numero massimo di partecipanti è di 12, di cui solo 4 residenti in Alto Adige.

Informazioni e iscrizioni
UPAD (Via Firenze, 51 – Bolzano) Tel. 0471-921023; fax 0471-921380; e-mail: scrivereconlegambe@gmail.com; www.upad.it; www.facebook.com/upadbz

Sicurezza
Durante la durata del corso, in tutte le fasi e in tutti gli spostamenti, i partecipanti si assumono in pieno la responsabilità per la propria sicurezza, pur potendo contare sempre sull’assistenza degli organizzatori e degli accompagnatori.

Equipaggiamento
Ogni partecipante dovrà avere con sé uno zaino, un kit di pronto soccorso per piccole ferite, scarponi da montagna, scarpe leggere o calzettoni per gli interni, copertura per la pioggia, coltello da tasca e borraccia per l’acqua.

Condividi questo articolo

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Tovaric
    Via stupenda, gradi stretti e numerosi passaggi obbligatori, ...
    2013-12-16 / MICHELE LUCCHINI
  • Don Quixote
    Che dire di questa stupenda via......quando l'ho ripetuta er ...
    2013-12-01 / moreno rossini
  • Re Artù
    semplicemente fantastica,da divertirsi andate a farla. solo ...
    2013-11-24 / moreno rossini
  • La Salvana
    bella via di media difficoltá con in realtá pochi spit ma ...
    2013-09-28 / Armin Craffonara