Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowArrampicata, nuove vie e progetti in Iran

Alam Kooh: Luka Lindič sulla sulla via franco-tedesca
Photo by Marko Prezelj
Bisotoon
Photo by Marko Prezelj
INFO / links & info:

Arrampicata, nuove vie e progetti in Iran

28.12.2012 di Luka Lindic

Il report di Luka Lindic sul suo ultimo viaggio d’arrampicata in Iran assieme a Sam Beaugey, Manu Pellissier e Marko Prezelj durante il quale hanno aperto Spatola d'oro (1000m, 6b).

Due anni fa sono stato in Iran per la prima volta per partecipare al festival d’arrampicata a Bisotoon. Durante la settimana che abbiamo trascorso lì, Manu Pellissier, Marko Prezelj e io abbiamo aperto una nuova via, Persian cat, 7a, 1000m. E’ stato un viaggio davvero fantastico, però sapevamo che l'Iran aveva molto di più da offrire.

Quest'anno, con lo stesso team a cui si è aggiunto Sam Beaugey, siamo ritornati con l'obiettivo di salire L'Alam Kooh. Poche ore d’auto da Teheran e poi un giorno di marcia ci hanno portato alla base della parete nord dell' Alam Kooh. Alta 800m, a prima vista sembrava del tutto asciutta.

Manu e Sam hanno subito iniziato una nuova via sul lato sinistro della parete. Marko ed io abbiamo deciso di riscaldarci sulla via franco-tedesca che ci sembrava così asciutta che abbiamo deciso di salire soltanto con le scarpe da running. Con i primi raggi del sole abbiamo raggiunto l’evidente pilastro, procedevamo velocemente finché la verticale roccia ghiacciata ci ha costretti a legarci con la corda. Dopo tre tiri abbiamo continuato slegati, poi la neve e il ghiaccio ci hanno fermati ancora una volta. A questo punto ci siamo resi conto che salire con le scarpe da ginnastica era stata un'idea stupida. Armati solo di una piccozza ciascuno, siamo saliti fino in cima.

Poi, non conoscendo la discesa, siamo scesi nella valle sbagliata. E' stato un ritorno molto lungo, ma reso piacevole dalla vista della parte destra della parete nord dell' Alam Kooh. Su questa parte della parete, non visibile dal campo base, c’era una linea che volevamo salire. Quella sera tutti e quattro siamo tornati al campo base, ci siamo riposati per un giorno e abbiamo preparato gli zaini. Sam e Manu volevano terminare la loro via, mentre noi avevamo deciso di salire la sezione destra della parete, ma durante la notte un forte vento ha iniziato a soffiare ed è caduta della neve, spazzando via il nostro progetto.

Siamo fuggiti a Polekhab dove abbiamo arrampicato per tre giorni su roccia perfetta. Poi ci siamo spostati a Bisotoon per il festival. Nei primi due giorni abbiamo aperto una nuova via di 1000m con difficoltà fino al 6b. L'abbiamo chiamata Spatola d'oro, in onore dello strumento che più abbiamo usato durante questo viaggio. Nei giorni successivi abbiamo ripetuto alcune piacevoli vie e durante l'ultimo giorno ho salito in solitaria Eagle Route  V+, 1000m. Il nostro soggiorno in Iran ci piaciuto davvero molto. Dopo due viaggi, posso dire che bisogna fare attenzione in Iran. La gente vi attaccherà. Con la loro gentilezza!

di Luka Lindič

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
Ultimi commenti Rock
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello
  • Chimera Verticale
    Ripetuta il 29 agosto 2014 con Martin Dejori. Bellissima via ...
    2014-08-30 / Alex Walpoth
  • Costantini - Apollonio
    Caro Checco, gli spit sono rispuntati, qualcuno in sosta, qu ...
    2014-08-29 / Angelo Bon
  • Diretta Consiglio
    Salita tanti anni fa, nel 1969, ovviamente senza friend (che ...
    2014-08-18 / renzo%20 Bragantini