Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowBombé bleu a Buoux, work in progress per Iker Pou

Iker Pou sul progetto Bombé bleu a Buoux, Francia
Photo by Fred Ripert
La falesia di Buoux in Francia
Photo by Michael Meisl

Bombé bleu a Buoux, work in progress per Iker Pou

20.11.2012 di Planetmountain

Il difficile progetto Bombé bleu della falesia francese di Buoux è stato ripreso di mira da Iker Pou.

Una delle linee più famose e difficili della falesia di Buoux - il difficilissimo progetto Bombé bleu - è stata presa di mira recentemente da Iker Pou, il fortissimo basco conosciuto per la sua incredibile forza di dita. Evidente già dal piccolo fiume che scorre in basso, questo grande strapiombo del settore La Plage era stato chiodato più di vent'anni fa, nel 1991, da Marc Le Menestrel che gli aveva dato anche il nome di Chantier. Ma i 16 movimenti erano troppo intensi, troppo boulderosi persino per lui e la via era rimasta, appunto, un cantiere. Il fortissimo Ben Moon l'aveva tentato dopo il suo exploit della prima salita della vicina Agincourt 8c e l'inglese aveva persino fatto lo stampo del passaggio chiave per poterlo replicare sul pannello di casa, ma dopo essere riuscito su circa il 70% dei movimenti anche lui ha dovuto arrendersi. Come poi, negli anni che seguirono, un gran numero di altri top climber. Negli ultimi anni il francese Fred Rouling ha mostrato un grande interesse per questa via, e pur non essendo uno specialista di questo tipo di scalata (e pur avendo trovato una nuova sequenza), non ne è ancora venuto a capo nemmeno lui. Anche se tutti erano d'accordo che la via era teoreticamente fattibile, la pratica diceva il contrario e la visione di Marc Le Menestrel si sta rivelando una bellissima chimera per il non plus ultra del verticale…

A mettersi in gioco, proprio in questi giorni, su questa intensa serie di monoditi e biditi è un altro climber che certamente non teme il confronto con la gravità: Iker Pou. Il basco di Nit de bruixes 9a+ a Margalef per intenderci, per nominare soltanto una delle sue vie dove servono tendoni d'acciaio e motivazione... a muerte. Quindi vista l'importanza di questa linea, non potevamo che sentire direttamente da lui com'è andato questo suo work in progress.


BOMBE' BLEAU, VAMOS! di Iker Pou

Sono stato a Buoux per quattro giorni, era il mio terzo viaggio qui, ma l'ultima volta che sono stato a Buoux risaliva a 13 anni fa! Questa volta volevo provare la leggendaria via Le Bombé bleu e guardare da vicino alcuni dei suoi movimenti. Ho provato la via tre volte ma non siamo stati molto fortunati con il tempo, faceva molto caldo. Situata nel settore La Plage, prende il sole tutto il giorno e quindi potevo tentarla soltanto verso la fine della giornata, prima era semplicemente troppo calda e scivolosa.

Cosa posso dire? Beh, è sicuramente una delle vie più fantastiche e belle che io abbia mai provato in vita mia! Tanto bella quanto impressionante! Vorrei ovviamente tornare a tentarla in condizioni migliori, perché la mia prima impressione è che è sicuramente possibile! Sicuramente è super difficile, ma un grande progetto che mi motiva per il futuro... Ho fatto alcune altre vie difficili in passato, ma Le Bombé bleu è in un'altra categoria, ci vuole una forza super per concatenare questi perfetti movimenti su roccia perfetta. Molto, molto difficile!

Le Bombé bleu ha circa 16 movimenti, e adesso stanno pensando di aggiungere anche un bellissimo e logico prolungamento di altri 10 metri. Si inizia con un grande lancio da un monodito non buono ad un bel bidito nel grande tetto! E' un movimento pazzesco! Credo che questo sia il metodo trovato da Fred Rouling. Dopo di che c'è un altro difficile lancio per arrivare allo spit successivo, e da qui fino in catena ti aspetta l'ultima sezione chiave, un altro lancio pazzesco ad una buona presa. Gli appoggi non sono mai buoni e nel passaggio chiave devi tenere un bidito piccolo piccolo...

Sono stato molto fortunato ad essere stato aiutato da Marco Troussier e Fred Ripert, mi hanno dato molte informazioni sulla via, e Adrian mi ha motivato a tentarla. Per tutta la vita ho sognato di trovare una via perfetta e credo di averla trovata. L'unico problema è che si trova a 9 ore da casa mia, e trovare le condizioni giuste a Buoux non è facile. Per questo devi essere molto motivato. Vamossssss! A muerte!

SCHEDA: la falesia Buoux, Francia

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
Ultimi commenti Rock
  • La beffa
    Portare Camalot dal 0.3 fino al #1, anche qualche stopper. L ...
    2014-07-18 / Luciano Calvelo
  • Spigolo Ovest - Wiessner - Kees
    Percorsa nel 1978, ma la ricordo perfettamente. Via all'alte ...
    2014-07-13 / renzo%20 Bragantini
  • Spigolo Nord Ovest
    Ripetuta qualche anno fa. Salita magnifica in ambiente stupe ...
    2014-07-12 / renzo%20 Bragantini
  • Spitagoras
    Bella via su roccia da buona ad ottima. Chiodatura da via al ...
    2014-07-07 / Niccol%C3%B2 Antonello