Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowCanada Coastal Range

Il Waddington Range da sudest
Photo by David Knudson
La parete nord di Serra 3 dal Radiant Glacier
Photo by Boscolo / Bellin
Skywalk pillar, Mount Combatant
Photo by David Knudson
Canada
Photo by Planetmountain
PORTFOLIO / gallery Portfolio: Canada Coastal Range
NEWS / Links:
INFO / links & info:
    Per immaginare la vastità del Waddington Range bisogna unire il gruppo del Monte Bianco a quello del Rosa, e per dare un’idea delle dimensioni basta pensare che il Franklin e il Tiedemann glacier si estendono per oltre 25 km verso le foreste vergini dove dimorano lupi ed orsi grizzli, mentre il Waddington e lo Scimitar glacier lunghi 15 km hanno hanno fronti larghi oltre 5.

Canada Coastal Range

Un'area selvaggia, vasta, ancora da esplorare. Granito e ghiacciai a cura di Alberto Boscolo e Gianluca Bellin.

La catena montuosa del Coastal Range si estende per circa 1500 Km dalla valle del fiume Fraser a est di Vancouver, fino al 60° parallelo al confine con lo Yucon.

A circa metà strada, nel cuore della British Columbia, la continuità delle cime viene interrotta da una serie di picchi che arrivano a culminare con vette di 4000m che rappresentano il cuore pulsante della Coastal Range; il cosiddetto Waddington Range. Il tutto gravita ovviamente attorno al Mount Waddington di 4019m, ma ci sono circa 50 cime di 3000m e 15 che superano i 3500m. Le montagne più importanti sono il Combatant, il Tiedemann e l’Asperity, e sui loro pilastri di granito di 1500m sono state aperte alcune tra le più impegnative vie del continente nordamericano.

Per immaginare la vastità del Waddington Range bisogna unire il gruppo del Monte Bianco a quello del Rosa, e per dare un’idea delle dimensioni basta pensare che il Franklin e il Tiedemann glacier si estendono per oltre 25 km verso le foreste vergini dove dimorano lupi ed orsi grizzli, mentre il Waddington e lo Scimitar glacier lunghi 15 km hanno hanno fronti larghi oltre 5.

Le spedizioni che ogni anno si recano nella zona si contano sulle dita di una mano e la possibilità di aprire vie e addirittura battezzare cime è alta; ci sono addirittura gruppi e sottocatene senza nome. Per raggiungere i campi base è indispensabile l’elicottero con un volo che varia da 20 a 30 minuti, altrimenti per i ghiacciai più vicini una buona settimana di cammino attraverso foreste vergini condividendo esperienze selvagge con gli animali del posto non ve la toglie nessuno.

Una visita in questi posti da quest’anno è resa più agevole e sicura dalla possibilità di avere finalmente una guida d'arrampicata dettagliata della zona ed una mappa 1:25.000, entrambe curate dal canadese Don Serl, unanimemente riconosciuto come il più assiduo frequentatore e miglior conoscitore della zona.

Di seguito vengono riportati 2 fra gli almeno 10 posti adatti per iniziare una significativa esplorazione della zona; sono forse quelli più adatti per una esplorazione alpinistica con difficoltà D, TD.

Il primo posto è il Combatent Col, adatto ad affrontare salite di grande impegno per alpinisti di ormai provata esperienza. Il secondo, l’Upper Tellot, è invece adatto a chi vuole affrontare salite di misto poco impegnative sui versanti nord e corte ma tecniche vie di arrampicata sul granito dei versanti meridionali.


Come arrivare
Vancouver è servita da diverse compagnie aeree ed il prezzo del biglietto oscilla dagli 800 ai 1200 €. L'aeroporto dista una ventina di minuti dalla città ed è il posto migliore per noleggiare una macchina. Volendo risparmiare si può arrivare a Seattle, negli States, che dista duecentocinquanta chilometri da Vancouver e lì noleggiare una macchina tenendo presente che l’agenzia di nolo vi fa pagare un supplemento oltre il confine.

Vancouver è una città bellissima da vedere e da visitare in ogni su angolo prima di andare in montagna ;ci sono numerosi ostelli con prezzi vanno dai 15 ai 23 dollari canadesi (10, 15 €) oppure Bed & Breakfast più cari (a partire dai 25 € ). Se avete dimenticato qualcosa o volete ammodernare l'attrezzatura Broadway è la via del centro che fa al caso vostro

Il White Saddle Ranch Air Service è situato sulle rive del Bluff Lake ed è il posto dove noleggerete l’elicottero; dista circa 800 km da Vancouver e per raggiungerlo bisogna prevedere una giornata di viaggio; per il pernottamento potete montare la tenda oppure alloggiare al bed & breakfast della sorella di Mike, l’elicotterista

Consigli utili
Per gli amanti del granito e del misto il periodo migliore va da metà luglio a metà settembre quando la gran parte dei crepacci non è troppo aperta. Nel periodo estivo fa piuttosto caldo e le temperature di notte scendono difficilmente sotto lo zero; è da tenere in considerazione che già a 1500 m si posizionano i campi sui ghiacciai e che al campo base del Upper Tellot Glacier a 3100m che è il più freddo si arriva ai – 5° C. In tutta la zona esiste solo un piccolo bivacco, il Plammer Hut ottimamente attrezzato con fornello e benzina.

Nel Waddington Range, oltre all’alpinismo è ovviamente possibile praticare lo scialpinismo. Il periodo migliore va da metà aprile fino a metà giugno quando si possono salire decine di picchi, molti dei quali inviolati, e scendere poi chilometri e chilometri di ottima e favolosa polvere canadese.

Tutta l’area è free, quindi non sono richiesti permessi e le spese per una spedizione non sono eccessive anche perchè l’elicottero è un mezzo abbastanza comune e i prezzi del mezzo di conseguenza sono contenuti.

Nei fornitissimi supermercati si trova ogni genere alimentare compresi i cibi liofilizzati e se mancasse ancora qualcosa non resta che scegliere fra i molti negozi specializzati di Vancouver.

Il limite di peso per i 2 bagagli permessi in Canada e negli States è di 32 Kg cadauno, più che sufficienti per una buona spedizione. Ulteriori informazioni possono essere ricavate dall’articolo che uscirà prossimamente su la Rivista della Montagna.


I Settori
Sono essenzialmente 2 i posti per collocare il Campo Base che meglio si prestano a effettuare più salite senza dover ricorrere a gran spostamenti: il Combatent Col (o meglio il Tiedemann Glacier) e il Dragon’s Ttail Camp all’Upper Tallot

Combatent Col
E’ il posto migliore per effettuare le salite alla Cima del Waddington e per salire gli speroni del Combatent, del Tiedeman e del Asperity; sono tutte salite molto impegnative, tra le più famose del Nord America che richiedono una gran preparazione psicofisica.
Noi vi consigliamo:
Tiedemann North Face Couloir TD +, 65° 1500 m
Combatent, Belligerance alla cima principale ED, 5.11 A3+ 1150 m
Asperity, Northwest Ridge Asperity Couloir D+/TD- 50°1500 mt

Upper Tellot
Al Upper Tellot camp le vie sono di tutt’altro impegno, molto più modeste e si può scegliere fra il versante est per le tecniche vie di roccia, e il versante ovest per impegnative e quanto e mai entusiasmanti vie di ghiaccio tuut salite comunque che si svolgono sulle cime del Serra 1 Serra 2 Serra 3 Serra 4 Serra 5 e dello Stiletto.
Sono tutte comodamente fattibili in giornata partendo dal campo base, alcune addirittura abbinabili in giornata.

Serra 5 – Northwest Corner dal colle D+ 5.9 misto 200 m
Serra 4 East Ridge via Serra Three D 50° 450 m
Four – Five Couloir D+ 50° - 70° 200 m
Serra 3 Southwest face AD 200 m
Serra 2 Hidden Couloir D- 5.7 165 m
Serra 1 Southeast face Left D- 5.8 260 m
Southeast Face Right D- 5.8 260 m
Stiletto The Spiral Route D 5.9+ A0 125 m
West Face D 5.9+ 125 m
West Notch Buttress TD 5.10 + 200 m

Luoghi d'interesse
Meritevoli di una visita sono le Rocky Mountains, ma se siete stanchi di vedere montagne andate a Tofino nella Vancouver Island a stendervi sulle rive del Long Beach, oppure montate sui battelli che con visite guidate vi permettono di vedere orche, balene e leoni di mare.

Bibliografia
Come detto dal 2003 è disponibile una guida ed una cartina 1: 25.000 più che esaurienti per potersi muovere con disinvoltura fra le cime ed i ghiacciai del Waddington Range.
La guida:
The Waddington Guide, scritta da Don Serl, edizioni Elaho.
La cartina:
Waddington, Summit Series, 1: 25.000 stampata in Canada da Hemolck Printers Ltd

Don Serl
È uno dei più conosciuti e stimati alpinisti canadesi, oltre che alle scalate è apprezzato nell'ambiente per la sua grande professionalità nello scrivere guide alpinistiche. Vanta un curriculum di salite in Nepal, Europa, Usa e in tutti i posti più famosi del Canada. Nel 1975 ha fatto il suo primo viaggio nel Waddington Range, da allora vi è tornato una quarantina di volte aprendo circa 160 nuovi itinerari e ripetendo gran parte di quelli esistenti.


Note degli autori
Sono state privilegiate vie di un certo impegno ma alle stesse cime si può giungere anche per itinerari meno impegnativi, così come partendo sempre dall’Upper Tellot si possono effettuare splendide traversate su ghiacciaio con difficoltà simili a quelle riscontrabili nelle vie normali delle cime principali del gruppo del Monte Rosa.

Si ringraziano per la collaborazione: Scarpa (climbing shoes), Masters (bastoncini trekking), Montura, Marsupio (zaini) e Kayland

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
Ultimi commenti Rock
  • Campanile di Val Montanaia - Via Normale
    Per precisazione:"la sosta a spit" si incontra sul secondo t ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Evergreen
    Ho salito la via questa estate e naturalmente ci siamo conge ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Rataplan
    Ripetizione del 20.09.2014L1 6c bella fessura non banale pe ...
    2014-09-23 / oscar meloni
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello
COVER
The Rectory e Castelton Tower
arch. Desert Sandstone Climbing Trip 2014